Mia nipote ed io - Parte 7

3.9KReport
Mia nipote ed io - Parte 7

Questo è un po' lungo, ma spero che ne valga la pena. Sono successe molte cose in un breve lasso di tempo. Sono stato anche via per lavoro a intermittenza per la maggior parte di sei mesi, ma quei dettagli arriveranno più tardi.

Grazie per i commenti e suggerimenti. questa è una storia vera che si svolge mentre procediamo, quindi è successo tutto quando scrivo questo. anche il prossimo episodio è un po' lungo, ma spero che tu possa sopportarmi.




Abbiamo dormito tutti bene o almeno così pensavo, ma quando mi sono svegliato nessuno dei due era nel letto. Mi sono orientato e ho sentito la doccia andare nell'altro bagno. Mi sono alzato e mi sono avvicinato ai suoni quando ho trovato Renee rannicchiata sul divano con un caffè.

“Buongiorno bellissimo, stai bene??” Ho chiesto.

"Sì, solo pensando a cosa è successo e cosa potrebbe accadere in futuro", ha risposto. "Mi preoccupa un po'".

"Vuoi parlare di questo? Ash ed io abbiamo parlato della nostra relazione per un po' di tempo ormai".

"Non so da dove iniziare. Voglio dire, amo davvero te e Ashleigh, ma penso di aver peggiorato le cose raccontandole i miei sentimenti per lei.

"Renee, penso di conoscervi abbastanza bene da capire che condividete un legame speciale come sorelle, quindi parlatene con lei e stabilite alcune regole" ho risposto. Potrei dire che questo la stava davvero mangiando.

“Ma come le dico che voglio dormire con lei ogni notte e sentire il suo corpo contro il mio. Voglio fare l'amore con lei…” Smise di parlare e io mi voltai e vidi Ash in piedi in una vestaglia che ascoltava con le lacrime agli occhi.

"Penso che tu l'abbia appena fatto, ma dimmelo di nuovo, Renee", rispose Ash mentre attraversava la stanza e le dava un abbraccio e un bacio.

"Cenere,…. Ti amo e voglio dormire con te e fare l'amore con te ogni notte. Voglio imparare e condividere cose con te e…” Renee stava quasi sussurrando quando Ash la baciò dolcemente.

"Renee, mi hai sorpreso quando mi hai detto che potevi essere bisessuale, perché pensavo di conoscerti abbastanza bene, ma questo non cambia come mi sento perché sei mia sorella."

“È così difficile Ash, faccio fatica a controllare i miei sentimenti tutto il tempo, che sia con te, Beth o Robbie. L'ho sempre fatto, e non è facile".

"Renee siamo ragazze grandi e io sarò sempre tua sorella, e imparerò ad essere la tua amante e non ti ferirò mai", ha risposto Ashleigh.

Renee piangeva di gioia mentre continuavano a parlare di cosa e come sarebbero stati sempre lì l'uno per l'altro e avrebbero mantenuto questo loro segreto speciale, ma non per tenere nascosto nient'altro l'uno all'altro. Sono stato felice per loro perché ho potuto vedere che questo era ciò che doveva accadere e ho ricordato alcuni dei colloqui che Ash ed io abbiamo avuto mentre continuiamo a lavorare attraverso la nostra relazione.

"Vado a fare una doccia voi due, questo è il vostro momento speciale per parlarne" ho interrotto, prima di dirigermi verso la mia stanza. Pulii i vestiti e rifatto il letto, poi andai in bagno.
Mi sono fatta la barba e mi sono tuffata in una doccia calda, lasciando che l'acqua mi cadesse addosso, lavando via lo stress. Non ho sentito la porta del bagno aprirsi, ma ho sentito il "clic" della porta della doccia. Era Renée.

"Anch'io ho bisogno di una pulizia, mi aiuti a lavarmi", squittì, mentre mi abbracciava e mi baciava.

"Mi piacerebbe lavarti, ma dov'è Ash?"

