Il club capannone (parte 4)

648Report
Il club capannone (parte 4)

Prima di tutto, scuse enormi per il ritardo nella produzione della parte 4.
Crisi inaspettata con influenza familiare dappertutto.

Tutti meglio ora, così posso rispondere all'ultima serie di feedback.....

"Trainers" nel Regno Unito si riferisce a calzature sportive.....Nike, Adidas, Puma ecc.


Non credo che ci siano altre domande, così via con la parte 4.

Questo coinvolge Finn, che vedo ancora di tanto in tanto. In effetti, ha riparato il mio PC l'anno scorso. Progetta siti web e altre cose tecniche che mi lasciano sconcertato. Non ha idea che sto scrivendo questo, e ovviamente ho cambiato il suo nome (in qualcosa di ancora più irlandese di quello che ha nella vita reale)

Ragazzo adorabile.....
--------------------------------------------------- --------------------------------------------------- --------

Quindi, un aggiornamento dalla Parte 3.....

"Dieci minuti dopo, sono riuscito a liberare Tash e a parlarle di quello che aveva visto. Aveva visto praticamente di tutto, così sembrava, e anche se all'epoca non l'avrebbe ammesso, anni dopo lei mi ha detto che era piuttosto orgogliosa della sua piccola mostra.".........

--------------------------------------------------- --------------------------------------------------- ---------

Parte 4.....

Ho detto a Tash di farsi strada attraverso il giardino della porta accanto e poi di venire a bussare a casa mia, come se stesse tornando dal suo "esilio". Mi ha chiesto di nuovo di giurare che non avrei mai detto a nessuno della sua presenza quella volta e, a parte condividerlo tutto in rete ora (la maggior parte dei nomi è cambiata per ovvi motivi), ho mantenuto quella promessa.



Ha chiesto se poteva passare quella sera, dopo che gli altri se ne erano andati, e sapevamo entrambi per quale motivo. Dissi di sì ma mi assicurai che sapesse che non sarebbe successo molto perché mia madre sarebbe stata a casa, ma entrambi sapevamo che avremmo potuto almeno fare un piccolo solletico silenzioso mentre fingevamo di ascoltare musica nella mia camera da letto, ed eravamo entrambi decisamente all'altezza dell'idea.



Sono rimasta all'erta mentre si aggirava alla fine della siepe del giardino, e ho aspettato qualche minuto finché non ero sicuro che fosse riuscita a fuggire prima di raggiungere la casa per raggiungere il resto delle ragazze che erano ora riuniti di nuovo in cucina, ascoltando alla porta e cercando di reprimere le loro risatine. Li avevo visti tutti eccitabili in passato, ma questo aveva portato le cose a un livello completamente nuovo di rumore e stupidità, e io includo me stessa in tutto questo comportamento da ragazza, e la colpa è interamente della nostra età. Questa è la mia scusa comunque.



"Dov'è Jacks?", ho chiesto, immaginando che stesse tramando qualcosa.



"Sono tutti lì dentro", è stata una risposta, "Litigando su chi sarà il prossimo".



Mi sono unito all'ascolto comune attraverso la porta. Sembrava che stessero giocando a "Una patata, due patate" e si resero presto conto che l'eventuale perdente si sarebbe presto fatto strada verso il capannone. Improvvisamente si sentì bussare alla porta sul retro e tutti saltarono fuori dalla loro pelle.

Ho aperto la porta e Tash è rimasta lì tutta rossa in faccia, come tendono a essere le persone quando commettono una sorta di inganno.



"Mi è permesso entrare adesso?", chiese innocentemente a tutti. Le ragazze risero tutte e lei entrò immediatamente, venendo subito raccontata tutta la storia su quello che avevano visto fare a suo fratello. Sembrava adeguatamente disgustata e faceva i rumori appropriati quando venivano dati troppi dettagli, non osando darmi un'occhiata nel caso qualcuno potesse sospettare qualcosa.

