Sculacciato

1.8KReport
Sculacciato

Capitolo 1: Punto bagnato

Mi sono svegliato molto presto la mattina perché dovevo usare il bagno. E poiché il bagno al piano di sopra che è vicino alla mia stanza non funzionava, sono dovuto andare al piano di sotto. Il mio patrigno avrebbe dovuto aggiustarlo settimane fa, ma come sempre rimanda.

Scesi le scale, dovevo saltare il sesto gradino perché cigolava.

Viviamo in una vecchia fattoria, che il mio patrigno ha vissuto per tutta la vita. Il mio patrigno, Aaron, ma lo chiamo papà. Ha 56 anni ed è in ottima forma. È alto, magro e ha i muscoli per aver lavorato nella sua fattoria di 500 acri. Abbiamo un paio di cavalli, mucche longhorn e un paio di pastori tedeschi maschi.

Aaron è l'unico padre che ho conosciuto. Il mio padre biologico ci ha lasciato quando ero molto giovane, la mamma mi ha detto che è scappato con la sua segretaria.

Mia madre, Anna, è di taglia media, con i capelli biondi e gli occhi azzurri proprio come me. La mamma ha 40 anni e lavora in ospedale come infermiera notturna.

Ero durante le vacanze di Natale dal liceo. Domani dovrebbe essere una calda giornata di fine dicembre, almeno dove abitavamo. Hanno detto che potrebbe arrivare fino a 40 gradi.

Tutto quello che avevo addosso quando ho iniziato a scendere al piano di sotto era una lunga maglietta che copriva a malapena il mio piccolo sedere. I miei piedi nudi erano freddi per i pavimenti in legno. Mia madre lavora di notte e dovrebbe essere ancora al lavoro. E mio padre dovrebbe essere ancora a letto, o almeno così pensavo. Non pensavo che avrei avuto problemi ad arrivare in bagno inosservato.

Entrai e mi sedetti sul cesso freddo. Sedermi mi ha fatto capire che mi fa ancora male il culo dopo la mia ultima sculacciata. Il dolore mi ha fatto eccitare di nuovo. Mi sono chinato e mi sono strofinato il clitoride mentre facevo pipì. Non c'è niente come masturbarsi mentre fai pipì. Ma sfortunatamente, l'ho preso dappertutto su di me e sul pavimento. Dopo aver avuto un orgasmo, mi sono leccato la mano e le dita. A volte mi piace entrare nella vasca e sollevare le gambe sopra la testa e mettermi la figa sul viso. Riesco a leccarmi e adoro farlo come se mi pisciassi in bocca.

Poi mi sono tolto la maglietta e l'ho usata per pulire la pipì. Metto la maglietta nel cesto. Sarei stato io a fare il bucato quella mattina.

Mi sono guardato allo specchio. Mi voltai a guardare il mio didietro ancora rosso. Mi ha colpito così duramente la scorsa notte. Vorrei che colpisse anche la mia figa. Mi girai e guardai il mio corpo. Cazzo, odio le mie tette piccole. Ho un'areola piccola e scura con capezzoli grandi. Il mio seno ha le dimensioni di un mandarino molto piccolo. La mamma mi ha detto che il suo non è cresciuto fino a quando non è rimasta incinta di me. Immagino che potrei dover rimanere incinta allora.

Ero molto eccitato quando sono andato a letto ieri sera. Mio padre mi aveva dato una sculacciata per essere tornato a casa tardi. Ma quello che non sapeva è che sono tornato a casa tardi apposta solo per farmi sculacciare.

Mi piaceva molto essere sculacciata. Non violentemente o aggressivamente. Non mi interessava avere la pelle rotta. Ma essere portato alle lacrime è ok. Mi piace solo uno schiaffo deciso e a mani aperte contro il mio culo nudo. O dallo strumento per sculacciare preferito di mio padre, la racchetta da ping-pong.

