Cazzo come cani

2KReport
Cazzo come cani

Kelly nota me e il dobermann durante la passeggiata serale. Partiamo più o meno alla stessa ora, di solito annuendo o sorridendoci quando passiamo. All'inizio è il dobermann che ha catturato il suo interesse. Il mio cane è un animale magnifico e, grazie a Patra, Kelly si interessa molto di lui. Patra è il caro compagno canino di Kelly. Quando Patra è entrata in calore per trovare un compagno, Kelly ha pensato al mio cane. Kelly sapeva dove vivevo; Molte volte mi aveva visto entrare nel cancello di ferro. Entrando nel grande cortile, Kelly cerca il dobermann. Quando nulla si abbatte su di lei, Kelly avanza esitante verso la porta d'ingresso suonando il campanello. Dentro si sente un forte ronzio, Kelly mi sente muovermi e arrivare alla porta. Lo apro e il mio sguardo pieno di vapore la accarezza dalla testa ai piedi. Ritornando al mio sguardo, Kelly mi ha accolto per la prima volta. Sembravo così... maschio. Perché non mi aveva notato bene prima? Un familiare fremito alla bocca del suo stomaco attirò la sua attenzione per un momento. Fissandomi, Kelly ha quasi dimenticato per cosa era venuta qui.

Il mio basso husky "Ciao", l'ha riportata alla realtà. Il mio sorriso malizioso la fa quasi tornare nell'oblio. Con fatica si è ricomposta seguendomi dentro. Kelly si schiarì la gola e si immerse nel motivo per cui era venuta. "Patra, voglio dire, il mio... il mio dobermann, beh, è ​​in calore e mi chiedevo se avresti prestato il tuo cane..." si interruppe imbarazzata. Sta balbettando come un'adolescente ipersessuale! Cosa c'era di sbagliato in lei? Non era la prima volta che andava a cercare una compagna per Patra.
"Certo, i prossimi tre giorni... la sera... diciamo verso le sette?" ho chiesto con una voce bassa e sexy che le fa venire i brividi lungo la schiena. Arrossendo, come se avesse accettato di fare sesso tra noi invece dei cani, annuì e riuscì a scappare.
Per tutto il giorno dopo pensa scioccamente a me, il che è servito solo a stimolare la sua anticipazione. Alle sei e mezza aveva le farfalle nello stomaco e sta tramando varie scene nella sua testa, che finiscono tutte con lei che mi seduce. Kelly è molto eccitata quando è pronta per partire.

Lo sguardo sul mio viso quando apro la porta è molto lusinghiero. Passo tranquillamente gli occhi sulla sua figura snella, facendola sentire tutta calda dentro. Kelly guarda velocemente Patra. Ho colto il suggerimento e mi sono spostato da parte per farli entrare. Conducendo Patra dentro, l'abbiamo lasciata libera nel cortile sul retro. Il mio doberman è venuto di corsa e lei è partita con lui. Tornammo in soggiorno e ci sedemmo, di fronte alle finestre a tutta altezza che danno sul cortile. È un errore. Dopo circa cinque minuti di conversazione introduttiva i cani sono tornati e hanno iniziato a farlo proprio lì, di fronte a noi. L'accoppiamento è stato magnificamente incorniciato dall'enorme finestra di vetro. Questa è l'ultima goccia. Kelly non riesce più a mantenere la pretesa di normalità. Osservando apertamente ora, non riesce a smettere di guardarli. Il suo corpo si eccita visibilmente guardando i cani che fanno sesso e sapeva che la stavo guardando. Tuttavia, non riesce a distogliere lo sguardo. Il dobermann annusò la fica di Patra e iniziò a leccarla. Kelly vede il suo membro rosso sporgere tra le sue gambe e lui è salito in cima a Patra e ha iniziato a spingerlo dentro di lei. Lo sguardo di Kelly è fisso sull'esibizione di sesso crudo degli animali e sente un debole gemito. Kelly si rende conto che il suono proveniva da lei, sorprendendola. I suoi seni sono gonfi, i capezzoli duri, la figa bagnata e gocciolante.