"Sono andato a prendere qualcosa di speciale per colazione, quindi siamo solo noi per un po'."

Ho preso il gel doccia e ho proceduto a insaponare il corpo di Renee mentre la massaggiavo prestando particolare attenzione al seno e ai capezzoli. Il suo corpo premette contro di me e io mi accovacciai leggermente lasciando che il mio cazzo indurito scivolasse tra le sue gambe. Lei rimase senza fiato mentre facevo scivolare il mio cazzo fino alla sua figa bagnata fradicia. Ha spostato una mano tra le gambe e massaggiato delicatamente l'estremità del mio cazzo, facendo scorrere il mio prepuzio avanti e indietro. È stata una bella sensazione e ci siamo spostati sott'acqua lasciandoci sciacquare il sapone. Con il sapone finito, Renee ha spinto indietro il mio cazzo e lo ha lasciato depositare all'ingresso del suo corpo. Si alzò in punta di piedi e lasciò che lentamente entrasse in lei. Non è stato di fretta, perché abbiamo avuto un sacco di tempo. Renee affondò lentamente sul mio cazzo e gemette mentre scivolava per la maggior parte nella sua figa.

“Ohhhhhh cazzo, mi riempi così tanto zio Will. ti amooooouuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu.

Abbiamo continuato per qualche altro minuto prima che si allontanasse, poi si girasse e alzasse la gamba contro le piastrelle, aprendo le labbra della figa.

“Fottimi, fammi venire. Ho bisogno di sborrare,” gridò, afferrando il mio cazzo e puntandolo verso il suo tunnel aperto.

Mi sono avvicinato e sono affondato completamente in un movimento, quindi ho iniziato un ritmo lento e profondo. L'ho tenuta su lasciandola lavorare sul clitoride con la mano libera. Era ancora lento e appassionato, ma la velocità aumentava. Il suo respiro era rapido quanto il mio e le nostre lingue si dibattevano mentre ci avvicinavamo rapidamente all'orgasmo.

Abbiamo raggiunto l'orgasmo insieme, la sua figa si è fissata sul mio cazzo pulsante mentre l'ho inondata di marinai. Siamo crollati contro il muro, riprendendo fiato, prima di accorgerci che l'acqua si era raffreddata. Mi sono ritirato da lei con uno schiocco sciatto, lasciando che il nostro sperma misto gocciolasse sul pavimento e giù per lo scarico. Ci siamo baciati di nuovo prima di uscire e avvolgerci nelle nostre vesti.

"Zio Will, mi raderai la figa come Ashleigh, per favore."

L'ho presa in braccio e proprio come con Ash, l'ho fatta sedere sul lavabo, prima di riempire d'acqua il lavabo e prendere il mio rasoio e il gel.

Le ho insaponato i peli pubici e le ho rasato delicatamente la figa, lasciando solo una sottile linea verticale che portava alla parte superiore del suo clitoride. L'ho risciacquata con un panno, poi ho preso la crema idratante e mi sono assicurato che fosse morbida e liscia. Le presi la mano e la posai delicatamente sul suo tumulo, facendole sentire l'incredibile sensazione di una pelle liscia.

“Wow, è davvero così bello. Ash ed io saremo in grado di raderci l'un l'altro a casa,” sorrise. "Grazie per essere te e amarmi così tanto."

Ci vestimmo e iniziammo a prepararci per la colazione. Ash tornò con una manciata di cose assortite e ci sedemmo nel giardino sul tetto a goderci la mattinata. La pace è stata interrotta dallo squillo del mio cellulare e del mio cercapersone. Mi scusai ed entrai per rispondere alla chiamata.

Insomma è andata così.

“Will, sono Dave (il mio capo), mi dispiace se interrompo nel tuo fine settimana. Abbiamo un grosso problema a Pechino. Ho bisogno che tu sia a capo di una squadra per aiutarli in questo.

"Che è successo?" Ho risposto senza suonare come se non volessi davvero andare.

“Il sito di produzione che gestiamo insieme ha avuto più vittime la scorsa notte. Hanno confermato tre morti e 10 o 12 feriti”. Dave rispose con voce stressata.

