Un tuffo veloce

2.9KReport
Un tuffo veloce

Non era solo caldo per ottobre, faceva caldo, punto. Il mio primo semestre al Community College era andato bene. Avevo l'abitudine di andare in biblioteca per studiare tra una lezione e l'altra; a volte uscivo al bar con alcuni amici. Questa mattina, però, ero a disagio. La settimana prima era stata una normale frescura di ottobre e immagino che qualche genio della manutenzione avesse deciso di spegnere il sistema di aria condizionata. Mi sono quasi addormentato due volte in Economia. La mia sudata camicetta bianca dava a tutti una buona visuale del mio reggiseno rosa. Fortunatamente ho avuto una pausa di due ore tra Economia e Storia americana. Non ce l'avrei mai fatta a superare la lezione ronzante del signor Broughton se non avessi fatto qualcosa per svegliarmi. Un veloce tuffo in piscina sembrava la cosa perfetta.

Sapevo che mia madre non aveva ancora chiuso la nostra piscina. Ormai era al lavoro. Ho pensato di avere appena il tempo di prendere l'autobus per tornare a casa, fare un tuffo veloce, cambiarmi i vestiti e riportare il mio culetto sudato al campus per alcune parole stuzzicanti sul Trattato di Parigi. Guardando indietro, mi sbagliavo su diversi punti.

L'autobus si è fermato a diversi isolati da casa nostra. Con il caldo e l'umidità, mi sembrava di aver camminato per diverse miglia prima di arrivare al nostro vialetto. Quando ho visto il furgone del ragazzo della piscina parcheggiato davanti e l'auto di mia madre nel vialetto ho imprecato. Di tutti i giorni per chiudere la piscina per l'inverno! Mi sono calmato un po' quando ho capito che probabilmente aveva preso questo appuntamento settimane fa. Era stata piuttosto impegnata negli ultimi anni cercando di crescere me e mio fratello e fare il suo lavoro nel settore immobiliare. Mio padre, immagino, è riuscito comunque a mandarle dei soldi, ma non è stato facile per lei da quando si è trasferito. Era ancora piuttosto carina, i suoi capelli rossi erano naturali e si teneva in buona forma. Avevo ereditato i suoi capelli rossi e la sua corporatura slanciata, ma stavo iniziando a rinunciare alla speranza di eguagliare le sue meravigliose 36 C.

Quindi, OK, un tuffo veloce probabilmente era fuori. Ho deciso di accontentarmi di una doccia fredda e di un cambio di vestiti. A volte devi accontentarti. A volte sei turbato. Non mi rendevo conto di quanto stavo per essere turbato.

Entrai in casa e mi diressi verso la mia camera da letto senza dire una parola. Pensavo che la mamma fosse probabilmente dietro con l'addetto alla piscina. La finestra della mia camera si affacciava sulla piscina. Sbirciai rapidamente attraverso le tende e mi bloccai.

Mi aspettavo di vedere mia madre sul retro con il ragazzo della piscina. Quello che non mi aspettavo era di vederli nudi. Pablo aveva solo pochi anni più di me. Il suo corpo scuro latino era increspato di muscoli mentre stava dietro a mia madre nuda e le strofinava il collo. Stava dimenando il suo sedere nudo contro il suo inguine. I suoi seni grandi e sodi tremavano un po' con il suo movimento. Sembrava che i suoi capezzoli rosa fossero alti. Sebbene le sue gambe fossero unite, una macchia di peli pubici rossi faceva capolino sotto l'ombelico. Mi sono allontanato un po' dalla finestra.

A quell'ora del giorno, sapevo che la mia finestra rifletteva la piscina illuminata dal sole. Ero invisibile finché non ero premuto contro il vetro. Personalmente, non credo che nessuno di loro fosse così interessato alla mia finestra. Le mani di Pablo ora stavano abbracciando i seni di mia madre, il suo corpo si inarcava in avanti e ora potevo vedere il cespuglio rosso che le circondava la fica. Guardando i muscoli del sedere di Pablo contrarsi mentre si inarcava in avanti contro la pelle pallida del sedere rotondo di mia madre, mi sono reso conto che aveva un'abbronzatura completa. Potevi vedere le rughe dell'abbronzatura dal bikini della mamma, ma sembrava che non ne avesse. Ho cominciato a chiedermi se il suo cazzo fosse abbronzato. Anche se non riuscivo ancora a vederlo, ho immaginato che probabilmente fosse difficile. Cominciai a sentire un calore familiare tra le gambe.

Quando si è girata per baciare il muscoloso latino, ho dato la mia prima occhiata al cazzo di Pablo. Avevo ragione su entrambi i fronti. La sua erezione abbronzata era alta, orgogliosa e un po' più grande di quanto pensassi. La mia mano è scivolata sui miei jeans e ha iniziato ad accarezzarmi pigramente l'inguine mentre guardavo gli amanti passare le mani l'uno sui corpi nudi dell'altro. La mamma scivolò lungo il corpo di Pablo ed era faccia a faccia con la sua grande erezione marrone. Le sue labbra si avvolsero attorno alla sua bacchetta e io sbottonai i miei jeans. Mentre gli succhiava il cazzo, gli afferrò il sedere stretto e affondò le dita nei muscoli forti. Ho aperto la cerniera dei miei jeans e ho fatto scivolare una mano nelle mutandine. Il corpo di Pablo tremava, mentre la suzione diventava più intensa. Dopo qualche minuto, ha tirato su la mamma e l'ha baciata profondamente. I loro inguini si digrignavano mentre si baciavano. Ho scavato più a fondo nelle mie mutandine, facendo scorrere un dito lungo la mia fessura bagnata.

