Il demolitore va avanti

1KReport
Il demolitore va avanti

Erano passati circa 8 mesi da quando Jenny era morta, un periodo in cui ero rimasto celibe, in parte per la sensazione che avrei dovuto ancora esserle fedele e in parte per la convinzione che forse ero stato punito per il mio comportamento precedente, tuttavia avendo solo 25 anni vecchio non passò molto tempo prima che iniziassi a sentirmi di nuovo davvero eccitato e cercare di liberare ancora una volta il demolitore divenne una necessità.



Il mio appartamento al piano di sopra si affacciava su un nuovo complesso residenziale che era stato costruito su un terreno commerciale bonificato proprio di fronte a me, avevo notato una bella mora che si era trasferita qualche mese prima con il suo "partner", avrei immaginato che era forse sulla trentina, molto attraente alta circa 5 piedi e 6 pollici con una vita sottile e un bel culo rotondo, e anche le sue tette sembravano ben proporzionate, quindi avevo deciso di salutarli a ogni occasione e mi ero fidanzato la donna in conversazione un paio di volte e ha scoperto che si chiamava Rachel e il suo "partner" era William, avevo provato a flirtare con lei ma era sembrata molto simpatica alle mie avance, quindi ho pensato che fosse la fine, rapidamente divenne evidente che a William piaceva molto di più uscire con i ragazzi che stare a casa con lei spesso di notte tornava a casa dal pub all'ora di chiusura molto ubriaco e quasi ogni sabato andava a casa di calcio o fuori con il locale sostenitori club, alcune sere li sentivo litigare e sbattere le porte, quasi tutte le sere entrambe le luci della camera da letto erano accese quindi immaginavo che dormissero separatamente.



Circa un mese dopo sono tornato a casa e ho scoperto che avevano ricevuto una consegna di lastre per pavimentazione e sabbia che era stata scaricata sul marciapiede, William era al lavoro e Rachel stava cercando di spostare le lastre da sola "ecco la mia occasione" io pensò, così trotterellai e le offrii la mia assistenza, in men che non si dica li avevo e la sabbia riposti al sicuro a lato della loro casa anche se ora ero sporco e sudato lei mi ringraziò con un abbraccio e una delle lattine di birra di William , "Dovrebbe fare il patio questo fine settimana", ha detto ma ha aggiunto "grassa possibilità" ma poi non ha detto altro su di lui ma ha iniziato a informarsi sulle mie relazioni che ho trovato più che interessanti, ha cominciato a rannuvolarsi e la pioggia stava arrivando, quindi ci siamo salutati e ci siamo fermati.



Inutile dire che quel fine settimana non ci furono progressi nel patio, tuttavia il sabato successivo mi svegliai tardi per scoprire che le lastre erano state preparate per il lavoro e William era al lavoro cercando di scavare un'area di torba, era davvero in difficoltà perché era una giornata calda e umida, Rachel continuava a uscire per incitarlo e lo stava caricando senza fine, alla fine scoppiò una lite ardente con più di poche parolacce scambiate, finì quando William si precipitò al pub e Rachel sono tornate a casa sbattendo la porta, circa 10 minuti dopo l'ho vista uscire di casa e iniziare a provare a sollevare il tappeto erboso da sola, così mi sono avvicinato e l'ho salutata sembrava contenta di vedermi e ha lasciato cadere la vanga "cazzo lui, è un osso inutile spreco di spazio "ha detto poi ha aggiunto" Immagino che tu abbia sentito tutte le imprecazioni, che rovina nella tenuta dobbiamo essere "ha sorriso e ho sorriso anch'io" hai voglia di un caffè da me "ho chiesto , mi ha lanciato uno sguardo d'intesa prima di accettare, una volta tornata nel mio appartamento ha visto Ero nervoso così ho fatto il caffè e mi sono tenuto a distanza, abbiamo iniziato a chiacchierare e prima che ce ne rendessimo conto era passata un'ora, ero andato a pisciare e avevo notato dalla finestra dell'ingresso che William era tornato a faticare nel giardino di fronte.



