Io e mia madre_(2)

1.7KReport
Io e mia madre_(2)

Sono cresciuto in una fattoria e mio padre di solito era nei campi e fuori casa, quindi mamma ed io eravamo sempre in casa insieme. Mia madre doveva sapere che mi stavo masturbando perché aveva un copriletto rosso sul mio letto e quando l'ho fatto lì, ho appena asciugato il mio sperma sul copriletto rosso. Ci sarebbero sempre state diverse macchie bianche su di esso quando lo lavava.

Avrò avuto circa 14 anni e un giorno ero a casa da scuola perché non mi sentivo bene. Era pomeriggio ed ero sdraiato sul pavimento del soggiorno a guardare la TV in pigiama quando lei entrò e si accovacciò proprio accanto alla mia testa. Allungò una mano e mi toccò la testa per vedere se avevo la febbre. Ho guardato oltre e ho potuto vedere fino al suo vestito e ho potuto vedere le sue cosce bianche e le sue mutandine e il tumulo della sua figa. Vedi detto qualcosa del tipo "non dovresti vederlo fino a quando non sei sposato". Ho continuato a recitare e avevo la mano destra abbassata dalla patta del pigiama. Avevano un bottone per chiudere la patta, ma non era agganciato. Avevo il mio dito dentro che strofinava la mia erezione quando lei l'ha spostata verso il basso e mi ha toccato di lato e ha toccato la stoffa della mosca e il mio cazzo si è alzato in piedi. Ci ha messo la mano intorno e non sapevo cosa sarebbe successo. Mi ha pompato un po' il cazzo, si è alzata e ha detto "vieni con me". Non sapevo cosa sarebbe successo e mi sono alzato e l'ho seguita nella sua camera da letto cercando di rimettere il mio cazzo rigonfio in pigiama.

Ha iniziato allungando la mano sotto il suo prendisole e tirando giù le mutandine e facendole scivolare giù, uscendo da loro e dalle sue scarpe. Successivamente ha slacciato i bottoni sul davanti del vestito, lo ha fatto scivolare giù e se l'è tolto. Poi allungò una mano all'indietro, si slacciò il reggiseno e lo lasciò cadere sul pavimento. Lei era lì nuda e io stavo recitando con tutte le mie forze. Non avevo mai visto una donna nuda, figuriamoci mia madre. Si avvicinò e si fermò proprio di fronte a me e mi prese il cazzo e mi segò lentamente e io raggiunsi e sentii le sue tette e le strizzai e le pizzicai i capezzoli. Si avvicinò al letto e prese un cuscino, poi si sdraiò e si mise il cuscino sotto il sedere. Mi ha detto di avvicinarmi e quando l'ho fatto, ha allargato le gambe e ho potuto vedere la sua figa. Aveva un mucchio di capelli neri e la sua figa sembrava bagnata. Ho iniziato tra le sue gambe e ho iniziato a sdraiarmi e lei si è abbassata e si è strofinata il mio cazzo sulla figa, ha trovato il buco e l'ha messo dentro. Non avevo mai sentito niente di così bagnato, caldo e morbido. Potevo sentire i suoi capelli attorno al mio cazzo e ho iniziato a gobba. Ero sulle mie mani e potevo vedere le sue tette e le guardavo rimbalzare mentre cercavo di mettere il mio cazzo in profondità dentro di lei. Era così bagnato e ho scaricato un carico del mio sperma dentro di lei ma non ho perso la mia erezione. Ora era davvero bagnato.

Mi ha detto di avvicinarmi a lei, così l'ho tirato fuori, sono andato in giro e mi sono seduto accanto a lei. Ha afferrato il mio cazzo scivoloso e mi ha fatto una sega e io sono venuto sulla sua mano. Ero esausto e volevo sdraiarmi, ma non l'ho fatto perché volevo guardarle le tette e la figa. Potevo vedere il mio sperma fuoriuscire dalla sua figa. Si è alzata ed è rimasta lì di fronte a me e mi ha massaggiato il cazzo e io ho giocato con le sue tette e le ho messo la mano tra le gambe e ho sentito la sua figa bagnata e il mio sperma scorrerle lungo la gamba.

È andata in bagno e io sono rimasta lì sperando che uscisse nuda. È uscita tutta pulita e aveva un panno per lavare e mi ha lavato via il cazzo e la mano. Mi ha detto di togliermi il pigiama e lei li avrebbe lavati e ha iniziato a rimettersi i vestiti. Mi sono spogliato e l'ho guardata vestirsi. Ha detto che non potevamo dirlo a papà e che probabilmente non avremmo dovuto farlo di nuovo.