Sfortunatamente, non ricevo più un giro di sculacciate di compleanno. Perché quelli si sono fermati proprio quando stavo iniziando a godermeli davvero? Ho sempre lottato per spiegare cosa c'è di così elettrizzante nell'ottenere una sculacciata.

Crescendo, la maggior parte dei bambini sa che sculacciare fa male. Ed essere messo sulle ginocchia di tua madre o di tuo padre di solito è imbarazzante e i bambini vogliono evitarlo a tutti i costi. Ma a un certo punto, i miei ormoni hanno preso il sopravvento. Questo mi ha fatto guardare alle sculacciate in modo molto diverso rispetto a prima, il che ha completamente trasformato il mio atteggiamento nei confronti delle sculacciate.

Mi masturbo quando leggo storie su qualcuno che viene sculacciato. Amo leggere storie online, le leggo da quando ero piccola. Ogni volta che venivo sculacciato, andavo in camera mia e mi alzavo.

Ho smesso di essere preoccupato che qualcuno mi avrebbe messo in ginocchio e ho iniziato ad aspettarlo. Ho iniziato a mettermi nei guai di proposito solo per ricevere una sculacciata.

Preferisco che sia mio padre a sculacciare perché picchia più forte. E so che lui sa che mi emoziono. Lascio sempre una macchia bagnata sui suoi pantaloni.

La mamma iniziò a sentire che stavo diventando troppo vecchia per essere disciplinata in quel modo. Ho sentito la mamma un giorno dire: "Sai, Aaron", ho sentito mia madre dirlo più di una volta, "Ti ho detto che Stephanie è troppo vecchia per essere sculacciata. Ma è particolarmente inappropriato il modo in cui lo stai facendo. Una ragazza della sua età non dovrebbe affatto essere nuda intorno al suo patrigno, tanto meno drappeggiata nuda in grembo!

Papà poi ha detto: "Sì, penso che tu abbia ragione".

Ho iniziato a preoccuparmi di non essere mai più sculacciato. Come sarebbe se sembrassi così disperato da chiederlo? Come chiedi a tua madre o tuo padre di sculacciarti?

Ma finora mio padre mi sculaccia ancora. Mi sculaccia solo quando la mamma è al lavoro.

Non sono vergine, ho solo fatto sesso con due ragazzi diversi e una ragazza. Il primo è stato con un ragazzo della scuola. Sua sorella è la mia migliore amica. Beth, dovrei dire, era la mia migliore amica.

Stavo dormendo a casa sua. Dopo che i loro genitori sono andati a letto, io e Beth ci siamo intrufolati nella stanza di suo fratello. Per un po' ha guardato Beth e io leccarci l'un l'altro. Beth ed io facevamo sesso da un paio di settimane prima che mi parlasse di lei e di suo fratello. Poi li ho visti scopare. Poi mi ha fottuto. All'inizio faceva male, ma dopo un po' si sentiva bene. Non ho nemmeno avuto un orgasmo. Quella è stata l'unica volta che l'ho fatto con il fratello di Beth.

Un paio di giorni dopo mi ha chiamato e mi ha detto? "Ciao, Stefania."

"Ciao, Beth, che succede?"

"Steph, non ti vedo più."

"Perché no?"

“Mio fratello ed io abbiamo parlato e vogliamo solo essere una coppia, ci amiamo moltissimo. Per favore, non arrabbiarti e PER FAVORE non dire a nessuno di noi.

"Beth, sono d'accordo e prometto che non lo dirò a nessuno, ma possiamo essere ancora amici?"

"Solo a scuola possiamo essere amici, ma non possiamo uscire o farti passare la notte a casa mia".

Questa è l'ultima volta che ci siamo parlati.

L'altro ragazzo che ho incontrato a una festa. Era più vecchio e carino, con capelli biondo sabbia e occhi verdi. Era sul lato paffuto, ma non troppo. Ho bevuto troppo quella notte. Avevo solo 3 birre, ma non ero abituato a bere.