Kelly sente che mi alzo e vengo verso di lei, ma non riesce a distogliere lo sguardo. Kelly è ipnotizzata dalle spinte frenetiche che il dobermann stava facendo e dai piccoli piagnucolii di Patra. Le prendo la mano portandola più vicino alla finestra di vetro. Siamo a circa un metro di distanza dai fottuti cani. In piedi dietro di lei, incrocio le braccia intorno a lei e le prendo i teneri seni. Comincio a massaggiarli lentamente. Kelly è già in fiamme e sente le mie mani lavorare su di lei con ogni terminazione nervosa. Le sbottono la camicetta infilandoci dentro le mani. Alzandole il reggiseno, le stringo i seni nudi facendola gemere in estasi. " Hmmm... ti piace, eh?" le sussurro all'orecchio. Kelly borbotta solo incoerentemente. Metto una mano sul suo addome premendo il mio inguine contro le sue natiche. Kelly sente il mio pene duro spingere nella loro morbidezza. L'altra mia mano sta giocando con il suo capezzolo. La mia bocca le sta mordendo il lobo dell'orecchio, il mio inguine si muove contro il suo culo rotondo.

I cani avevano terminato la loro esibizione e ora erano fuori vista. La giro, appoggiandola contro il vetro. Sollevo la parte anteriore della sua gonna e lei tiene le gambe aperte per me. Mettendo la mia mano sulle sue mutandine inzuppate, prendo a coppa il suo tumulo e inizio a strofinarla attraverso il materiale appiccicoso e bagnato. Kelly si unisce a me, muovendosi contro la mia mano, spingendo la sua fica bagnata sulla mia mano dura. Kelly si rende conto che vuole toccare anche me. Afferrando lo scatto dei miei jeans, lo apre, facendo scorrere la mia cerniera in fretta verso il basso e spingendo dentro le mani. Kelly sente il mio mostro gonfiarsi attraverso le mie mutande premendoci contro la mano. Ringhio qualcosa di incomprensibile e infilo la mano nelle sue mutandine. Muovendosi e allargando le gambe per darmi lo spazio di cui ho bisogno, continua a stringermi la mano. Un dito scivola lungo la sua fessura, nel suo foro gocciolante e il mio pollice è sul suo clitoride pulsante. Muovo il pollice, lei si scaglia contro di me e io rido. Improvvisamente, tiro fuori la mano e mi allontano da lei.

Kelly è sconcertata finché non si rende conto che voglio mettermi più a mio agio. Trascinandola sul divano, la spingo in ginocchio in ginocchio davanti a lei, tra le sue gambe aperte. Le sue mutandine sono state eliminate mentre anch'io mi tolgo i vestiti in fretta. Kelly appoggia la testa all'indietro sentendo che inizio a strofinare il suo clitoride con il mio naso. Premo la bocca sulla sua fica bagnata leccando i succhi che escono. Kelly ha le mani sul seno; premere, tirare, stringere. Poi la tiro sul pavimento, sopra il tappeto ruvido e all'improvviso la entro. Alla mia prima spinta, lei alza i fianchi e il mio cazzo è sepolto dentro di lei fino alle mie palle. Mentre si concentra sulla meravigliosa sensazione di un grosso cazzo duro che si muove nella sua fica, sente che le lamento parole dolci. Il mio duro osso pelvico le sfiorava il clitoride di tanto in tanto facendola sobbalzare in modo incontrollabile. Le sue mani sono sulle mie natiche e sente i miei muscoli che si rilassano e si irrigidiscono per lo sforzo di muovermi. La sua figa bagnata emette dei rumori mentre la spingo dentro ancora e ancora. Abbiamo fretta di scopare e ho impostato un ritmo duro e veloce che l'ha lasciata senza fiato, ansimando come i cani.

