Andare a vivere con Mara, parte 1.

891Report
Andare a vivere con Mara, parte 1.

Dichiarazione di non responsabilità: tutte le persone in questa storia hanno più di 18 anni e hanno acconsentito all'RP precedente alla storia.

Stavo cercando un nuovo posto dove stare da mesi, ma non era arrivato nulla nella mia fascia di prezzo. Alla fine, mi sono imbattuto in un annuncio su una stanza singola in affitto da una coppia di bell'aspetto. Sembrava tutto a posto, quindi li ho chiamati e ho fissato un orario per guardare la stanza. Il giorno finalmente è arrivato e quando sono arrivato a casa sono stato accolto da una donna. Si presentò come Mara e mi invitò a controllare la stanza. La stanza era proprio accanto alla loro ed era abbastanza grande con una cabina armadio. Mara ha anche detto che se l'avessi affittata avrei avuto accesso a tutte le altre stanze della casa, la cucina, la tana, ecc. Mara e io ci siamo trovati d'accordo e presto mi sono ritrovato a firmare il contratto di locazione.

Mi sono trasferito il giorno dopo, anche se non ho portato molto con me dalla mia vecchia casa. Questo era solo per impedire al mio padrone di casa di sapere che mi stavo trasferendo. Sono stato in grado di disfare rapidamente i bagagli e stanco com'ero, sono andato a dormire presto. Sono stato svegliato nella notte dal suono della mia porta che si apriva. All'inizio mi sono sdraiato sul letto, cercando di ricordare dov'ero. Presto mi tornò in mente, il trasloco e la mia nuova stanza. Ho aperto gli occhi ma era buio pesto e non riuscivo a vedere niente. Una luce fioca cadde ai piedi del mio letto mentre la porta della mia stanza si spalancava completamente. Una grossa figura maschile si stagliava sulla soglia, stagliandosi contro la debole luce della cucina. Dev'essere il marito di Mara, pensai, forse si era dimenticato che avevano affittato la stanza.

"Ehm, ciao" mormorai piano, "Sono Anna, tua moglie mi ha affittato questa stanza oggi." La figura iniziò ad entrare nella stanza e una voce profonda disse qualcosa di incomprensibile. A questo punto mi sentivo piuttosto anticonformista, con uno strano uomo nel mezzo della mia camera da letto e tutto il resto. "Scusami," dissi parlando più forte, "sono Anna, la tua inquilina e questa è la mia stanza." L'uomo si fermò sul bordo del mio letto e mi guardò. Per un secondo ho pensato che stesse per scusarsi e andarsene, ma poi ha parlato con voce impastata. "Mara... sei così carina stasera." Con un rapido movimento ha spazzato via la coperta dal mio letto, lasciandomi sdraiato lì esposto nel top del pigiama e nelle mutandine. Ero congelato lì dalla paura quando l'omone iniziò a slacciarsi la cintura con gli occhi che vagavano sulle morbide curve delle mie gambe e fino alle piccole protuberanze dei miei capezzoli duri. "Vedo che sei pronto per me." Disse con la sua voce profonda e confusa. Il freddo improvviso della coperta che veniva strappata via aveva fatto indurire involontariamente i miei capezzoli. Misi le braccia sul petto e sollevai le gambe finché le ginocchia incontrarono il mento. "Smettila", dissi con una vocina spaventata, "Io sono Anna, il tuo caseggiato. Non Mara!"

Ignorando completamente le mie proteste, è salito sul letto e mi ha afferrato le gambe, una per mano. Non potevo competere con la sua forza mentre contemporaneamente mi separava le gambe e avvicinava tutto il mio corpo a lui. I muscoli del suo petto si incresparono quando ora notai che era senza camicia. Una delle sue mani si strinse sul mio collo, mettendo prontamente fine ai miei deboli gemiti di protesta. Mentre l'altra sua mano si infilava sotto la mia maglietta e cominciava a massaggiarmi i seni. Bastava abbastanza, con tutte le mie forze mi sono allontanato e ho cercato di allontanarlo da me. Non accadde nulla, il mio debole corpo non poteva letteralmente opporre resistenza alla potenza della sua struttura muscolosa. Si chinò su di me e mi baciò con forza la bocca. Lo odiavo, e quello che stava succedendo, ma per un attimo il sapore delle sue labbra mi sopraffece. L'odore del suo sudore si diffuse intorno a me e sentii uno strano formicolio nella mia figa. Non sono sicuro per quanto tempo mi abbia baciato, ma mi è sembrata un'eternità. Quando finalmente si tirò indietro, la mia figa era umida e rimasi lì ad ansimare, tremando sotto il suo sguardo.