"Vorresti andare di sopra per un po'?" Disse mentre ci stavamo baciando. Non so davvero come abbiamo iniziato a baciarci in primo luogo.

Mi prese per mano e mi mise su per le scale. Siamo finiti in una delle camere da letto. Mi baciò di nuovo mentre mi spogliava. Poi mi ha messo sul letto. Poi si è spogliato. Il suo cazzo era duro ma molto piccolo. Non potevano essere passati più di 4 pollici da quando l'ho fatto duro con la bocca.

Poi mi è salito sopra e me l'ha messo dentro. È durato solo 2 minuti, al massimo. Poi è sceso da me e si è vestito. "Grazie per il cazzo", ha detto mentre mi lasciava sdraiato lì. Non ho avuto un orgasmo. Non ricordo nemmeno il suo nome.

Ricordo una storia che avevo letto un anno o due fa su una ragazza e la sua migliore amica. L'ho salvato e l'ho letto più e più volte.

Il nome della ragazza nella storia era Jenifer e il nome della sua amica era Jeff. Vivevano vicini fin dalla nascita, frequentavano le stesse scuole e uscivano molto insieme. Jeff ha condiviso tutto con lei e ha parlato di qualsiasi cosa le venisse in mente, compresi i suoi amori passati. Jenifer è stata quella che lo ha sistemato dopo ognuno quando è venuto da lei con il cuore spezzato.

Jeff aveva avuto un certo numero di ragazze ed era andato fino in fondo con alcune di loro. Lui e Jenifer avrebbero parlato delle sue esperienze. Le chiedeva cosa eccita le ragazze e lei rispondeva a ciò che pensava le altre ragazze avrebbero apprezzato. Ha anche dato consigli su come potrebbe "migliorare" se stesso. Nonostante tutto, non ha mai condiviso i suoi desideri più profondi, o quanto l'ha resa eccitante quando Jeff ha parlato di cose che aveva fatto con altre ragazze.

Jeff era un leader atletico, forte e naturale sia dentro che fuori dal campo di football al liceo e all'università. Lo ha guardato prendere il comando e questo l'ha resa debole alle ginocchia. L'ha anche bagnata!

Aveva una cotta per lui fin dalla quinta elementare. Aveva dei bisogni e non sapeva come condividere quelle informazioni con lui. Ha avuto alcuni appuntamenti, ma si è guadagnata la reputazione di "Principessa del ghiaccio". La reputazione era ben meritata. Mentre molti dei suoi compagni di classe hanno perso la verginità, non ha permesso ai ragazzi di arrivare in seconda base con lei.

Non poteva fidarsi di se stessa. Sapeva che una volta iniziata si sarebbe arresa completamente ai suoi bisogni e alla volontà del suo Maestro.

Aveva bisogno di essere dominata!

Questa ragazza Jennifer, ho capito, sono io. È quello che volevo anch'io, essere dominato. Ma non da un'amica, come se avesse una cotta dalla quinta elementare. Per me, ho avuto una cotta per mio padre sin da quando ero molto giovane. Per questo motivo, sono molto geloso di mia madre.

Vorrei avere la forza che Jennifer ha avuto in quella storia. È uscita e ha detto a Jeff che era sottomessa e aveva bisogno di essere dominata. Aveva bisogno di qualcuno che si facesse carico e prendesse decisioni per lei. Il pensiero di un padrone forte che la usa come suo giocattolo sessuale mi porta quasi all'orgasmo solo a pensarci.

Questo è quello che voglio. Voglio mio padre come mio padrone. Voglio che mi usi come suo giocattolo sessuale. Ma non sono naturalmente coraggiosa come Jennifer. Come faccio a dire a mio padre che voglio che mi usi in quel modo? E la mamma? Mi odierebbe? Mi rinnegherebbe? Non voglio che divorzino. Quindi, per il momento, ho deciso di non fare nulla.