Stavano sussurrando qualcosa insieme e poi la mamma mise le mani sull'alta staccionata di legno che circondava il nostro cortile. Si chinò in avanti, i suoi lunghi capelli rossi le coprirono il viso e allargò le gambe. Pablo ha raggiunto tra le sue gambe e le ha accarezzato la figa per alcuni istanti. Il suo cazzo duro è stato premuto contro la fessura del suo culo. Poi ha preso il suo cazzo in mano e lo ha guidato nella sua figa con le frange rosse in attesa. I miei jeans e le mie mutandine scivolarono a terra. Ho fatto scivolare le dita nella mia figa bagnata più o meno nello stesso angolo con cui Pablo era entrato nella mamma. Noi tre abbiamo cominciato a scopare.

Il cazzo duro e marrone scivolò lentamente dentro e fuori dalla figa bagnata, il sedere dalla carne pallida dondolava contro le spinte gentili. Le mie dita corrispondevano al ritmo, immergendosi più a fondo quando Pablo si spingeva in profondità, scivolando lentamente, deliziosamente fuori dalla mia figa quando si ritirò e poi tuffandosi di nuovo in profondità. Il loro ritmo e il mio ritmo accelerarono. Il mio cervello vorticava, lo sperma si stava accumulando dentro di me. Ho immaginato di essere stato scopato da Pablo, ho immaginato di scopare Pablo e ho persino avuto lampi di essere Pablo che scopa la mamma. Tutto turbinava insieme nella mia corsa verso l'orgasmo. I capelli della mamma stavano spazzando il ponte, il suo favoloso culo alto nell'aria mentre i fianchi di Pablo si spingevano contro di lei ancora e ancora, sempre più velocemente fino a quando ho sentito le mie ginocchia iniziare a tremare e un potente orgasmo ha scosso il mio intero corpo facendomi cadere letto senza fiato. Per alcuni istanti rimasi lì, i miei jeans e le mie mutandine intorno alle caviglie, completamente esausta.

Quando mi sono alzata per guardare di nuovo fuori dalla finestra, il corpo abbronzato di Pablo giaceva sopra la forma più pallida della mamma. Le stava baciando leggermente il collo.

Mentre mi dirigevo verso la doccia, mi chiedevo se l'orgasmo della mamma fosse stato potente quanto lo era stato il mio. Lo speravo. Ha lavorato sodo. Meritava un po' di sollievo dalla tensione. Se un tuffo veloce con Pablo ha funzionato, per me andava bene.

Storie simili

The Forgotten Heroes Capitolo 3

Tu ed Eve andate nella foresta per sfuggire ai Cavalieri del Quinto Drago. Per uccidere il silenzio chiedi a Eve qualcosa su di lei. Allora come sei finito nell'Isola del Nord? Eve le afferrò le braccia e vide sul viso un'espressione di profondo pensiero. Ero giovane, avevo solo 23 anni, ancora un bambino da parte degli Elfstander, ma la mia tribù è stata assassinata e quasi spazzata via da una banda di coloni umani. Sono stata risparmiata a causa della mia bellezza naturale e venduta come schiava anni dopo sono finita nei terreni di mezzo dove un ricco uomo della tribù...

879 I più visti

Likes 0

La vendetta di Daniel, parte 2

La vendetta di Daniel, parte 2 Karen era immobile mentre si riprendeva dall'orgasmo. La voce che la prendeva in giro sulla vulnerabilità del suo corpo alla stimolazione e sul fatto che avrebbe avuto più orgasmi. Che la disprezzava a non finire. Questo mostro!! Approfittando di lei in quel modo! Sapeva che era naturale che il suo corpo reagisse in quel modo al vibratore. Sapeva di essere stata violentata. Ma come può essere che questo demone possa desiderare che sia piacevole per lei. Vigliacco! pensò tra sé. Ancora una volta sentì dei movimenti alle sue spalle. Cosa potrebbe succedere dopo? Daniel tornò...

1.4K I più visti

Likes 0

Foto di Laura

Vedevo Laura di tanto in tanto da un paio d'anni, nel migliore dei casi eravamo amici del cazzo, e nel peggiore dei casi passavamo settimane senza parlarci. Eravamo di nuovo insieme da un po' quando Laura chiamò e si autoinvitò quella sera. Laura era eccezionalmente calda, lunghi capelli biondi, occhi azzurri, corpo sodo, abbronzatura tutto l'anno, bel seno coppa B e una figa rasata che adoravo mangiare. Di solito quando Laura veniva dopo il lavoro portava con sé un vestito sexy e si vestiva per me, occasionalmente le facevamo delle foto in vari stati di vestizione e svestizione che salvavamo e...