Potevo vedere che il suo cazzo era ora completamente eretto sotto i suoi boxer, palpitante e pronto. Per una frazione di secondo lo volevo, ma no, non potevo permettergli di scoparmi davvero. Non c'era modo che usasse un preservativo. Invece, sono caduto a terra in ginocchio. C'era solo un modo per uscirne, ed era farlo venire. Ho raggiunto la sua vita e gli ho tirato giù i boxer. Il suo enorme membro mi balzò in faccia e urtò contro le mie labbra. La sola vista di ciò mi inviava fitte involontarie di pura lussuria attraverso il mio corpo. In fondo alla mia mente mi odiavo, ma il me qui e ora lo ignorava. Aprii la bocca e portai le mie labbra sul suo cazzo, spingendolo più in profondità che potevo. Il sapore del suo precum ha reso la mia figa ancora più bagnata di quanto non fosse già. Mi afferrò la testa e iniziò a muovere i fianchi, fottendomi la gola. Ho alzato la criniera ad alta voce e ho usato la mia lingua per stimolarlo ancora di più. Cominciò a spingere sempre più velocemente, facendo dondolare tutto il mio corpo e spingendomi sul pavimento a ogni spinta. "Questo è tutto!" Ha detto con la sua voce profonda ", e con la mano libera mi ha colpito sul sedere. Ho ansimato e mi sono allontanato dal colpo, facendo affondare il suo enorme cazzo nella mia gola fino all'elsa. Ho soffocato contro la sua taglia , era così profondo che mi ha colpito ancora e ancora, sculacciandomi fino a quando il mio culo era insensibile e i miei occhi erano pieni di lacrime.

Alla fine, si tirò fuori dalla mia bocca, il suo enorme membro luccicante che oscillava vicino al mio viso. "È finita, ho pensato," mentre guardavo il suo cazzo pulsare e gocciolare precum. Ma no, non c'era ancora. Le sue braccia potenti mi sollevarono dal mio posto sul pavimento e mi gettarono letteralmente sul letto. Sono atterrato sul morbido materasso, il corpo dolorante per le percosse appena subite. Ma non c'era tempo per riposare, la sua struttura possente fu su di me in un istante. Riuscii ad aprire la mascella dolorante per gemere "Per favore... Non più... Fermati...". Le mie suppliche ovviamente non ebbero effetto, mentre si chinava e afferrava le mie mutandine, tirandole giù per le mie gambe e sopra i miei piedi con un movimento rapido. Il profumo pungente della mia umidità riempì la stanza, quasi dolciastro. La mia figa era fradicia e dolorante. Non sapevo perché il mio corpo mi avrebbe tradito così, nemmeno io l'avrei biasimato per avermi fottuto adesso. Ed è quello che ha fatto.

Con una mano mi afferrò le braccia, avvicinandole per inchiodarle al muro sopra la mia testa. Con l'altra mi coprì la bocca, facendo scivolare lentamente il suo grosso membro palpitante nella mia figa fradicia. Anche con le dimensioni del suo cazzo, quasi non ho sentito alcun dolore quando è entrato in me, i miei succhi lubrificavano il suo ingresso come un invito. Poi si è tirato indietro e mi ha sbattuto addosso, spingendomi dentro ancora e ancora. Ho urlato ogni volta che mi ha sbattuto addosso, avrebbe sicuramente svegliato i vicini se non fosse stato per la sua mano che attutiva le mie urla. Non avevo mai sentito niente di simile prima, mi colpì con tale forza, la sua mano mi teneva così rudemente, ero in uno stato costante di puro dolore e puro piacere allo stesso tempo. Anche se gemevo perché si fermasse, il mio corpo era sconvolto da un orgasmo imminente. Mentre mi colpiva, ogni tanto mi scopriva la bocca per un secondo, liberando la mano per schiaffeggiarmi in faccia. Solo per attutirmi di nuovo mentre cercavo di parlare.