L'ho detto a Rachel e così è venuta a dare un'occhiata mentre era in piedi accanto a me Ho sentito la tensione sessuale salire, sono scivolato dietro di lei mentre guardava attraverso le tende guardando William che faticava e sudava, poi le ho messo le mani sulla vita, lei teso ma non mi sono allontanato, quindi mi sono prestato a lei e ho permesso alle mie mani di salire sui suoi seni e tenerli delicatamente a coppa, sentendo i capezzoli sodi attraverso la sua parte superiore, ancora una volta lei non si è mossa, quindi glieli ho fatti scivolare dentro la parte superiore e le ho accarezzato il reggiseno meno seni, si è prestata a me e la sua testa si è inclinata all'indietro in modo che potessi baciarla, mentre si girava verso di me mi ha tirato la maglietta sopra la testa e le sue mani sono andate ai miei jeans sentendo il mio cazzo indurito attraverso il denim, io le avevo tolto il top e le stavo succhiando forte i capezzoli, le mie mani erano sulla sua gonna e dentro le sue mutandine, le mie dita affondate nel suo buco che lavoravano i suoi succhi, l'ho sentita slacciare il bottone e aprire la cerniera dei miei jeans così sono caduti sul pavimento, le sue mani hanno scavato nei miei boxer per liberare il mio cazzo, esso era già duro mentre lo tirava fuori, l'espressione di lussuria sul suo viso mentre prendeva il pieno 9 e un po 'di carne dura era una gioia da guardare, avevo le sue mutandine intorno alle caviglie ora e lei ne è uscita mentre mi toglievo i jeans e i boxer, questo mi ha lasciato nudo e Rachel solo con la gonna, "portami a letto" ha detto, ma invece le ho voltato le spalle per guardare la finestra, "dimmi cosa sta facendo William" ho chiesto mentre la prestavo un po' in avanti e le sollevavo la gonna, piegavo le ginocchia e allineavo il mio cazzo con la sua figa, "sta lavorando sodo"?
"è accaldato e sudato"? chiesi mentre la testa del mio cazzo scivolava tra le labbra della sua figa.
"SÌ oh SÌ" ansimò mentre scivolavo di qualche centimetro dentro di lei.
Ho iniziato a scoparla lentamente da dietro mentre mi raccontava di William che lavorava.
"È tutto accaldato e infastidito, sudando molto……………oooooh sì"
Le ho dato un altro paio di pollici
"deve essersi interrogato su di me…………Oh sì………… PIÙ VELOCE"
Mi sono infilato a casa tutta la mia lunghezza e ho cominciato a scoparla con colpi lunghi e veloci.
"Oh merda che è tremendamente fottutamente buono……….. PIÙ DIFFICILE, per favore, PIÙ PROFONDO"
La sua figa stava soffocando mentre continuavo a scoparla il più velocemente possibile, le sue gambe iniziarono a cedere così ci siamo fermati e l'ho portata a letto e ho montato il suo stile da missionario, le ho alzato le gambe al petto e l'ho cavalcata a morte, quando finalmente sono arrivato mi sono tirato fuori e ho sparato il mio sperma su tutta la pancia e le tette, lei ansimava, sudava, sdraiata con la figa spalancata.



Sono caduto sulla schiena accanto a lei e mi sono riposato, non potrà mai scoprirlo lei ha detto che ci avrebbe uccisi entrambi, è così geloso, ho detto che non avevo intenzione di dirlo quindi dipendeva da lei se lo era per scoprirlo e sembrava contenta di questo, "Devo tornare indietro", ha detto, ma quando sono scivolato giù dal letto e ho iniziato a mangiarla ha cambiato idea e ha aperto ulteriormente le gambe per consentire un migliore accesso, girandosi gradualmente in posizione 69 e prendendomi il cazzo in bocca mi ha gradualmente riportato alla piena erezione così da potermi salire sopra e cavalcarmi fino al suo secondo orgasmo spingendo forte la sua figa sul mio cazzo, mi ha inondato le palle con i suoi succhi, con che si è vestita in fretta e se n'è andata.



L'ho guardata mentre lasciava la mia porta sul retro, scivolava giù per le scale e girava il lato della casa, dall'altra parte della strada, passava davanti a William senza dire una parola ed entrava in casa sua, Non ne ha mai parlato quando ci siamo incontrati la prossima volta e mai da allora essere onesti penso che fosse per il meglio.


Almeno lo sfasciacarrozze era tornato in affari, e ho scoperto che i leopardi non cambiano mai posto.

Storie simili

Foto di Laura

Vedevo Laura di tanto in tanto da un paio d'anni, nel migliore dei casi eravamo amici del cazzo, e nel peggiore dei casi passavamo settimane senza parlarci. Eravamo di nuovo insieme da un po' quando Laura chiamò e si autoinvitò quella sera. Laura era eccezionalmente calda, lunghi capelli biondi, occhi azzurri, corpo sodo, abbronzatura tutto l'anno, bel seno coppa B e una figa rasata che adoravo mangiare. Di solito quando Laura veniva dopo il lavoro portava con sé un vestito sexy e si vestiva per me, occasionalmente le facevamo delle foto in vari stati di vestizione e svestizione che salvavamo e...

613 I più visti

Likes 0

Otto - Parte 2

Ormai non sentivamo assolutamente alcuna inibizione tra di noi e avevamo provato quasi tutto quello che c'era da provare. Rene e Jane adoravano esibirsi di fronte a noi e segretamente scommettevano tra loro su quanto tempo ci sarebbe voluto prima che George e io non ne potessimo più e ci unissimo. Per qualche ragione c'era una cosa che non avevamo ancora fatto: né George né io ci eravamo penetrati l'un l'altro. Non c'era un motivo particolare in quanto non trovavamo insolito toccarci e spesso guidavamo i nostri rispettivi cazzi nei passaggi anteriori o posteriori delle ragazze come ci sentivamo in forma...