Dopodiché, mi sono masturbato ogni volta che volevo e soprattutto se lei era nei paraggi. La guardavo vestirsi o spogliarsi ogni volta che ne avevo la possibilità e a lei non sembrava importare. Entravo dall'esterno e avevo caldo d'estate o freddo d'inverno ed entravo nel ripostiglio sul retro della casa e lei era lì al lavandino o alla lavatrice. Mi toglievo tutti i vestiti e li mettevo in una pila e poi mi sedevo e mi masturbavo. Continuava a lavorare e mi guardava un po' e poi portava sempre qualcosa per asciugarmi lo sperma.

Avevamo un giovane pastore tedesco e di tanto in tanto mi curvava la gamba. Mi allungherei, lo segherei e lo farei venire. Mia madre mi aveva visto farlo. Un giorno ero nella stalla e il cane era lì e ha iniziato a montarmi la gamba. Mi sono tolto i pantaloncini e gli indumenti intimi, mi sono messo a quattro zampe e ho cercato di convincere il cane ad avvicinarsi. Mia madre è entrata più o meno in quel momento e si è avvicinata e ha aiutato il cane a salire sulla mia schiena e gli ha impedito di graffiarmi o strapparmi la camicia. Il cane mi stava colpendo il culo con il suo cazzo e la mamma si è chinata e ha guidato il cazzo del cane nel mio buco del culo. Ha iniziato a scopare e il suo cazzo è diventato più lungo e più spesso mentre continuava. Era bagnato e schizzava roba per tutto il tempo e la teneva bagnata. È venuto dentro di me ed era caldo e mi ha riempito il culo. Si è fermato e la mamma lo ha aiutato a togliermi di dosso in modo che non mi graffiasse. Mentre mi alzavo mi ha chiesto come ci si sentiva. Mi sono alzato e ho avuto un'erezione furiosa e lei era proprio accanto a me e ha preso il mio cazzo nella sua e l'ha pompato fino a quando non sono venuto. Lo sperma è schizzato fuori per circa un piede e lei ha riso e ha detto di venire a casa e mi avrebbe ripulito. Ha preso i miei pantaloncini e la biancheria intima e ci siamo svegliati a casa, il cane mi scorreva dal sedere e mi scendeva lungo le gambe. Nel ripostiglio, ha preso uno strofinaccio e mi ha pulito le gambe e il culo. A quel punto stavo diventando di nuovo duro e ho iniziato a masturbarmi. Lei era lì e io le sentivo le tette attraverso il vestito e lei si è sbottonata dei bottoni e mi ha permesso di infilare la mia mano dentro. Sono venuto di nuovo e lei l'ha ripulito.

Non passò molto tempo prima che fossi abbastanza grande per guidare e avere una macchina ed ero sempre via.

Storie simili

Rahul e Sapna cap. 2:- Sapna prende una botta.

Rahul e Sapna cap. 2:- Sapna prende una botta. Rahul ha accettato il dono di sua madre; Questo è l'inizio della fine per Sapna Disclaimer: questa è un'opera di fantasia completa ambientata in un altro mondo. Se questo non ti è chiaro, allora hai bisogno di un aiuto psichiatrico urgente. Non perdono la violenza nei confronti di altri esseri umani. Questa storia contiene tutti i tipi di violenza, tortura e deviazioni, se questa non è la tua tazza di tè, ti suggerisco di tornare indietro ora. Tags: m/F, bdsm, inc, sad, scat, snuff, tort, ws, cons, rom, humil -------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ----------------------------------...

3K I più visti

Likes 0

Amore di uno sconosciuto

Stava piovendo fuori. Il vento soffiava e la pioggia cadeva a dirotto sopra di me. Corsi al telefono e chiamai un amico, chiedendogli se voleva venire a farmi compagnia fino alla fine della tempesta. Quando ho sentito bussare sono corso ad aprire la porta, davanti a me c'era il mio amico Tim e un amico che aveva portato. Spero non ti dispiaccia se porto Stud, anche lui odia le tempeste. Disse mentre mi passava accanto entrando in casa. Chiudendoci la porta alle spalle, andammo in soggiorno. Seduti sul divano ci mettiamo un film per passare il tempo. Sfogliando i canali, Tim...

1.2K I più visti

Likes 0

Ragazza con un segreto

Copyright, 2012 Castlequeen Mio dio, che brutta esperienza. Ballo dei diplomandi. Un bel mese di preparazione, un vestito da duecento dollari che mi farà lavorare per la mamma tutta l'estate, un paio di scarpe da trecento dollari che mi vedranno schiavo del suo negozio di posta/spedizioni/caselle postali fino a quando avrò cinquantasei anni, e non possiamo dimenticare il taglio di capelli da novanta dollari. Cosa ne ho ricavato? Una cena piuttosto mediocre, dei bei balli, una bella foto e il mio ex ragazzo che ora cerca di farmi spegnere. Non sono un pudico, tutt'altro, ma non sarebbe successo. Sono ancora vergine...