La mia faccia bruciava non solo per i suoi colpi, ma anche per una bruciante vergogna. Perché mi è piaciuto questo? Perché ora stavo sbattendo contro il suo enorme cazzo mentre avevo il mio quarto orgasmo? Ero perso nel calore della passione. Dimenticando tutto della situazione mentre mi fotteva il cervello. Alla fine, lasciò andare le mie braccia e tolse la mano dal coprirmi la bocca. Ha attirato il mio corpo caldo e sudato contro il suo mentre veniva in profondità nella mia figa. Gemetti mentre sentivo le corde del suo sperma schizzare dentro di me, ancora e ancora, mi riempì il grembo con il suo sperma caldo e appiccicoso. Mi lasciò cadere e il mio corpo ricadde sulle lenzuola umide. Mi faceva male tutto il corpo e non riuscivo a muovere un muscolo. Mentre si allontanava da me, sembrava che una parte di me stesse venendo portata via. Il suo cazzo pulsante e caldo che tirava fuori mi ha lasciato la figa e tutto il corpo freddi. Anche mentre si alzava, il cazzo continuava a sussultare per l'orgasmo, mandando getti caldi di sperma sul mio corpo. Il calore del suo sperma sulla mia pelle bruciava, parte di esso si posava sul mio viso e sulle mie labbra, riempiendo la mia bocca del suo sapore dolce e salato. Fu un ultimo regalo quando il suo cazzo si afflosciò e lui uscì barcollando dalla mia stanza, chiudendo la porta e lasciandomi solo. Rimasi sdraiato lì, ogni centimetro del mio corpo era dolorante e incrostato di sperma. Potevo sentire più del suo sperma fuoriuscire dalla mia figa, il mio grembo non era abbastanza grande da contenerlo tutto. Avevo bisogno di prendere la pillola, ma non potevo pensarci ora, ero esausto per il calvario. Caddi in un sonno agitato mentre lo sperma si induriva sul mio corpo. Chissà cosa avrebbe portato la mattina.

Storie simili

Il club capannone (parte 4)

Prima di tutto, scuse enormi per il ritardo nella produzione della parte 4. Crisi inaspettata con influenza familiare dappertutto. Tutti meglio ora, così posso rispondere all'ultima serie di feedback..... Trainers nel Regno Unito si riferisce a calzature sportive.....Nike, Adidas, Puma ecc. Non credo che ci siano altre domande, così via con la parte 4. Questo coinvolge Finn, che vedo ancora di tanto in tanto. In effetti, ha riparato il mio PC l'anno scorso. Progetta siti web e altre cose tecniche che mi lasciano sconcertato. Non ha idea che sto scrivendo questo, e ovviamente ho cambiato il suo nome (in qualcosa di...

2.2K I più visti

Likes 0

Pookies prima volta con papà

Ciao la storia che stai per leggere è una storia vera su di me e mio papà che amo con tutto il cuore. questa è la mia prima storia quindi i commenti sono ben accetti. Era una settimana prima del mio 21esimo compleanno e papà mi ha detto che aveva in programma qualcosa di speciale per me (adoro quando papà lo fa). Ma prima lascia che ti parli di me e di mio padre, mia madre è nera e mio padre è bianco, quindi questo mi rende birazziale. Sono 5'9 con capelli neri corti un po 'come Keyshia Cole con occhi...

1.3K I più visti

Likes 1

The Switch (modificato e ripubblicato)

INTRODUZIONE: Mi scuso per tutti gli errori. In realtà non avevo intenzione di pubblicarlo quando l'ho fatto. Stavo ancora modificando quando l'ho postato per sbaglio. Ho avuto alcune difficoltà con il computer. Ringrazio quasi tutti per i loro commenti (l'eccezione sono le persone che usano le storie per pubblicare commenti in cerca di ragazze? Davvero! Funziona anche così??) Ho quasi finito con il capitolo 2 (che ha dei bei colpi di scena che spero tu mi piacerà) ma mi sono fermato a ripulire un po' il capitolo 1 e a ripubblicarlo. Spero che questo sia più facile da leggere. Grazie ancora...

1.4K I più visti

Likes 0

Io e i miei fratelli Capitolo IX

IX. Spettacoli di sesso Non appena tornai in cucina, arrivarono Marty e Donny, poco dopo che Louise e Bobby si presentarono. Quasi subito stavamo mangiando e ridendo perché sembrava che tutti avessimo qualcosa di stupido da dire. Louise ha detto qualcosa su Bobby che si è aggrovigliato nel lenzuolo e le è sembrato così divertente che riusciva a malapena a spiegarlo. Marty disse: Mi sarebbe piaciuto averlo visto? Da lì siamo entrati in una discussione sulla visione del porno. Quello che voglio vedere, disse Louise, è un vero spettacolo di sesso, non uno di quegli spettacoli porno. Louise, guardi molto porno?...