“Gli Stati Uniti ci hanno detto di condurre le indagini. Chi altro vuoi nella tua squadra?"

Ho dovuto pensare un minuto. Avrei bisogno di un bravo addetto alla sicurezza oltre che di addetti alla produzione e alla meccanica. “Paul per la sicurezza, Jim per la produzione e Wally per la meccanica” ho risposto.

"E l'elettricità?" chiese Dave.

Merda me li ero dimenticati. "Non so chi sia un bravo Dave, scegli e poi fammi sapere."

“OK Will, li farò sapere e organizzerò il viaggio e il resto della merda. Devi partire oggi e tornare a casa per poterci andare di nuovo. Ti chiamerò più tardi per i dettagli". E Dave ha riattaccato.

'Cazzo, cazzo', ho pensato. Ottimo modo per rovinare il fine settimana. Tornai al piano di sopra e trovai le ragazze sdraiate sulle poltrone, nude.

Entrambi alzarono lo sguardo sorridendo, ma si resero subito conto che qualcosa non andava. Ho spiegato loro cosa stava succedendo e che dovevamo tornare a casa più tardi nel corso della giornata. Entrambi capirono, ma chiesero se potevamo partire più tardi nel pomeriggio. Ho accettato e ho chiamato le compagnie aeree per controllare i voli.

Dopo 20 minuti al telefono, avevo i posti per un volo delle 13:00, il che significava che avevamo solo poche ore prima di partire. Ash e Renee non erano contenti che il loro tempo per prendere il sole sarebbe stato ridotto così breve e avevano promesso che sarebbero stati pronti per le 11:30. Sono entrato e ho pulito l'appartamento, ho fatto le valigie e poi li ho chiamati per darsi una mossa. Entrambi sono apparsi dalla terrazza al momento giusto e hanno proceduto a organizzarsi ancora nudi, dimenandosi e tremando di fronte a me. Era uno spettacolo bellissimo, ma stavo già pensando a cosa mi aspettava a Pechino.

Il taxi è arrivato e ci siamo tutti ammucchiati per il breve tragitto fino al terminal nazionale. La compagnia aerea ci ha offerto un upgrade e pass per la lounge per le ragazze e in pochissimo tempo stavamo volando a casa. L'aereo non era affatto pieno e quindi la business class era composta da noi e altri tre; una coppia più anziana sulla sessantina e una giovane donna sulla trentina, che sembrava distogliere lo sguardo da Ash, Renee e me mentre parlavamo. Dopo il pasto, Ash si alza e va in bagno, seguito da Renee qualche minuto dopo. Erano andati via per più di dieci minuti e quando sono tornati entrambi sembravano un po' arrossati in faccia ma sfoggiavano grandi sorrisi.

Renee si è seduta sulle mie ginocchia e mi ha sussurrato all'orecchio: "Mi sono appena iscritta al mile high club con Ash". Stava quasi ridendo mentre parlava. "Vuoi partecipare anche tu?"

"No grazie, sono già un membro a vita" risposi rapidamente, proprio mentre la giovane donna passava mentre si dirigeva verso la cambusa. Ci sorrise, facendo arrossire ancora di più Renee.

"Quando, dimmelo ora" disse.

“Non ti dirò tutto, ma io e Nat ci siamo uniti quando ci siamo sposati e siamo rimasti membri per la maggior parte dei nostri viaggi. Ci siamo quasi fatti beccare una volta!!” Ho riso ricordando la prima volta che abbiamo fatto sesso in aereo.

“Era buio e la maggior parte delle persone dormiva. Sui voli a lungo raggio, i piloti ottengono una specie di cuccetta per riposare, quindi ho pagato l'assistente di volo della business class per darci un po' di tempo e puoi immaginare cosa è successo dopo.