Quando sono uscito dal bagno e sono tornato in camera mia. Ero nudo da quando avevo lasciato la maglietta nella cesta. Ho pensato: 'Che diavolo? Mio padre mi ha visto nudo molte volte, anche durante alcune delle volte in cui mi ha sculacciato. Qual è la differenza se mi vede così adesso? Probabilmente mi sculaccerà di nuovo. Certo, mi piace il pensiero.

Prima di salire sulle scale ho sentito un rumore dall'interno del suo ufficio. Mi sono avvicinato alla porta e l'ho aperta un po'. Quello che ho visto mi ha scioccato. Mio padre era nudo (proprio come me)! E stava giocando con se stesso. Sapevo già che aveva un grosso cazzo perché a volte lo sentivo attraverso i suoi pantaloni quando mi sculacciava, o quando ero semplicemente seduto in grembo. Ma non mi rendevo conto di quanto fosse grande fino a quando non l'ho visto accarezzarlo nel suo ufficio. Sembrava che potesse essere lungo 8 o 9 pollici. Ed era anche molto denso.

Ho potuto vedere lo schermo del suo computer. Si stava masturbando per un video di una ragazza dai capelli biondi. Non riuscivo davvero a vedere la sua faccia da dove mi trovavo. Ma era sdraiata in grembo a un ragazzo e lui la stava sculacciando. A mio padre sembrava piacere guardare quella ragazza che veniva sculacciata tanto quanto lui si divertiva a sculacciare me.

L'uomo nel video stava sculacciando duramente la ragazza. Dopo un po', lui la spinse via dalle sue ginocchia. Poi ho potuto vedere il suo viso. Sono quasi morto. La ragazza nel video ero io! Mio padre aveva fatto un video di lui che mi sculacciava! Ha messo in pausa il video e ha finito di masturbarsi mentre guardava il mio corpo sullo schermo. Ho pensato che mi volesse nello stesso modo in cui io volevo lui.

Stavo per entrare nel suo ufficio per potermi avere, ma mi sono fermato perché ho sentito aprirsi la porta del garage. La mamma era a casa. "Fanculo!" Ho sentito mio padre dire mentre chiudeva rapidamente il video e chiudeva il computer. Sapevo allora che la mamma non sapeva che papà mi sta ancora sculacciando nudo.

Non volevo che mamma o mio padre mi beccassero in piedi nuda fuori dal suo ufficio, quindi sono corsa su per le scale il più velocemente possibile. Ma mi sono dimenticato del sesto gradino cigolante e ci sono salito sopra. Mi sono bloccato sul posto. Mio padre l'ha sentito? Non ho avuto tempo per scoprirlo. Sono tornato di corsa in camera mia. Quello era vicino.

Poi mi sono chiesto, e se fossi andato davvero nell'ufficio di mio padre? Potrebbe essere stato molto brutto. E se la mamma ci avesse beccati a fare qualcosa, entrambi nudi, anche se era solo una sculacciata?

Dopo che sono arrivato nella mia stanza e nel mio letto. Non riuscivo a sentire niente al piano di sotto, spero solo che mamma non abbia beccato papà con i pantaloni abbassati a masturbarsi.

Dopo un po' li ho sentiti nella loro camera da letto, li ho sentiti scopare, quindi so che va tutto bene.

Nel cuore della notte, papà è entrato nella mia stanza. Era nudo e aveva il suo grosso cazzo duro da 9 pollici in una mano e nell'altra teneva una grossa frusta, come quella di Indiana Jones. Non potevo muovermi. Alzai lo sguardo, le mie mani erano legate al soffitto da una corda e non potevo toccare il pavimento. Papà ha schioccato la frusta. “Buongiorno troia, sei pronta per la tua frustata?

"no papà, per favore no."

Poi ho sentito che una pagaia mi ha colpito il culo. Ho urlato di dolore.