Non passa molto tempo prima che abbia il suo primo orgasmo tremante. Pochi secondi di un enorme spasmo con la mia vagina che si stringe sul mio cazzo duro. Il suo corpo si tende, non si muove per un momento prima di precipitare a capofitto nell'estasi. Trattenendo in uno spasmo gigantesco, si contorce e si dimena, parole sporche che sputano fuori tra i suoi denti serrati. Alla fine inizia a svanire e lei crolla di nuovo sul tappeto, esausta ma pronta per altro. L'ho lasciata riposare per qualche istante prima di girarla. "Mettetevi in ​​ginocchio, lo faremo nel loro stile", ordinai. Kelly alza il culo in aria e io le rimetto il cazzo dentro da dietro. Inizia più lentamente questa volta. Mentre si allunga tra le gambe strofinando il suo germoglio sensibile, mi sporgo in avanti premendo contro di lei, allungandomi le braccia per afferrare i suoi seni pendenti con le mani e gioco con loro. Dopo alcuni minuti, comincio a muovermi velocemente e lei deve mettere entrambe le mani sul pavimento per evitare di essere spinta. Sostituendo la sua mano sul suo clitoride, comincio a stringerlo e pizzicarlo crudelmente. Kelly grida di sorpresa ma la sensazione è incredibile. Viene scopata dolcemente e il suo clitoride viene punito in quel modo. È grande! Di nuovo gira nel suo secondo orgasmo, pochi minuti dopo il primo. Ondata dopo ondata di squisito piacere la investono, spasmo dopo spasmo la attraversano fino a farle male per lo sforzo. Il suo corpo si sente dolorante, crolla a pancia in giù, trema, inizia a rilassarsi, ma non stavo avendo niente di tutto questo. Le schiaffeggio le natiche spingendola sulla schiena.

A cavallo del suo viso, le offro il mio cazzo gonfio. Kelly apre la bocca e io guido la mia testa di cazzo verso le sue labbra. Mi lecca la testa dura e liscia, ricoperta di sperma. Lei succhia la testa del mio pene e poi mi lecca per tutta la lunghezza fino alle palle. Sto tremando mentre fa scorrere la punta della lingua sul lato inferiore del mio albero. Mordicchiandomi le palle, sente il mio pene sussultare a piccoli accessi e la mia faccia è contorta per un piacere squisito. Mentre si allunga intorno a me e mi massaggia le natiche, guido il mio cazzo ulteriormente nella sua bocca. Kelly succhia la testa del mio cazzo ei miei grugniti e gemiti le riempiono le orecchie. Il profumo muschiato del sesso è in tutta la stanza. Kelly mi prende tutta dentro e io inizio a fotterle la bocca, muovendomi dentro e fuori con spinte frenetiche. Kelly mi sente teso e sapeva che stavo per venire. Kelly mi succhia per tutto quello che vale mentre rimango immobile per un ultimo momento, inarcando la schiena con grazia prima che venissi a gemere e gridare, premendo il mio inguine sulla sua faccia. Tiro fuori dalla sua bocca proprio mentre sparo il mio carico e il mio sperma caldo schizza su tutto il viso e sui seni.

Kelly sente un debole "trama" accanto a lei e alza lo sguardo verso il viso di Patra. «Verremo spesso qui, Patra», le disse Kelly con un sorriso soddisfatto. Scendo da lei e aiuto Kelly ad alzarsi dal pavimento, mostrandole dov'è il bagno in modo che possa pulire. Kelly torna in camera per recuperare i suoi vestiti e io le porgo un bicchiere di vino. Ci sediamo sul divano sorseggiando il nostro vino. Le chiedo di trattenersi più a lungo, sospira mentre mi sporgo a prendere il suo capezzolo sinistro nella mia bocca. Succhio e mordicchio il suo seno, e lei inizia a slacciare frettolosamente la mia cintura di pelle dai miei jeans. Mentre me le tira giù per le gambe, poso la mia mano sul suo seno destro e la doppia sensazione la fa gemere. Kelly lavora sulla mia cintura e io rilascio il suo seno dalla mia bocca. Cado su di lei mentre lei spinge i miei pantaloni sul pavimento, e le mie mutande la seguono rapidamente. Non perdo tempo ad approfittare della nostra posizione. La bacio profondamente mentre appoggio la mia mano sinistra sul suo capezzolo destro. Kelly si arrapava di secondo in secondo mentre la stuzzico senza sosta facendo roteare e pizzicando il bocciolo del suo seno. La mia mano destra accarezza il suo corpo indugiando sul suo tumulo ardente.