La porta del soggiorno si aprì e Jackie mi guardò con aria interrogativa, quindi cogliendo l'occasione entrai e chiusi la porta dietro di me prima che qualcuno cercasse di fermarmi.



"Chi era quella alla porta?", chiese, quasi sussurrando, "tua mamma è in casa?"



Ho guardato intorno al gruppo di ragazzi e mi sono accorto subito che sembravano davvero preoccupati. Devo ammettere che mia mamma avrebbe trovato strano che tutta la banda fosse in casa in una bella giornata di sole, ma di certo non ci avrebbe pensato più niente, in fondo eravamo tutti vestiti di tutto punto e non c'era niente musica ad alto volume o fumo illecito in corso. Tuttavia, i ragazzi sembravano molto turbati.



"Era solo Tash che tornava", risposi, lanciando un'occhiata a Tom che ora poteva ovviamente sentire che le veniva raccontato tutto nella stanza accanto.



Un sollievo generale travolse i ragazzi e decisi di restare in giro per vedere cosa stava succedendo. Alcuni colpi di tosse e un po' di confusione dopo, si sono raggruppati e hanno continuato il loro processo di selezione.

Stevie e Tom rimasero fuori dal gruppo in piedi, insieme al ragazzo più giovane del gruppo che sedeva accanto a loro. Decisi rapidamente che erano stati eliminati dal processo "patata" e che Tom non era stato incluso in primo luogo, per ovvie ragioni. Si è seduto lì evitando il contatto visivo con me, e per essere onesti, ho fatto lo stesso con lui.

Era davvero strano pensare che solo un quarto d'ora fa l'avevo visto in tutta la sua gloria, masturbarsi e sborrare, probabilmente IL più privato e intimo degli atti, e ora mi sembrava abbastanza surreale essere accanto a lui così presto dopo, tutto completamente vestito e cercando di comportarsi in modo normale.



Ho guardato i tre ragazzi che stavano riprendendo il gioco e ho cercato di non mostrare troppo la mia eccitazione, visto che uno di loro era Mark, il ragazzo che mi piaceva come un matto. Quello che era stato il destinatario della mia sessione di flashing in questa stessa stanza mentre fingevo di guardare la TV.

Ho notato che si era raggruppato nel cerchio dandomi le spalle e mi sono chiesto se fosse intenzionale. Forse stava arrossendo? Se fossi stato IO nei suoi panni, sarei stato quasi terrorizzato, ma probabilmente non vedevo l'ora in una sorta di modo masochista. Feci lentamente il giro del cerchio finché non mi trovai alle spalle di Jackie, per vedere chi sarebbe stato eliminato dopo.

Mark era il più vecchio dei tre rimasti, gli altri due erano dello stesso anno di Zoe, ed entrambi sembravano desiderare che la terra si aprisse e li inghiottisse interi.

Erano entrambi membri del gruppo popolari ed erano molto divertenti, in particolare Finn. Era il più alto dei due e piuttosto paffuto, con i capelli rosso vivo e le lentiggini. Sua madre era una robusta e potente signora irlandese, e lui l'ha decisamente presa con il suo aspetto. Lo chiamava sempre con il suo nome completo di Finbar, il che ci faceva ridere tutti, ma aveva un modo adorabile di lei ed era probabilmente il più divertente di tutti i nostri genitori. Finn era bravissimo a raccontare storie e la sua arguzia lo rendeva il burlone del gruppo. L'ultima cosa che l'avrei chiamato era "sexy", però. Sicuramente non materiale da boy band.

L'altro ragazzo si chiamava Gareth (Gary) ed era appena stato eliminato. L'espressione di sollievo sul suo viso era un'immagine, e mi aspettavo assolutamente che facesse un giro d'onore per la stanza, prendendo a pugni l'aria. Sorrideva da un orecchio all'altro e andò a sedersi accanto agli altri fuggitivi. Questo ha lasciato Mark e Finn. Mark ora stava lavorando furiosamente per evitare il contatto visivo con noi due ragazze. Il giro è iniziato.