Ha continuato a usare la pagaia sul mio culo.

Mi sono svegliato, fuori era ancora buio. Era solo uno spaventoso sogno sessuale che mi dicevo. Però era più come un fottuto incubo. Ero seduto nel mio letto, fradicio di sudore e respiravo affannosamente. Ero andato a dormire arrapato. Ecco perché devo aver sognato quello che ho fatto.

Nessuno in casa sembrava aver sentito il rumore che avevo fatto. Mi sdraiai, fissando l'oscurità. Non avevo più sonno. Ho tolto il coperchio da me. Faceva caldo. Perché l'ho sognato?!

Ho deciso di giocare con me stesso così. È sempre stato un ottimo antistress, soprattutto quando si va a letto eccitati.

Ho chiuso gli occhi. Ho iniziato a pensare a mio padre, sono salito sul letto con mio padre. L'ho cavalcato. Mi sono seduto sul suo cazzo e l'ho lasciato impalare. Era così dannatamente denso e duro mentre mi ci spingevo sopra. La testa era così bella scivolare dentro di me. Nella mia mente, mentre sollevavo i fianchi, guardavo in basso per osservare la mia figa afferrare la sua asta. Era deliziosamente malvagio. Quando sono scivolato di nuovo su di lui, il suo cazzo mi ha riempito di nuovo come nessuno aveva mai fatto prima. Mi stavo scopando mio padre. Ero la sua ragazza. Stava usando le sue mani per aiutarmi a scoparlo.

L'ho guidato fino a quando non ho iniziato a venire, il che non ha richiesto molto tempo. È venuto con me, riempiendomi del suo sperma. Potevo sentire il suo cazzo sussultare dentro di me mentre il suo sperma sgorgava. La mia figa pulsava come mai prima d'ora. Stava gemendo forte mentre gli strinsi forte il cazzo con la mia fica, mungendolo fino all'ultima goccia. Ho stretto mio padre a me mentre entrambi i nostri orgasmi si sono placati.

Ero ancora così eccitato, quindi mi sono guardato intorno e ho trovato il mio scrubber per la schiena. Metto il manico di legno tra le gambe e

l'ha pompato dentro e fuori. Il mio clitoride già gonfio ha preso subito in simpatia. Ho inarcato la schiena e, al chiaro di luna, attacco la mia figa al manico gigante. Mi morsi il labbro perché potevo sentire quella sensazione salire dentro di me ma non riuscivo a superare la collina. Mi sono guardato intorno in cerca di qualcos'altro da usare. Ho trovato una bottiglia di plastica pop, quindi ho deciso di provarla.

È una di quelle bottiglie con le creste laterali per una facile presa, quindi l'ho presa e l'ho messa

lato contro il mio clitoride inzuppato. L'ho strofinato furiosamente su e giù per le labbra, e ho potuto sentire il mio respiro iniziare a vibrare. I miei fianchi si contraevano, ma non mi importava quanto fossi rumoroso, continuavo a pensare a mio padre. Continuavo a immaginare il grosso cazzo di papà nella sua mano.

"Papà.....Papà.." dissi sopra e

terminato. Potevo immaginarlo in piedi sopra di me, accarezzando il mio grosso cazzo duro, sorridendomi, guardandomi venire.

Le mie gambe sbatterono insieme mentre il mio corpo era teso da un feroce orgasmo. Ho continuato

urlando il nome di mio padre più e più volte finché non si è calmato.

Il piacere e

il dolore di essere strofinato a crudo. Mi sono sdraiato sul letto toccandomi lentamente con le mie dita ora tremanti. Ormai le mie labbra della figa erano molto gonfie, e quasi mi faceva male toccarle ma non mi importava. Ho inserito due dita dentro di me e ho potuto sentire un altro orgasmo salire in me attraverso l'incredibile dolore e piacere che stavo provando. Le mie dita

stavano entrando e uscendo da me e stavo avendo uno degli orgasmi più intensi che abbia mai avuto. Quando le onde del piacere si placarono,

Mi contorcevo sul letto. Non mi ero mai fatto venire così forte prima. Tutto il mio corpo si sentiva svuotato. Mi chiedevo se la mia figa avrebbe mai smesso di pulsare.