1.2K I più visti

Likes 0

DOMENICA SEXY>

“È davvero alto nove pollici e spesso? Pensi che gli piacerebbe un pompino da una donna sulla cinquantina? Ero molto bravo a farlo nel fiore degli anni, anche se non ho mai avuto un uomo con un'erezione di nove pollici. Ti piacerebbe vedermi soffiare la sua erezione di nove pollici, ha chiesto percependo il mio interesse. Glielo chiederò e ti risponderò, le ho detto eccitato al pensiero di guardare una donna di dieci anni più grande, ancora sessualmente attraente, portare all'orgasmo la spessa erezione di nove pollici del mio uomo mentre guardavo. Più tardi, lo stesso giorno, Sarah si è emozionata...

1.3K I più visti

Likes 0

Notte silenziosa...

Nicole era sdraiata sul letto quando suo marito, Rick, è tornato a casa dal lavoro venerdì sera. L'unica cosa che indossava era un reggiseno nero, perizoma nero e calze a rete abbinate. Quando entrò in camera da letto, la vide sdraiata lì profondamente addormentata. Mentre stava lì e guardava quanto fosse bella, iniziò ad eccitarsi. Si spogliò e salì sul letto accanto a lei. Il suo movimento nel letto la fece semplicemente allontanare da lui. Si sentiva in colpa per aver impiegato così tanto tempo in ufficio, ma c'era un incontro importante a cui doveva partecipare. Cominciò a farle scorrere le...

1K I più visti

Likes 0

Lana vuole condividere

PRIMA PARTE: Signore, è una specie di scherzo malato? Oh merda. Jake si era svegliato e si era ritrovato legato a braccia aperte sul letto nella sua stanza del dormitorio. Erano le vacanze di primavera, il suo compagno di stanza non c'era più, il campus era vuoto... il che poteva essere una cosa molto positiva o molto CATTIVA. Si leccò le labbra mentre la sua ragazza Lana e la migliore amica della sua ragazza, Jessica, incombevano su di lui. Perché sono nudo? Lana? Alzò lo sguardo sulla sua ragazza. Era bellissima, una mora alta e dalla pelle pallida con seni di...

669 I più visti

Likes 0

Realizzare la sua fantasia

L'ho osservata dalla finestra. Era appena arrivata a casa e stava scendendo dalla macchina. Percorse il vialetto e in pochi secondi sarebbe stata davanti alla porta. Pochi secondi dopo era in casa. Conoscevo la sua routine: uscire di casa alle 6, tornare a casa alle 17,30, doccia, cena, tv, letto. Immancabilmente, ogni notte. Non aveva un marito, né un fidanzato, né animali domestici, questa signora era chiusa in se stessa... il che era perfetto per me. Vedi, avevo dei progetti per lei. Ho sentito la porta d'ingresso chiudersi dalla sua camera da letto al piano di sopra. Mi diressi dolcemente verso...

629 I più visti

Likes 0

Mia figlia Miriam cap06

Capitolo 6 Jen era più che pronta a mettere in atto il piano di Dave. La volta successiva che i suoi genitori Barry e Cathy uscirono e la lasciarono sola, lei si precipitò dritta verso la scatola nascosta dei film sporchi. Ha scelto il film tra ragazze e ha iniziato a guardarlo. La settimana scorsa, quando l'ha visto per la prima volta, non era molto interessata a guardarlo. Ora non vedeva l'ora di vedere l'azione. Stava per organizzare uno spettacolo per i suoi genitori che li avrebbe fatti eccitare moltissimo. Mentre guardava quel film, l'azione la stava davvero facendo eccitare. Stava...

560 I più visti

Likes 0

Dominazione_(2)

I due guidarono in un silenzio a disagio finché Frank non offrì imbronciato: Non vedo perché continui a vedere questo ragazzo! Non ti rendi conto di quanto sia degradante per me? Mi dispiace, rispose Dana, ma sai che non c'è niente da fare e, a proposito, oggi Jack vuole che tu guardi. Che cosa!?! suo marito da quindici anni urlò indignato. “Certamente non lo farò!!!” Dipende da te, ovviamente, rispose lei in modo pacato, ma ha detto che se non ti fossi presentato sarebbe passato nel tuo ufficio e ti avrebbe picchiato a morte. Frank se ne accorse mentre parcheggiava l'auto...

399 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.