"Una patata due patate tre patate quattro.....cinque patate sei patate sette patate in più"...la mano di Jackie che batteva sul pugno di Marks mentre veniva scandita l'ultima parola.



Rimase lì per un secondo, senza accorgersene...poi alzò lo sguardo dal pugno, a Finn che ricambiò lo sguardo come se fosse stata appena letta una condanna a morte. Dire che sono rimasto deluso sarebbe un eufemismo.

"OK, ecco la lista", annunciò improvvisamente Jackie, rompendo l'incantesimo. "Prima Finn, poi Mark" (mi ha visto sorridere), "poi Gary, poi Michael" (il più giovane) "e infine Steve". Tutti si guardarono e si annuirono l'un l'altro, come farebbero i pazienti in un dentista, e tutti si diressero verso la porta.



Finn si trattenne leggermente e io gli strinsi il braccio mentre si prendeva qualche secondo per farsi coraggio. Non ci siamo parlati, solo scambiati sguardi che dichiaravano contemporaneamente "Che diavolo ci faccio qui?" (da parte sua) e il mio sguardo più rassicurante che cercava di trasmettere "Non preoccuparti, starai bene".



Le ragazze si sono riunite intorno alla lettura dell'elenco, con "Ooohs" per effetto ad ogni nome, seguito da una rapida occhiata alla vittima nominata per assicurarsi che stessero arrossendo abbastanza.



Dopo che la lista fu terminata e gli altri ragazzi furono scomparsi di nuovo nel soggiorno, ho controllato velocemente fuori per assicurarmi che non ci fossero vicini in giro, e una volta che ho suonato il via libera, la processione, con un molto riluttante Finn, guidato cerimonialmente, tornò al capanno. Ho controllato l'orologio. Avevamo almeno tre ore prima che mia madre tornasse a casa. Molto tempo.



Una volta dentro, Jackie fece in modo che Finn si mettesse dall'altra parte del tavolo e mentre stava riordinando le riviste dallo zaino, Zoe chiese frettolosamente a Finn di spogliarsi. Ha appena chiesto ad alta voce, ed era chiaro a tutti che era davvero ansiosa di vedere il suo compagno di classe nudo e veloce. Ora, tenendo presente che fino a quel momento la maggior parte delle ragazze la vedeva solo come una "ragazzina" insignificante nel gruppo, il fatto che ora stesse prendendo l'iniziativa nell'ordinare a uno dei ragazzi di spogliarsi completamente di fronte a noi, sembrava molto divertente. Abbiamo tutti interrotto quello che stavamo facendo e l'abbiamo guardata, piuttosto stupiti che potesse essere così apertamente cattiva.

"Cosa?", chiese, guardandoci. "Vogliamo tutti vedere, no?" Assunse di nuovo il suo aspetto prepotente e riportò la sua attenzione su Finn, un'espressione di aspettativa sul viso. Potrebbe averlo visto in passato, ma oggi avrebbe portato questa cattiveria a un livello completamente nuovo. Prese posizione sul sedile che aveva avuto prima e io mi ritrovai a sedermi di nuovo accanto a lei. Le altre ragazze trovarono tutte le loro sedie, facendo segno che lo spettacolo avesse inizio.



Finn fissò Zoe per qualche altro secondo, quasi supplicando di essere rilasciato, ma fu il primo a interrompere il contatto visivo e, sapendo che il momento temuto era arrivato, in pratica fece ciò che gli era stato detto.

Con non molto in termini di abilità artistica, insieme a un sacco di nervosismo che si gira e si trascina, alla fine si è spogliato solo delle sue mutande e scarpe da ginnastica.