"Mettimi la mano dentro", sussurra Kelly senza fiato. Sorrido e scuoto leggermente il suo clitoride eretto, strofinando i suoi succhi intorno alla figa. Kelly grida mentre continuo a stuzzicarla senza pietà. La sua fica che chiede di essere riempita di nuovo, e sente il mio cazzo diventare più duro contro la sua coscia ad ogni cerchio completato del suo clitoride. "Voltarsi", ho comandato, e lei ha fatto come le è stato detto. Le ho aperto le gambe finché il suo ginocchio sinistro non spinge contro la ringhiera e il suo destro è costretto contro il muro. Alzo il suo culo strofinando il mio cazzo contro l'apertura della sua figa. "Oh, piccola, sei così bagnata," dissi, e la mia voce suonava così sexy che quasi la sbatté di nuovo sul mio cazzo.

Non l'ho fatta aspettare a lungo. Afferrandole i fianchi, rimasi sulle scale spingendo i miei nove pollici pieni dentro la sua figa stretta. L'avevo allungata prima e la sua figa allungata di recente non si è ancora adattata completamente al sesso violento a cui sono abituato. Kelly sussulta per il dolore e il piacere, abbassando la testa sulle scale. Spingo il mio cazzo dentro di lei, man mano che le mie spinte aumentano, il dolore diminuisce. Kelly geme di puro piacere mentre seppellisco il mio cazzo fino in fondo dentro di lei, raggiungo il suo clitoride. All'inizio, sfioravo solo leggermente il suo bocciolo, ma la sua voce è diventata più forte, incoraggiandomi a strofinare più forte e più velocemente.

Presto, ho avuto due dita che strofinavano piccoli e veloci cerchi sul suo clitoride mentre continuo a sbattere incessantemente la sua fica stretta. Kelly si sente scivolare oltre il limite verso un altro orgasmo. "Baby, posso venire?" Piange, troppo sopraffatta dal piacere per preoccuparsi della risposta. L'ho lasciata soffrire per alcuni secondi, sussurrandole "sì" all'orecchio. Mi tengo stretto al suo addome, senza fermare l'attenzione sul suo clitoride né sulla sua figa inzuppata. Kelly sente il bruciore nel profondo dello stomaco, mentre le prime ondate di orgasmo si infrangono su di lei come un accogliente sollievo. Kelly allunga le mani sulle scale aggrappandosi alle fibre corte della moquette. Non riesce a raccogliere parole coerenti, quindi un forte gemito le sfugge dalle labbra, mentre ogni spinta del mio cazzo le manda esplosioni di piacere attraverso di lei. Sta provando un formicolio da piccoli impulsi elettrici. Mentre le ultime fitte dell'orgasmo la devastano, si accascia sulle scale. "Non così in fretta", dissi, "non abbiamo ancora finito di certo." Le tiro fuori il cazzo, lei si rotola sulle scale a guardarmi. Rimasi eretta in entrambi i modi, il mio cazzo grondava del succo della sua passione. Kelly si alzò a guardarlo, la velatura del climax che ancora le offuscava la vista. Inarco la schiena, spingendo il mio cazzo più vicino a lei.