Cosa c'era di sbagliato in me? Ne avevo appena cancellato uno pensando al mio patrigno! Anch'io ero ancora acceso! L'immagine del grosso cazzo di mio padre mi perseguiterà così per sempre?

Storie simili

Naked Day - parte 7

Allora, Sandy vuole un po' di cazzo. Ci sono stato, l'ho fatto, dissi con un sorriso. Sandy mi ha puntato il dito medio e ha riso. Beh, ho bisogno di una pausa, ho annunciato. Ho preso un asciugamano per Cindy per pulire il viso dal suo doppio viso, poi ho portato una sedia in fondo al letto. Penso che mi siederò qui e dirigerò. Dannazione, tutti e tre i fratelli Monroe nudi sul mio letto. Cominciamo. Johnny alzati sulla tua schiena e lascia che le tue sorelle lavorino per farti diventare duro di nuovo. Sandy, guarda quanto di questo puoi scendere...

769 I più visti

Likes 1

Un'avventura inaspettata con Robin e Olivia - Capitolo 6

Capitolo sei: La luce rossa La colazione era proprio quello di cui avevo bisogno. Toast, pancetta e uova. Tutto fatto con i giusti condimenti. La pancetta croccante e con un pizzico di zucchero di canna è deliziosa. È facile da rivestire e mettere in forno per un gusto ricco. Il toast è stato realizzato utilizzando un pane francese tagliato di sbieco. È stato tostato leggermente su entrambi i lati e poi il burro è stato spalmato su un lato e sciolto. Le uova devono essere cotte lentamente e soffici. E con un pizzico di formaggio aggiunge un bel sapore. Certo, potrei...

1.1K I più visti

Likes 0

Benedizione sotto mentite spoglie

L'indimenticabile avvenimento, che sto per raccontarvi, non è una storia di cazzi e tori, piuttosto è il mio primo tentativo sessuale che ho fatto quando studiavo al quarto anno di ingegneria. Per prima cosa mi presento: vivo con mio zio a Lahore. Essendo un contadino il mio fisico è robusto e la pelle è chiara. Molte donne del villaggio erano attratte da me ma non le ho notate in parte per l'inclinazione di mio padre alle attività religiose nel villaggio e in parte per il timore di essere colto in flagrante. Anche allora i miei occhi rimasero assetati di uno sguardo...

1K I più visti

Likes 0

Racconti di campagna: il cambiamento

Switch fece scattare una seconda lama con un clic e io tornai al mio camion. Non sembravano nemmeno notarmi molto. Avevano tutti tra i diciassette ei ventisei anni. Condividevano tutti una figura massiccia e forte, occhi e capelli scuri e morti e un carattere meschino. Che cazzo ci fate qui ragazzi? Disse Reed Hardy, il maggiore. Switch sbuffò rumorosamente. Ha picchiato a sangue tuo fratello. Quello era Switch. Jim si fece avanti. Non sono affari tuoi, Reed, lascia perdere. Disse con calma. Ho aperto la portiera del mio furgone. Ancora nessuno mi ha notato. Davvero? La vedo diversa. Ho sentito che...

1.1K I più visti

Likes 0

Mia nipote Sally, abbiamo avuto giorni migliori

Mi sono svegliato la mattina dopo, una tazza di caffè sul comodino e il giornale ai piedi del letto. Strano. Ho pensato. Leesha si era già alzato e di solito la domenica ero il mattiniero. Erano appena passate le otto. Non troppo presto, ma nemmeno troppo tardi. Mi alzai, mi infilai l'accappatoio, mi misi il giornale sotto il braccio e scesi le scale sorseggiando il mio caffè. Buongiorno testa assonnata. disse Leesha con un'aria un po' imbarazzata per tutte le cose. Mi dispiace per ieri sera piccola. Si avvicinò a me e mi diede un bacio sulla guancia. “Non so se...