Il suo corpo non era affatto lentigginoso come il suo viso, probabilmente a causa della mancanza di luce solare, e la sua pelle era probabilmente la più bianca che avessi mai visto. Gambe tozze di mezzo e sorprendentemente tozze, se ne stava lì dietro il tavolo e sembrava un po' perso mentre tutti noi stavamo lì ad aspettare. Questa volta, per qualche motivo, non ci era passato per la testa di andare a torso nudo per lui a questo punto, come da accordo. Tossì un paio di volte, entrambe le mani messe saldamente sul suo piccolo pacchetto. Stava aspettando qualcosa.



Rimanemmo tutti seduti ad aspettare chiedendoci perché si fosse fermato, e poi la lampadina si accese improvvisamente nella testa di Jackie e lei iniziò di nuovo a togliersi i jeans. Abbiamo capito tutti cosa stava ostacolando le cose e ci siamo alzati all'unisono per rispettare l'accordo.



Ho trovato un po' strano pensare di togliermi le mie cose per un membro "junior", e penso che Jackie si sia sentita allo stesso modo mentre continuava a lanciarmi uno sguardo imbarazzato. Si è tolta completamente i jeans e abbiamo iniziato tutti a cercare le nostre mutande in modo da poterle togliere tutte insieme, Tash è diventata rosso vivo dato che ora era completamente inclusa nel procedimento per la prima volta. Probabilmente le sarebbe piaciuto di più fare tutta questa cosa senza mutande, se non fosse stato per il fatto che si è appena svolto davanti a Finn, il migliore amico di suo fratello minore!



Jackie era molto più esposta del resto di noi che indossava le gonne, e quando si è alzata in piedi dopo essersi tolta le mutande, tutta la sua metà inferiore era nuda. Era in piedi di fronte a Finn con le gambe ben chiuse, ma si vedeva chiaramente la V dei suoi peli pubici scuri. Era di gran lunga la più pelosa di noi ragazze, alcune delle quali erano ancora quasi nude laggiù.



Finn la fissò con la bocca aperta. Penso che sia stato il primo vero "adulto" che avesse visto di persona.



Ci guardò tutti a turno, la bocca leggermente aperta. "Cosa faccio adesso?", balbettava.



"Ci chiedi di fare quello che vuoi, ma non tocchi." replicò Zoe, riprendendosi chiaramente in mano. "Ma prima ti togli i pantaloni", indicando il davanti del suo bambino. Non poteva davvero aspettare.



Il povero Finn non potrebbe diventare più rosso. Mentre ci sedevamo di nuovo tutti sui nostri posti, lui si trascinò dietro il tavolo e si tirò giù i pantaloni, quasi cadendo mentre li allungava su ciascuna delle sue Nike. Alla fine, si alzò per affrontarci con una mano sull'inguine.



"Puoi fare a turno intorno al cerchio, se vuoi", gli disse Zoe. "E avvicinati quanto vuoi, ma non toccare".



Annuì e noi ridacchiammo spontaneamente mentre si trascinava fuori da dietro il tavolo, la sua barriera di conforto psicologico ormai scomparsa. Si diresse dritto verso Zoe, dato che era quella con cui aveva più familiarità, suppongo.

Le ha chiesto di mostrargli la sua, e lei ha subito tirato su la gonna e ha aperto le gambe. I suoi occhi si allargarono. Si appoggiò allo schienale della sedia, mise una mano su entrambi i lati della sua figa e aprì delicatamente le sue labbra. Ancora una volta, penso che le ragazze, me compreso, siano rimaste sorprese da quanto sfacciato potesse essere questo piccolo petardo. Ci siamo trovati tutti leggermente inclinati per guardare Finn mentre si chinava per dare un'occhiata da vicino. La sua faccia ora era a non più di pochi centimetri dal piccolo clitoride di Zoe, che sedeva così orgoglioso e ovviamente eretto perché tutti potessero vederlo. Regnava il silenzio totale.



"Finn, metti entrambe le mani dietro di te", disse improvvisamente Tash, facendoci sobbalzare. "Dobbiamo vedere anche il tuo". Mormorammo tutti d'accordo.