Kelly prende lentamente la testa del mio cazzo in bocca leccando i succhi. Chiudo gli occhi aggrappandomi alla ringhiera. Muove la bocca più in basso lungo il mio albero, ingoiando il suo sperma e il mio pre-sborra dalla testa calda. Chiudo gli occhi, respiro profondamente mentre inizia a muovere la testa su e giù. Usa la sua bocca calda come una figa, succhiando e deglutendo, avvolgendo completamente il mio cazzo nella parte posteriore della sua gola. Il mio cazzo è diventato più duro mentre un gemito involontario sfugge dalle mie labbra. Appoggia la mano sinistra sulle mie palle massaggiandole delicatamente. Le nuove sensazioni fanno contrarre il mio cazzo in bocca. Stacca la testa dal mio cazzo, spingendo la testa contro le scale. Infilo il mio sacco di palle nella sua bocca, mentre lei mi succhia le palle fino a quando non sono vicino a sborrare. «Non ancora», dissi. Il suo corpo devastato dall'orgasmo si è ricaricato ed è pronta con riluttanza per il terzo round. Kelly si alzò in piedi accanto a me baciandomi profondamente sulla bocca. Le do uno sguardo lussurioso e lei vede il luccichio nei miei occhi, il che significa che stasera avrà qualcosa di speciale sulle scale. Mi sono seduto sui gradini tirandola giù verso di me, con la schiena rivolta al mio petto. Le bacio la schiena appoggiata alle scale.

Allungo la mia mano sinistra intorno alla sua vita e inizio a toccarle la figa, ancora inzuppata dal nostro secondo accoppiamento solo pochi minuti fa. Mentre tormento la sua figa con un movimento lento e deliberato dentro e fuori con il mio dito indice, inizio a strofinare i cerchi attorno alla stella del suo culo. Kelly fa un breve respiro. Kelly non ha mai sperimentato il gioco anale e non ha mai permesso a nessun ragazzo di fotterla il culo. Ritiro il mio dito dal suo buco, trascinando una scia di umidità dal suo canale vaginale all'apertura del suo culo. Sto attento a lubrificare l'esterno, quindi infilo la punta del dito indice attraverso l'apertura. Kelly rabbrividisce mentre spingo il mio dito ancora più dentro di lei. Niente sembra più pericoloso o sbagliato di noi due, sdraiati nudi sulle scale, mentre le sditalo il culo. Ho spinto il mio dito dentro e fuori dal suo culo stretto, aumentando la velocità. Dopo qualche minuto aggiungo un secondo dito. Kelly geme, "per favore smettila, tesoro, le tue dita nel culo mi fanno male... per favore tirati fuori!"

"Oh, imparerai a piacerti?" ringhiai. Tolgo le mie due dita dal suo culo e lei geme di sollievo mentre il dolore si attenua. "Otterrai ciò che meriti..." Le afferro i fianchi e poi le sfioro le chiappe. Kelly si sporge in avanti, in equilibrio sulle scale mentre afferra entrambe le ringhiere. Guido la punta del mio cazzo verso il suo stretto buco del culo vergine, fermandomi all'ingresso prima di farlo entrare. "Pronto?" La sua risposta non aveva importanza: la scoperò, nel culo, proprio in quel momento. Mi spingo dentro, mentre lei sussulta mentre il mio cazzo duro lotta per entrare nel suo culo stretto. La punta del mio cazzo salta presto oltre l'anello stretto del muscolo e il dolore dell'intrusione intensiva mentre il mio grosso albero la allunga. Giro i miei fianchi per massimizzare il mio piacere, mentre lei rimbalza su e giù sul mio cazzo, assaporando lentamente la pienezza del suo culo. Mi spingo dentro di lei e lei si rilassa lentamente picchiando indietro fino a quando i nostri gemiti "Cazzo! Sì! Ahhhhhh!" si fonde in un confuso pasticcio di piacere. È impossibile distinguere tra le nostre voci. Si strofina il clitoride in una frenesia, tentando di sedare un fuoco che brucia in profondità nei suoi lombi.