“Wow che lusso, abbiamo dovuto fare a turno seduti sul sedile del water, ma è stato divertente.” Renee ha risposto. Si contorceva un po' sulle mie ginocchia, facendo muovere un po' il mio cazzo. "Qualcuno si sente felice" e ha dimenato un po' di più il culo solo per essere sicura. La giovane passeggera è tornata indietro oltre di noi e si è diretta verso il bagno. Anche se non la stavo cronometrando, è rimasta lì per molto tempo e quando finalmente è tornata al suo posto. Ci guardò e sorrise ampiamente, il viso troppo arrossato.

Renee riprese il suo aspetto e saltò giù dalle mie ginocchia, con un sorriso malizioso stampato in faccia. Indossava un vestito da sole e ho potuto vedere che si era tolta il reggiseno, mentre i suoi capezzoli mostravano attraverso il tessuto sottile. Alzò con cura l'orlo fino alla vita, mostrandomi che anche lei non si era presa la briga di mettersi le mutandine. Le sue labbra della figa erano gonfie, molto umide e quasi luccicanti mentre faceva scivolare lentamente un dito dalla parte superiore della sua fessura prima di affondarlo completamente nella sua scatola calda.

"Penso che le piacciamo, quindi le parlerò". Disse mentre il suo dito scivolava fuori e lasciò cadere di nuovo l'orlo del vestito nascondendo ciò che c'era sotto.
Sono stato più che un po' sorpreso dalla sua franchezza e dalla sua sfrenata brama per questo sconosciuto, ma mi sono seduto indietro e ho guardato mentre camminava lungo il corridoio e si sedeva accanto a lei. Anche Ash stava osservando attentamente Renee che iniziava una conversazione prima di spostarsi sul sedile e appoggiarsi allo schienale della fusoliera dell'aereo. La giovane donna si girò verso di lei e da dove eravamo abbiamo visto un sorriso spuntare sul suo viso. Poco dopo, la sua testa scomparve sotto il poggiatesta e poi la testa di Renee cadde all'indietro contro la finestra con gli occhi chiusi ermeticamente e la bocca leggermente aperta. La foto diceva tutto. Dopo circa cinque minuti, Renee si alzò e si diresse di nuovo in bagno, questa volta con la giovane donna al seguito.

Ash ed io stavamo ridendo così tanto per questa catena di eventi che la vecchia coppia si è svegliata per vedere cosa stava succedendo e un inserviente è passato a controllare i nostri bisogni. Si fermò accanto a noi e ci offrì da bere e spuntini. Ne abbiamo preso un po' per noi e le abbiamo chiesto di lasciare degli extra per Renee e il suo nuovo giocattolo. L'addetto ha chiesto dove fossero e Ashleigh ha semplicemente indicato la parte anteriore dell'aereo dove si trovavano i bagni. Si attenne rapidamente allo stato delle cose, sorrise e tornò in cucina, chiudendo le tende e isolandoci dal resto dei passeggeri, tranne la vecchia coppia, che sembrava solo confusa su ciò che stava accadendo.

La giovane donna e Renee tornarono ai loro posti, con un ampio sorriso e un po' arruffati. Il resto del volo è stato tranquillo fino all'atterraggio. Mentre lasciavamo l'aereo, la giovane donna si è avvicinata a noi e mi ha afferrato il braccio.
"Grazie" sorrise, "è stato il volo migliore che abbia mai avuto". Mi porse qualcosa mentre ci avviavamo verso la sala bagagli. Era la sua biancheria intima ed era così umida che quasi gocciolava.
"La tua 'amica' ha molto talento" e passò oltre per prendere un taxi.

Abbiamo preso le nostre valigie e ci siamo diretti verso l'uscita. Mario e Nora erano lì a prenderci, una piccola sorpresa per me. Ash aveva scritto loro che saremmo tornati a casa presto. Abbiamo chiacchierato in macchina per tornare a casa mia e siamo entrati. Ho spiegato il motivo del mio ritorno anticipato e ho spiegato che ora sarei andato in Cina per almeno un paio di mesi. Ash ha chiesto se poteva ancora stare a casa mia, cosa che ho accettato, ma Renee doveva tornare a casa. Ho effettuato l'accesso per lavorare e ho scaricato tutti i dettagli; il mio volo doveva partire alle 8:00 diretto a Pechino. I biglietti e i documenti del governo sarebbero stati in aeroporto per me e per gli altri della mia squadra. Ancora nessun nome per il ruolo elettrico però.