Era ancora chino a guardare Zoe, e sobbalzò tanto quanto noi quando Tasha parlò, ma poi fece come gli era stato detto, raddrizzandosi mentre metteva entrambe le mani dietro di sé. Una risatina involontaria si diffuse nel gruppo, e tutti noi ci chinammo un po' di più. Gli occhi di Zoe come piattini mentre fissava quello che aveva in mostra. Il ragazzo che sedeva accanto a lei in classe era ovviamente cresciuto un po' dall'ultima volta che l'aveva visto. Mi sono ritrovato a sorridere per lo sguardo che aveva sul suo viso, e deve aver sentito le vibrazioni mentre interrompeva momentaneamente lo sguardo per lanciarmi un sorrisetto malvagio prima di tornare a questo "cazzo da uomo" che aveva proprio di fronte a lei . Si stava ancora allargando e i suoi occhi erano ancora sulla sua figa, entrambi come persi nella meraviglia.



Non so perché, ma Finn ha sorpreso me (e pochi altri) avendo un'erezione in piena regola e, quando si è alzato in piedi, è saltata fuori di fronte a lui. Forse lo stava flettendo intenzionalmente, forse no, ma siamo rimasti lì seduti ipnotizzati e a bocca aperta mentre questo pene adulto pieno si muoveva su e giù davanti alle nostre facce. E c'ero io, che pensavo che sarebbe stato troppo terrorizzato per allevarne uno!

Non era grande come quello di Tom, va detto, ma era davvero grosso. Aveva una leggera copertura di quelli che chiameresti peli pubici "biondo fragola" intorno alla base. Solo un accenno di rosso, ma non così rosso come i capelli sulla sua testa. Le sue palle, si è scoperto, erano davvero strette sotto di lui, e all'inizio ho pensato onestamente che non ne avesse, e ha dovuto chinarsi per guardare da sotto, notando che le altre ragazze facevano lo stesso. Ne sono seguite molte allegre discussioni tra di noi, tutti molto interessati a vedere quanto potessero essere diversi due ragazzi. Finn rimase diligentemente in silenzio mentre analizzavamo verbalmente i suoi frammenti.



Quando mi chinai di nuovo per dare un'altra occhiata da sotto, lo vidi che mi guardava e si voltò verso di me. "Tocca a te", disse, quasi sussurrando.



Mi sono seduto di nuovo dritto per guardarlo, l'estremità del suo pene a pochi centimetri dal mio naso. Mi stavo divertendo immensamente. Dopo tutto è stato detto e fatto, era davvero un bravo ragazzo, che era stato abbastanza coraggioso da mantenere la sua parte del patto e di certo non ci aveva deluso finora.



Ho provato un brivido genuino al pensiero della mia imminente esposizione.



"Cosa volete che faccia?" chiesi, sorridendo per cercare di metterci entrambi a nostro agio.



È appena diventato rosso. Tash non molto tempo fa mi ha detto che aveva una vera cotta per me, e penso che ora stesse reclamando, proprio come facevo spesso davanti a Mark.



"Devo piegarmi per te?", ho chiesto, amando ogni secondo di questa meravigliosa ondata di potere. Ha semplicemente annuito. Tutto il suo corpo sembrava arrossire. Fece un passo indietro quando mi alzai di fronte a lui.



Mi sono voltato, e in quel momento ho avuto un'ispirazione birichina quando ho visto la mia sedia di fronte a me, e ho deciso di salirci sopra, in modo da dargli una visione migliore. Ho anche deciso di perdere la gonna, perché l'ultima volta si era messa in mezzo. Fece un altro leggero movimento all'indietro mentre slacciavo i bottoni in vita e lo lasciavo cadere sul pavimento, il mio sedere ancora una volta in piena mostra per un ragazzo.