L'orgasmo di Kelly inizia per primo. Rimbalza più velocemente, usando le ringhiere per issarla su e giù sul mio membro duro sepolto nel profondo del suo culo. I suoi muscoli anali si stringono forte sul mio cazzo e il suo seno trema mentre chiama il mio nome in un urlo di passione e dolore. La mia mano sostituisce la sua sul suo clitoride e mi sfrego velocemente le mie nocche sono una macchia di movimento tra le sue gambe. L'altra mia mano le avvolge l'addome mentre viene forte, e lei sente i miei "Cazzo!" e "Sì!" diventano un indistinguibile guaito di piacere. Quando il suo orgasmo raggiunge il culmine, sente getti caldi di sperma pulsare nella parte superiore della sua cavità anale. Le sparo sei raffiche piene mentre le ultime ondate di piacere si placano. Il suo culo pulsa mentre l'elettricità emanata dal suo clitoride si lava via. Si alza dal mio cazzo e si siede accanto a me sulle scale. La mia mente vacillava per il piacere eccessivo e riuscivo a malapena a pensare in modo chiaro. "Grazie per avermi fatto restare," Kelly riesce a soffocare prima di crollare sul mio petto nudo e ansante. "Nessun problema..." Sorrido, mentre ci addormentiamo in un leggero sonnellino l'uno nelle braccia dell'altro, assaporando la nostra sottomissione al piacere.

Storie simili

Naked Day - parte 7

Allora, Sandy vuole un po' di cazzo. Ci sono stato, l'ho fatto, dissi con un sorriso. Sandy mi ha puntato il dito medio e ha riso. Beh, ho bisogno di una pausa, ho annunciato. Ho preso un asciugamano per Cindy per pulire il viso dal suo doppio viso, poi ho portato una sedia in fondo al letto. Penso che mi siederò qui e dirigerò. Dannazione, tutti e tre i fratelli Monroe nudi sul mio letto. Cominciamo. Johnny alzati sulla tua schiena e lascia che le tue sorelle lavorino per farti diventare duro di nuovo. Sandy, guarda quanto di questo puoi scendere...

775 I più visti

Likes 1

Un'avventura inaspettata con Robin e Olivia - Capitolo 6

Capitolo sei: La luce rossa La colazione era proprio quello di cui avevo bisogno. Toast, pancetta e uova. Tutto fatto con i giusti condimenti. La pancetta croccante e con un pizzico di zucchero di canna è deliziosa. È facile da rivestire e mettere in forno per un gusto ricco. Il toast è stato realizzato utilizzando un pane francese tagliato di sbieco. È stato tostato leggermente su entrambi i lati e poi il burro è stato spalmato su un lato e sciolto. Le uova devono essere cotte lentamente e soffici. E con un pizzico di formaggio aggiunge un bel sapore. Certo, potrei...

1.1K I più visti

Likes 0

Racconti di campagna: il cambiamento

Switch fece scattare una seconda lama con un clic e io tornai al mio camion. Non sembravano nemmeno notarmi molto. Avevano tutti tra i diciassette ei ventisei anni. Condividevano tutti una figura massiccia e forte, occhi e capelli scuri e morti e un carattere meschino. Che cazzo ci fate qui ragazzi? Disse Reed Hardy, il maggiore. Switch sbuffò rumorosamente. Ha picchiato a sangue tuo fratello. Quello era Switch. Jim si fece avanti. Non sono affari tuoi, Reed, lascia perdere. Disse con calma. Ho aperto la portiera del mio furgone. Ancora nessuno mi ha notato. Davvero? La vedo diversa. Ho sentito che...

1.1K I più visti

Likes 0

Benedizione sotto mentite spoglie

L'indimenticabile avvenimento, che sto per raccontarvi, non è una storia di cazzi e tori, piuttosto è il mio primo tentativo sessuale che ho fatto quando studiavo al quarto anno di ingegneria. Per prima cosa mi presento: vivo con mio zio a Lahore. Essendo un contadino il mio fisico è robusto e la pelle è chiara. Molte donne del villaggio erano attratte da me ma non le ho notate in parte per l'inclinazione di mio padre alle attività religiose nel villaggio e in parte per il timore di essere colto in flagrante. Anche allora i miei occhi rimasero assetati di uno sguardo...