1K I più visti

Likes 0

Lana vuole condividere

PRIMA PARTE: Signore, è una specie di scherzo malato? Oh merda. Jake si era svegliato e si era ritrovato legato a braccia aperte sul letto nella sua stanza del dormitorio. Erano le vacanze di primavera, il suo compagno di stanza non c'era più, il campus era vuoto... il che poteva essere una cosa molto positiva o molto CATTIVA. Si leccò le labbra mentre la sua ragazza Lana e la migliore amica della sua ragazza, Jessica, incombevano su di lui. Perché sono nudo? Lana? Alzò lo sguardo sulla sua ragazza. Era bellissima, una mora alta e dalla pelle pallida con seni di...

726 I più visti

Likes 0

La mia ragazza Serena

Sono semplicemente entrato nel mio appartamento, ho consegnato la borsa alla mia ragazza, mi sono seduto sull'altra sedia di fronte alla sua e ho mangiato la mia insalata in silenzio mentre il rumore della televisione filtrava attraverso la stanza altrimenti silenziosa. La guardo mangiare in silenzio mentre fissa lo schermo televisivo. Mi alzo per buttare via l'insalata. Mentre le passo davanti sento i suoi occhi indugiare sul mio corpo. Torno al mio posto in silenzio. Anche indossando una vecchia canottiera e un paio di pantaloni da yoga è ancora bellissima. La sua pelle morbida e cremosa risplende brillantemente dalla luce soffusa...

751 I più visti

Likes 0

Una fredda serata nel campus

Era metà dicembre, tre giorni prima dell'apertura del college per Natale. Le giornate erano diventate davvero brevi e, se vivevi nel mezzo di una foresta di cemento come me, faceva davvero freddo. Allora ero al secondo anno, avevo dato gli esami di fine semestre e cercavo di godermi i pochi giorni che rimanevano prima di tornare tutti a casa. Ma non ci si può divertire altrettanto con un ostello vuoto, la maggior parte dei miei compagni se n'erano già andati nonostante il fatto che il college fosse ancora aperto. Non è così per me, i miei genitori mi spedirebbero il biglietto...

710 I più visti

Likes 0

La mia vita 7 - 3-alcuni con mia sorella e la mia migliore amica

Susan annunciò qualche giorno dopo che avrebbe voluto fare una cosa a tre con me e Colin. Aveva dichiarato che era giusto che lo fossi stato con lei e Lynne e desiderava ampliare i suoi orizzonti. Penso che fosse anche curiosa di vederci insieme e anche se Sue non aveva detto a Colin che li stavo guardando dal buco della serratura quando lei e Colin facevano sesso, ero sicuro che a Colin non sarebbe dispiaciuto condividerla. con Me. Ho dato il suggerimento a Colin più tardi quel pomeriggio, quando è venuto da me e gli ho detto che ero troppo stanco...

645 I più visti

Likes 0

Sam 25

Unità di tempo solare = anno unità di tempo planetario = giorno ------------------------------- Sam era stanco, questo era certo. Lo scontro che aveva avuto con Triot aveva esaurito le ultime sue riserve. La luce del sole che poteva percepire lo stava aiutando, anche se non abbastanza velocemente. La presenza di potere che aveva sentito prima si stava avvicinando. Allungandosi sentì la barriera che aveva eretto. Non il più forte che avesse mai fatto, anche se sperava che resistesse. Un movimento accanto a lui lo fece guardare Thantas, un piccolo gemito risuonava nei suoi pensieri. Mi sento più debole di quando sono...

522 I più visti

Likes 0

Dominazione_(2)

I due guidarono in un silenzio a disagio finché Frank non offrì imbronciato: Non vedo perché continui a vedere questo ragazzo! Non ti rendi conto di quanto sia degradante per me? Mi dispiace, rispose Dana, ma sai che non c'è niente da fare e, a proposito, oggi Jack vuole che tu guardi. Che cosa!?! suo marito da quindici anni urlò indignato. “Certamente non lo farò!!!” Dipende da te, ovviamente, rispose lei in modo pacato, ma ha detto che se non ti fossi presentato sarebbe passato nel tuo ufficio e ti avrebbe picchiato a morte. Frank se ne accorse mentre parcheggiava l'auto...

459 I più visti

Likes 0

Un'avventura inaspettata con Robin e Olivia - Capitolo 6

Capitolo sei: La luce rossa La colazione era proprio quello di cui avevo bisogno. Toast, pancetta e uova. Tutto fatto con i giusti condimenti. La pancetta croccante e con un pizzico di zucchero di canna è deliziosa. È facile da rivestire e mettere in forno per un gusto ricco. Il toast è stato realizzato utilizzando un pane francese tagliato di sbieco. È stato tostato leggermente su entrambi i lati e poi il burro è stato spalmato su un lato e sciolto. Le uova devono essere cotte lentamente e soffici. E con un pizzico di formaggio aggiunge un bel sapore. Certo, potrei...

2.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.