Reggendomi tenendo le spalle di Tash e Zoe su entrambi i lati, sono salito con cautela sulla mia sedia e ho provato a piegarmi ma sono quasi caduto, quindi ho posizionato con cura un piede tra le gambe di Tash sulla sua sedia, e la stessa cosa con Zoe sulle sue, le mie gambe ora divaricate. Entrambi si sono aggrappati alle mie gambe per stabilizzarmi. Una volta che ho recuperato l'equilibrio, mi sono aggrappato allo schienale della mia sedia di legno e mi sono piegato così tanto da poter vedere un Finn capovolto ai suoi piedi mentre lo guardavo con la testa quasi tra le gambe.

Il mio didietro era ora spalancato ed era all'altezza degli occhi per lui e, a giudicare dalla distanza dei suoi piedi dalla mia sedia, avrebbe potuto facilmente piegarsi in avanti e dargli un bacio.


Ho visto Finn sottosopra mettere una mano intorno al suo cazzo e ho sentito immediatamente le ragazze fare un tubare, ovviamente per riconoscere il fatto che aveva iniziato la sua sega.

Rimasi in posizione e osservai la sua mano che si muoveva su e giù, e saltai leggermente mentre l'altra sua mano si fermava sul mio gluteo sinistro! Immediatamente ci fu un grido di "non toccare" e lui lo ritirò subito. Ha interrotto quello che stava facendo ed era ovvio che pensava di essere nei guai, quindi mi sono raddrizzato e mi sono girato a guardarlo da sopra la mia spalla.

"Va tutto bene, Finn. Puoi toccarlo se vuoi", e lo intendevo davvero. L'improvvisa, inaspettata mano sul mio sedere era stata una vera svolta per me, a dire il vero. E comunque, avevamo "toccato" Tom, quindi era giusto.

Le ragazze fecero tutte "woooo!" di nuovo quando ho detto questo, e pochi secondi dopo aver ripreso la mia posizione, ho sentito la sua mano riprendere contatto, mentre riprendeva i suoi colpi. Guardai di nuovo tra le mie gambe e feci appena in tempo per vedere una mano che si allungava da un lato per prendere a coppa le palle di Finn, ancora stretta come un tamburo sotto di lui. Era ovvio che Finn avrebbe fatto qualcosa presto, dato che iniziò davvero a masturbarsi forte e si muoveva.

Scesi velocemente come volevo vedere, e Zoe, con le mani ora libere dal sostenermi, le mise su e insieme, davanti al grosso cazzo di Finn. Tre ragazze ora stavano facendo a turno per accarezzargli il carrello, e lui doveva essere stabilizzato da me e da un altro mentre arrivava al momento cruciale. Pensavo stesse per cadere!


Lui sobbalzò e si fermò, sobbalzò di nuovo e sparò un piccolo getto di sperma nelle mani di Zoe. Sussultò di nuovo un paio di volte, stringendo forte con la mano destra, le ginocchia che cedevano completamente. Un'altra grande goccia di sperma pulsava dolcemente fuori, con nostro grande fascino, e gradualmente gocciolava nel palmo di Zoe, e basta, il suo orgasmo terminò.

Le ragazze erano affollate e studiavano lo sperma, o dovrei dire la mancanza di sperma, va detto (rispetto a Tom e ai ragazzi delle riviste).


Ci siamo guardati, e io per primo mi chiedevo se le altre ragazze stessero pensando la stessa cosa.


Avevamo appena assistito al suo primo orgasmo in assoluto?



Per qualche ragione ero completamente affascinato da questa possibilità e decisi di aspettare che fosse tutto finito e che si fosse vestito prima di chiedere.



"Hai mai sparato prima?", ho chiesto, il più casualmente possibile mentre mi stavo abbottonando la gonna. Era ovvio che anche molti altri trovassero interessante questa domanda, poiché smisero di lisciarsi le mutande e aspettarono la risposta.



"Beh, sì", disse infine, dopo aver rifatto tutte le sfumature del rosso.



"Quando è stata la prima?", ho chiesto, senza lasciarmi andare.



"Ieri", è stata la risposta.