Se ne sono andati tutti poco dopo, con Ash che mi ha detto che sarebbe tornata domani. Ho fatto il bucato, ho preparato dei vestiti puliti e poi sono uscito per una cena veloce. Risi tra me e me durante il pasto, pensando ad Ash, Renee e alla giovane donna sull'aereo, rendendomi conto che non ne avevamo nemmeno parlato con Renee. Bisognerebbe aspettare. Sono tornato a casa perché si stava appena facendo buio. Le luci erano accese all'interno e l'auto di Ash all'esterno.

Entrambi mi stavano aspettando a letto ed ero quasi nudo prima che la porta d'ingresso si chiudesse.

Storie simili

Lower Greenville Avenue

Kim 28 è una donna attraente alta 5 piedi e 7 pollici con lunghi capelli biondi e un bel sorriso. Se non fosse contro le regole avrebbe indossato i tappi per le orecchie tutta la notte. A volte Kim si preoccupava per il suo udito, mentre la musica martellante si riversava dagli altoparlanti tutt'intorno alla discoteca. Tuttavia, era un ottimo lavoro, con buoni consigli, e ne aveva bisogno se doveva tornare al college in autunno. Era qui solo da un paio di settimane, ma era già abile nel farsi strada nell'affollata pista da ballo e tavoli ancora più affollati nella semioscurità...

911 I più visti

Likes 0

Le coppie si ritirano

Jon era il ragazzo di tutti i giorni, sposato con sua moglie Grace da sei anni, due figli, ha vissuto nella stessa città per tutta la vita. Amava sua moglie e avrebbe fatto qualsiasi cosa per lei; e anche lui ha avuto un'ottima vita sessuale. Stavano insieme dal liceo e la scintilla era ancora lì. Hanno fatto alcune cose pazze insieme e lui era aperto a qualsiasi cosa Grace avesse tentato di provare. Così quando è venuta da lui una settimana prima del loro settimo anniversario e gli ha detto che aveva prenotato un viaggio per loro su un'isola tropicale per...

3.3K I più visti

Likes 0

La rosa spinosa Ch.04

Scarlett strinse le labbra carnose mentre si chinava verso la bassa scrivania accanto al suo letto, prendendo la piuma che aspettava lì, immergendola nell'inchiostro nero e picchiettando via l'eccesso prima di prendere nota sulla carta che aspettava accanto a lui, pronunciando le parole ad alta voce con voce sommessa come lui. “Ho scoperto che l'Orcesso, sebbene dominante nella sua natura, può essere sottomesso con la giusta leva. Mentre si sforzano di sembrare responsabili e potenti, un'affermazione certamente accresciuta dalla loro evidente forza e abilità fisica, loro, come la maggior parte che ho trovato, possono essere facilmente manipolati con la promessa del...

926 I più visti

Likes 0

Allenatore Kristen

Mia nipote gioca a softball in una piccola lega sponsorizzata dalla città in cui viviamo. Il suo allenatore, Kristen (non è il suo vero nome), è davvero l'unica cosa divertente delle partite. Kristen è sul lato grosso. Ha una specie di viso grosso su cui si trucca e labbra imbronciate dello stesso colore rosso scuro dei suoi lunghi capelli ricci. Non è quella che definirei una bellezza classica, ma è decisamente fattibile. E se dovessi indovinare, direi che probabilmente aveva tra i primi e i 30 anni. Kristen emana anche l'atmosfera che quando è fuori dal campo, è selvaggia come un...