667 I più visti

Likes 0

Paolo il Vecchio

Di Gail Holmes Paul era il maggiore della famiglia, aveva un fratello e una sorella minore, anche se, prossimo ai venticinque anni, non aveva mai perso la verginità. David, non potresti incontrare un ragazzo più arrapato; bastava guardare una ragazza e lei si bagnava al pensiero. Ma Kerrie ora c'era una ragazza che sapeva come accontentare. Il problema di Paul era che era timido, okay, comprava tutte le riviste per ragazze, e aveva anche portato dei film da vedere, il problema era che sarebbe stato nervoso ogni volta che li guardava nel caso in cui qualcuno della famiglia tornasse a casa...

421 I più visti

Likes 0

Dominazione_(2)

I due guidarono in un silenzio a disagio finché Frank non offrì imbronciato: Non vedo perché continui a vedere questo ragazzo! Non ti rendi conto di quanto sia degradante per me? Mi dispiace, rispose Dana, ma sai che non c'è niente da fare e, a proposito, oggi Jack vuole che tu guardi. Che cosa!?! suo marito da quindici anni urlò indignato. “Certamente non lo farò!!!” Dipende da te, ovviamente, rispose lei in modo pacato, ma ha detto che se non ti fossi presentato sarebbe passato nel tuo ufficio e ti avrebbe picchiato a morte. Frank se ne accorse mentre parcheggiava l'auto...

387 I più visti

Likes 0

Le feste della porta accanto

Storia di Fbailey numero 777 Le feste della porta accanto Crescendo, la mia famiglia viveva proprio accanto a una taverna selvaggia. La mamma ha cercato di classificarlo chiamandolo bar, ma il cartello diceva Taverna. La nostra vecchia recinzione stava cadendo a pezzi, quindi una primavera ho aiutato papà a installarne una nuova. Il miglior prezzo per la recinzione della privacy era per sezioni alte un metro e mezzo. Non sarebbe servito a mio padre, ma finanziariamente ha ceduto. Quello che ha deciso è stato di alzarlo a diciotto pollici da terra. In questo modo solo persone alte sette piedi potevano guardarci...

2.8K I più visti

Likes 0

Voyeur Madre

Mio fratello Josh ed io eravamo sul pavimento a giocare a Scarabeo con Luis e Isabella Gomez a casa loro. La signora Gomez era strana. A volte si sedeva sul divano e ci guardava con un bicchiere di succo d'arancia, in cui tutti sentivamo l'odore della vodka. I suoi vestiti erano sempre notevoli. A volte indossava pantaloni attillati e una camicetta fluttuante, a volte indossava un vestito con una gonna a ruota - del tutto inappropriato per bussare alla casa. E i suoi capelli, che avrebbero dovuto essere neri, erano biondi ma più tendenti all'arancione. Portava sempre un rossetto sgargiante. Izzy...

1K I più visti

Likes 0

Domare il culo di michelle

“Oh Danny, ho aspettato così tanto questo momento – finalmente sei qui – non posso credere che tu sia qui – stasera – voglio donarmi a te. Voglio che tu mi prenda e mi renda tutto tuo – baciami e fammi sapere che questo è reale. Guardandola profondamente negli occhi dissi: Sei stata rinchiusa nei miei sogni per così tanti mesi ormai - ho aspettato così tanto anche questo momento - per poter finalmente abbracciarti, guardarti negli occhi, baciarti e fare ti voglio bene – Michelle voglio farti mia e solo mia!!!.” “Baciami, voglio assaggiare le tue labbra sulle mie” Mi...

727 I più visti

Likes 0

Innamorarsi di Kyle - Capitolo 6

Va bene, ecco la parte successiva. Evvai perché non ci vorranno mille anni! Sono piuttosto orgoglioso di questo capitolo, soprattutto considerando lo stato d'animo da scoreggia cerebrale in cui sono stato... Grazie a tutti coloro che mi hanno dato qualche idea. Sto ancora decidendo come continuare questa storia. Molto probabilmente lo farò, ma probabilmente ci saranno solo un capitolo o due in più. Ma sarete tutti felici di sapere che inizierò un'altra storia non appena questa sarà finita. Sono davvero entusiasta di pubblicarlo; Penso davvero che vi piacerà. Ho ricevuto un'infinità di stesse domande dai PM, quindi ne risponderò ad alcune...

596 I più visti

Likes 0

Regina Yavara: capitolo 35

Per coloro che non hanno letto Queen Yavara: Adrianna's Story, ne ho incluso una sinossi di seguito. La storia era un racconto che descriveva in dettaglio la trasformazione e l'evoluzione del personaggio di Adrianna e comprendeva i capitoli dal 28 al 34. Sinossi della storia di Adrianna Adrianna impiega le sue abilità di comandante per governare la popolazione selvaggia di tribù e immigrati Ardeni. Si guadagna il loro rispetto attraverso una brutale dimostrazione di forza e, a sua volta, dimostra agli altri ibridi di essere capace di essere governante, anche se è riluttante a farlo. Ci sono altri sette ibridi che...

690 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.