"Quindi questo è stato solo il tuo secondo?", ho chiesto, gli occhi aperti per la genuina sorpresa.


Fece un respiro profondo e scosse la testa. "È il terzo", ha risposto guardandomi dritto negli occhi. "Ma è la prima volta che scatto davvero qualcosa".

Sembrava sinceramente orgoglioso.



Ci siamo guardati tutti a bocca aperta e poi abbiamo spontaneamente acclamato questo evento epocale, la piccola Zoe sembrava estremamente soddisfatta del suo lavoro pomeridiano fino a quel momento...


A Finn è stato detto di andare a dire al prossimo di fare rapporto, e improvvisamente è stato il mio turno di prendere le oscillazioni. Era Mark up il prossimo!

Storie simili

Un'avventura inaspettata con Robin e Olivia - Capitolo 6

Capitolo sei: La luce rossa La colazione era proprio quello di cui avevo bisogno. Toast, pancetta e uova. Tutto fatto con i giusti condimenti. La pancetta croccante e con un pizzico di zucchero di canna è deliziosa. È facile da rivestire e mettere in forno per un gusto ricco. Il toast è stato realizzato utilizzando un pane francese tagliato di sbieco. È stato tostato leggermente su entrambi i lati e poi il burro è stato spalmato su un lato e sciolto. Le uova devono essere cotte lentamente e soffici. E con un pizzico di formaggio aggiunge un bel sapore. Certo, potrei...

723 I più visti

Likes 0

Nato di nuovo parte 2

Alle tre abbiamo ricominciato e Marie ha portato fuori il brandy. Roy disse: Un barilotto di whisky e un buon drink sarebbero più adatti a questo pantano. Va bene, ragazzi, avete il vostro brandy, lasciatemi pensare, e mentre pensavo, mamma e Mary risero vedendo uscire il blocco stenotico e le palline di carta cadere sul pavimento come pioggia. Marie e Mary raccolsero le palle e si guardarono scuotendo la testa e dissero: Non può, non lo farebbe. Ho finito e sono tornato al tavolo Mary ha detto: Mio marito, non puoi, saremo famosi ma non in senso positivo. Ho detto: Sono...

575 I più visti

Likes 0

Balla con una concubina, parte seconda

Sono passate due settimane dal mio incidente nelle caverne. Si pensava che Nancy fosse scomparsa dalla sua famiglia, ma non potevo dire loro la verità. Conoscete quella su lei che ha accettato un patto da qualche gingillo magico e poi ha ordinato ai suoi scagnozzi di violentarmi. È ancora stupro se mi sono divertito fino in fondo? Forse ero uno di quei tipi sottomessi? Chissà? Ad ogni modo, appena sono riuscito a guadagnare abbastanza forze per lasciare il motel, sono scappato. Stuart e la sua amica con il fisico perfetto hanno cercato di fermarmi, mi hanno detto che c'erano molte cose...

469 I più visti

Likes 0

Un sabato di piacere da cheerleader Ch. 08

La luce del sole si riversava dalle mie finestre e nella mia camera da letto mentre mi svegliavo in un tipico sabato mattina. Ho tolto la coperta dal mio corpo nudo e ho tolto i pantaloni blu di Becca dall'inguine mentre mi alzavo dal letto. Gli slip erano ancora ricoperti dal mio sperma della notte precedente. Gettai da parte le mutandine umide e mi avvicinai alla mia scrivania. Mi sono seduto sulla sedia, ho preso il mio laptop e ho acceso il computer. Ho aperto la mia e-mail e ho guardato la nuova posta che era arrivata. Avevo solo una nuova...

698 I più visti

Likes 0

Wendy e Miss West iii

Il terzo di tre Wendy è stata condotta con gli occhi bendati dalla signorina West verso una porta sul retro dell'ufficio. La signorina West inserì una chiave e aprì la pesante porta di quercia di quello che dall'esterno sembrerebbe essere un magazzino vicino all'ufficio principale. Entrando, se Wendy avesse potuto vedere, avrebbe visto una piccola stanza, circa 6 piedi quadrati, dipinta di nero con anelli di metallo fissati a varie altezze lungo le pareti e in vari punti al soffitto. La stanza era illuminata con faretti orientati in tutte le direzioni. Wendy era in piedi al centro della stanza molto illuminata...