2.9K I più visti

Likes 0

Mia sorella ed io a Natale - parte 2

Mia sorella ed io a Natale - parte 2 Il campanello suonò per tutta la casa, strofinando il sonno irrefrenabile dai miei occhi stanchi, sollevai la testa di Charlotte dal mio petto e la posai su un cuscino. Girai la chiave e aprii la porta. Mi porto il dito alle labbra, Charlotte sta dormendo, quanto pensi che sia presto? Ho detto. Uhhh, non così presto disse Leo, avvicinandomi alla faccia il suo hublot. Vieni di sopra dissi. Siamo andati in camera mia e ho fatto la doccia. Cos'è successo alla festa? chiese Leone Un ragazzo l'ha provato con mia sorella dissi...

2.9K I più visti

Likes 0

Mio cugino_(1)

Era un po' che non vedevo mio zio e la sua famiglia. L'ultima volta che ricordo che avevano 5 figli. 3 ragazzi 2 ragazze. Due dei ragazzi erano più grandi di me e gli altri erano più giovani di qualche anno. Ero noto per essere il cattivo di tutta la famiglia. Mia madre aveva detto che dovevo stare a casa dei suoi fratelli per l'estate. Sperando di stare lontano dalla vita di città. Mi andava bene che ho bisogno di una pausa dalla festa visto. Mia madre mi ha lasciato. Ecco qui. Spero davvero che tu ne tragga qualcosa, non so...

3.9K I più visti

Likes 3

La mia dolce causa dell'82

Titolo: “La mia dolce Sue nell'82” Nel 1982 ho vissuto con una donna più giovane di nome Karen e la stavo scopando oltre a incontri occasionali con la sua migliore amica Carla. Aveva diversi anni più di Karen ed entrambe le donne sapevano cosa stava succedendo ma non vedevano alcun problema. Sapevo anche che Karen di tanto in tanto scompariva per un giorno o due con la scusa di andare a sciare a Lake Tahoe quando in realtà era da qualche altra parte. Sapevo quando c'era la neve lassù e quando non c'era. Si stava ancora scopando un suo ex fidanzato...

2.4K I più visti

Likes 0

Tre volte parte 2 (Anche da Julius ovviamente & Copyright anche aprile 2008) Si sedettero e mangiarono il loro pranzo. Gli occhi di Paul si staccavano raramente i suoi seni e Marsha li mostravano deliberatamente lui. Si sedette con loro appoggiandosi sul tavolo con loro capezzoli molto in vista. Quando è andata a prenderli altro caffè, è stata premiata con una vista del suo cazzo, completamente eretto e sporgente dall'inguine. È stato pronto di nuovo e Marsha si meravigliò della resilienza di gioventù. Mentre gli versava il caffè, disse: “Penso che sia mio girati per essere soddisfatto; stai rimanendo indietro con...

963 I più visti

Likes 0

Il mio capo donna

Ciao, mi chiamo Gina, ho 26 anni, capelli neri, ho tette coppa B e sono alta 1,70. A volte ti senti in un certo modo nei confronti dei tuoi superiori. Di solito le ami o le odi, ma credo che il mio capo donna fosse qualcosa di speciale. Era gentile, ma non troppo carina. Lei è 5'9 con capelli e occhi castani. Anche lei aveva un corpo molto carino, con delle belle tette a coppa C, quindi è molto sexy per avere 37 anni. L'ho avuta come capo per circa 3 anni e mi sono masturbato pensando a noi che facevamo...

582 I più visti

Likes 0

Paolo il Vecchio

Di Gail Holmes Paul era il maggiore della famiglia, aveva un fratello e una sorella minore, anche se, prossimo ai venticinque anni, non aveva mai perso la verginità. David, non potresti incontrare un ragazzo più arrapato; bastava guardare una ragazza e lei si bagnava al pensiero. Ma Kerrie ora c'era una ragazza che sapeva come accontentare. Il problema di Paul era che era timido, okay, comprava tutte le riviste per ragazze, e aveva anche portato dei film da vedere, il problema era che sarebbe stato nervoso ogni volta che li guardava nel caso in cui qualcuno della famiglia tornasse a casa...

546 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.