975 I più visti

Likes 0

Balla con una concubina, parte seconda

Sono passate due settimane dal mio incidente nelle caverne. Si pensava che Nancy fosse scomparsa dalla sua famiglia, ma non potevo dire loro la verità. Conoscete quella su lei che ha accettato un patto da qualche gingillo magico e poi ha ordinato ai suoi scagnozzi di violentarmi. È ancora stupro se mi sono divertito fino in fondo? Forse ero uno di quei tipi sottomessi? Chissà? Ad ogni modo, appena sono riuscito a guadagnare abbastanza forze per lasciare il motel, sono scappato. Stuart e la sua amica con il fisico perfetto hanno cercato di fermarmi, mi hanno detto che c'erano molte cose...

883 I più visti

Likes 0

L'esattore - Parte 3

Pt 3 Mentre mi sedevo sull'autobus per riprendermi dall'orgasmo intenso che avevo appena avuto, ho sentito il mio cazzo scivolare fuori dalla figa molto bagnata di Mandy. Gemette di disapprovazione e si rannicchiò contro il mio collo. Che trasformazione ha attraversato, pensai mentre la strofinavo culo. Immagino che ora stesse pensando a me come al suo protettore. Di sicuro non voleva Tyrese si avvicina a lei con quel suo cazzo mostruoso! Beh, lei era circa per vedere in prima persona cosa stava per fare a sua madre! La vista e il suono della tredicenne che provava il suo primo orgasmo fecero...

1.7K I più visti

Likes 1

Allenatore Kristen

Mia nipote gioca a softball in una piccola lega sponsorizzata dalla città in cui viviamo. Il suo allenatore, Kristen (non è il suo vero nome), è davvero l'unica cosa divertente delle partite. Kristen è sul lato grosso. Ha una specie di viso grosso su cui si trucca e labbra imbronciate dello stesso colore rosso scuro dei suoi lunghi capelli ricci. Non è quella che definirei una bellezza classica, ma è decisamente fattibile. E se dovessi indovinare, direi che probabilmente aveva tra i primi e i 30 anni. Kristen emana anche l'atmosfera che quando è fuori dal campo, è selvaggia come un...

1.2K I più visti

Likes 0

Un inaspettato scherzo del destino

Kaden James- Spostò il peso per guardare suo padre, la mano ancora sulla maniglia della porta. Sapeva già cosa stava per dire. Prima che suo padre potesse parlare con suo fratello Kael e sua sorella Kayla entrarono dalla porta del patio. Sebbene Kayla cercasse spesso di nasconderlo, era chiaramente presa da sua madre. Quando aveva 13 anni si è tinta i capelli di un bel colore ramato che ha quasi fatto venire un infarto a suo padre. Indossava anche un pesante trucco per gli occhi che la faceva sembrare più vecchia e sexy. Il modo più semplice per farla incazzare era...

1.2K I più visti

Likes 0

Un sabato di piacere da cheerleader Ch. 08

La luce del sole si riversava dalle mie finestre e nella mia camera da letto mentre mi svegliavo in un tipico sabato mattina. Ho tolto la coperta dal mio corpo nudo e ho tolto i pantaloni blu di Becca dall'inguine mentre mi alzavo dal letto. Gli slip erano ancora ricoperti dal mio sperma della notte precedente. Gettai da parte le mutandine umide e mi avvicinai alla mia scrivania. Mi sono seduto sulla sedia, ho preso il mio laptop e ho acceso il computer. Ho aperto la mia e-mail e ho guardato la nuova posta che era arrivata. Avevo solo una nuova...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.