563 I più visti

Likes 1

Mia nipote Sally, abbiamo avuto giorni migliori

Mi sono svegliato la mattina dopo, una tazza di caffè sul comodino e il giornale ai piedi del letto. Strano. Ho pensato. Leesha si era già alzato e di solito la domenica ero il mattiniero. Erano appena passate le otto. Non troppo presto, ma nemmeno troppo tardi. Mi alzai, mi infilai l'accappatoio, mi misi il giornale sotto il braccio e scesi le scale sorseggiando il mio caffè. Buongiorno testa assonnata. disse Leesha con un'aria un po' imbarazzata per tutte le cose. Mi dispiace per ieri sera piccola. Si avvicinò a me e mi diede un bacio sulla guancia. “Non so se...

602 I più visti

Likes 0

Rigorosamente di testa

QUESTA E' FANTASIA QUESTO NON E' SUCCESSO DAVVERO. QUESTA E' LA MIA PRIMA STORIA!!! era una calda giornata estiva, stavo appena uscendo dal lavoro e vedo un vecchio amico. era in piedi vicino alla sua macchina. il suo nome è volontà. ora sarà molto facile per gli occhi. è alto circa 6 piedi 2, molto muscoloso, di carnagione scura e carino. ha un sorriso molto caloroso e dà abbracci incredibili. sono alto circa 5 piedi e 5, un po' spesse, tette di taglia 38f, pelle bianca e cremosa molto pallida e ho una personalità straordinaria. Corro da Will e gli do...

526 I più visti

Likes 0

Il mio progetto scolastico, MAMMA 2

Il mio progetto scolastico, MAMMA 2 Questa è la seconda parte di questa storia per capirla meglio ti consiglio di leggere la prima parte. I commenti sono i benvenuti. Sabato mattina Sherry si è svegliata alle 7:30. Si sentiva meravigliosa, ma poi si rese conto che aveva lo sperma secco su tutto il sedere. Mio Dio, ho fatto un sogno bagnato la scorsa notte e non mi sono ricordato che le è passato per la mente. La sua figa era dolorante e tesa, e il buco del culo le bruciava un po'. Rimase in piedi a guardare tutto lo sperma secco...

808 I più visti

Likes 0

Maturo per la raccolta - Parte 4

Maturo per la raccolta - Parte 4 Di Kevin Moore Bryan mi ha legato al letto in un tempo doppio, e poi ha recuperato una fotocamera Pentax Spotmatic dall'armadio - in seguito ho scoperto che quell'uomo era un fotografo professionista e che i bum-boy e la pornografia erano le sue due principali passioni nella vita. Mentre armeggiava con la telecamera, un uomo di colore nudo è entrato nella stanza. «Piacere da parte tua a presentarti finalmente, Lloyd», disse Bryan. Kevin avrebbe potuto essere sdraiato qui per ore, in attesa di un vero furto reale da parte del mamba nero. «Culo con...

576 I più visti

Likes 0

Migliori amiche moglie incinta Pt 1

Avevo sempre sentito dire che le donne si arrapavano di più durante la gravidanza, ma non mi rendevo conto di quanto fosse brutto fino a quando il mio migliore amico e sua moglie non rimasero incinta. Da quando sono stato licenziato l'estate scorsa, pago i conti facendo lavori saltuari in giro per la città; tinteggiatura di case, tettoie e falciatura dei prati. Michael, il mio amico, lavora in una fabbrica molto ben pagata, e immagino che abbia deciso di aiutarmi assumendomi per dipingere la sua cucina e il suo bagno, anche se non c'era niente di sbagliato nella vernice. Ero felice...

755 I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.