1.1K I più visti

Likes 0

Un sabato di piacere da cheerleader Ch. 08

La luce del sole si riversava dalle mie finestre e nella mia camera da letto mentre mi svegliavo in un tipico sabato mattina. Ho tolto la coperta dal mio corpo nudo e ho tolto i pantaloni blu di Becca dall'inguine mentre mi alzavo dal letto. Gli slip erano ancora ricoperti dal mio sperma della notte precedente. Gettai da parte le mutandine umide e mi avvicinai alla mia scrivania. Mi sono seduto sulla sedia, ho preso il mio laptop e ho acceso il computer. Ho aperto la mia e-mail e ho guardato la nuova posta che era arrivata. Avevo solo una nuova...

1.1K I più visti

Likes 0

Migliori amiche moglie incinta Pt 1

Avevo sempre sentito dire che le donne si arrapavano di più durante la gravidanza, ma non mi rendevo conto di quanto fosse brutto fino a quando il mio migliore amico e sua moglie non rimasero incinta. Da quando sono stato licenziato l'estate scorsa, pago i conti facendo lavori saltuari in giro per la città; tinteggiatura di case, tettoie e falciatura dei prati. Michael, il mio amico, lavora in una fabbrica molto ben pagata, e immagino che abbia deciso di aiutarmi assumendomi per dipingere la sua cucina e il suo bagno, anche se non c'era niente di sbagliato nella vernice. Ero felice...

1.2K I più visti

Likes 1

Rigorosamente di testa

QUESTA E' FANTASIA QUESTO NON E' SUCCESSO DAVVERO. QUESTA E' LA MIA PRIMA STORIA!!! era una calda giornata estiva, stavo appena uscendo dal lavoro e vedo un vecchio amico. era in piedi vicino alla sua macchina. il suo nome è volontà. ora sarà molto facile per gli occhi. è alto circa 6 piedi 2, molto muscoloso, di carnagione scura e carino. ha un sorriso molto caloroso e dà abbracci incredibili. sono alto circa 5 piedi e 5, un po' spesse, tette di taglia 38f, pelle bianca e cremosa molto pallida e ho una personalità straordinaria. Corro da Will e gli do...

951 I più visti

Likes 0

Mia nipote Sally, abbiamo avuto giorni migliori

Mi sono svegliato la mattina dopo, una tazza di caffè sul comodino e il giornale ai piedi del letto. Strano. Ho pensato. Leesha si era già alzato e di solito la domenica ero il mattiniero. Erano appena passate le otto. Non troppo presto, ma nemmeno troppo tardi. Mi alzai, mi infilai l'accappatoio, mi misi il giornale sotto il braccio e scesi le scale sorseggiando il mio caffè. Buongiorno testa assonnata. disse Leesha con un'aria un po' imbarazzata per tutte le cose. Mi dispiace per ieri sera piccola. Si avvicinò a me e mi diede un bacio sulla guancia. “Non so se...

985 I più visti

Likes 0

Balla con una concubina, parte seconda

Sono passate due settimane dal mio incidente nelle caverne. Si pensava che Nancy fosse scomparsa dalla sua famiglia, ma non potevo dire loro la verità. Conoscete quella su lei che ha accettato un patto da qualche gingillo magico e poi ha ordinato ai suoi scagnozzi di violentarmi. È ancora stupro se mi sono divertito fino in fondo? Forse ero uno di quei tipi sottomessi? Chissà? Ad ogni modo, appena sono riuscito a guadagnare abbastanza forze per lasciare il motel, sono scappato. Stuart e la sua amica con il fisico perfetto hanno cercato di fermarmi, mi hanno detto che c'erano molte cose...

894 I più visti

Likes 0

Allenatore Kristen

Mia nipote gioca a softball in una piccola lega sponsorizzata dalla città in cui viviamo. Il suo allenatore, Kristen (non è il suo vero nome), è davvero l'unica cosa divertente delle partite. Kristen è sul lato grosso. Ha una specie di viso grosso su cui si trucca e labbra imbronciate dello stesso colore rosso scuro dei suoi lunghi capelli ricci. Non è quella che definirei una bellezza classica, ma è decisamente fattibile. E se dovessi indovinare, direi che probabilmente aveva tra i primi e i 30 anni. Kristen emana anche l'atmosfera che quando è fuori dal campo, è selvaggia come un...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.