575 I più visti

Likes 0

Il mio pugno pompino

Quando abbiamo iniziato a guardare la T.V, Dave ha notato che i miei pantaloni nella zona del cavallo avevano iniziato a sollevarsi. Stavo iniziando ad avere un'erezione. Mi chiede se mi dispiacerebbe mostrarglielo. Non ero mai stato veramente con un'altra ragazza o con nessuno ed ero fatto, quindi ho pensato perché no. Ho 16 anni e ho un bel cazzo grosso di circa 8 pollici e dannatamente grosso. Quando è stato completamente finito, l'ha appena guardato e ha detto dannazione amico, è enorme, io rispondo davvero? lui dice sì. Lui che senza chiedere mi mette le dita intorno al cazzo. ahhh...

582 I più visti

Likes 0

Innamorarsi di Kyle - Capitolo 6

Va bene, ecco la parte successiva. Evvai perché non ci vorranno mille anni! Sono piuttosto orgoglioso di questo capitolo, soprattutto considerando lo stato d'animo da scoreggia cerebrale in cui sono stato... Grazie a tutti coloro che mi hanno dato qualche idea. Sto ancora decidendo come continuare questa storia. Molto probabilmente lo farò, ma probabilmente ci saranno solo un capitolo o due in più. Ma sarete tutti felici di sapere che inizierò un'altra storia non appena questa sarà finita. Sono davvero entusiasta di pubblicarlo; Penso davvero che vi piacerà. Ho ricevuto un'infinità di stesse domande dai PM, quindi ne risponderò ad alcune...

528 I più visti

Likes 0

Un ragazzo e il suo genio - Capitolo 06

Su suggerimento di Sophie, Matt tornò a casa quella sera. Non volevano rischiare che qualcuno sospettasse che avesse un genio, quindi decisero che probabilmente avrebbe dovuto tenersi lontano da lei in pubblico per un po'. Matt acconsentì, anche se avrebbe preferito non doverlo fare. Matt si sdraiò sul letto, nudo, pensando a tutto quello che era successo di recente. Molte volte nella sua vita aveva immaginato come sarebbe stata la sua vita se avesse trovato un genio. Naturalmente, una volta raggiunta la pubertà, i suoi pensieri erano rivolti a tutto il sesso che avrebbe fatto. In una certa misura, ciò si...

599 I più visti

Likes 0

La locanda del piacere

Che lunga giornata! Sembrava che stessi camminando da sempre, sicuramente per miglia raggiungere una certa locanda appartata per incontrarti. Sono arrivato accaldato, stanco e polveroso, solo per scoprire che eri in ritardo, ma avevi prenotato una stanza noi. Ero felice di essere portato nel nostro rifugio, pensando che avrei potuto avere un bella doccia calda prima del tuo arrivo. Parliamo di silenzio! La nostra camera si apriva su un lussureggiante balcone, quasi totalmente nascosto dal mondo esterno da una foresta di piante e alberi ad alto fusto. Ho ringraziato il fattorino, e mi sono strappato i vestiti mentre correvo in bagno...

190 I più visti

Likes 0

Racconti di campagna: il cambiamento

Switch fece scattare una seconda lama con un clic e io tornai al mio camion. Non sembravano nemmeno notarmi molto. Avevano tutti tra i diciassette ei ventisei anni. Condividevano tutti una figura massiccia e forte, occhi e capelli scuri e morti e un carattere meschino. Che cazzo ci fate qui ragazzi? Disse Reed Hardy, il maggiore. Switch sbuffò rumorosamente. Ha picchiato a sangue tuo fratello. Quello era Switch. Jim si fece avanti. Non sono affari tuoi, Reed, lascia perdere. Disse con calma. Ho aperto la portiera del mio furgone. Ancora nessuno mi ha notato. Davvero? La vedo diversa. Ho sentito che...

2.4K I più visti

Likes 0

Impegnando Alpha Kappa Betta Sorority

Finalmente ho finito di trasferirmi nella mia stanza del dormitorio! Sono così entusiasta di ricominciare finalmente da capo e di lasciarmi alle spalle il liceo e tutte le persone che mi hanno maltrattato. Il mio migliore amico Casey è uno dei miei coinquilini, siamo stati accoppiati con altre due persone a caso. Spero che non siano cretini. Comunque, io e Casey siamo migliori amici da quando ho memoria. Ha già finito di fare le valigie e stiamo per andare a esplorare l'università una volta uscito dalla doccia. Sono così eccitato, non vedo l'ora! Lo sento finalmente finire in bagno e ne...

2.3K I più visti

Likes 0

Maturo per la raccolta - Parte 4

Maturo per la raccolta - Parte 4 Di Kevin Moore Bryan mi ha legato al letto in un tempo doppio, e poi ha recuperato una fotocamera Pentax Spotmatic dall'armadio - in seguito ho scoperto che quell'uomo era un fotografo professionista e che i bum-boy e la pornografia erano le sue due principali passioni nella vita. Mentre armeggiava con la telecamera, un uomo di colore nudo è entrato nella stanza. «Piacere da parte tua a presentarti finalmente, Lloyd», disse Bryan. Kevin avrebbe potuto essere sdraiato qui per ore, in attesa di un vero furto reale da parte del mamba nero. «Culo con...

2.3K I più visti

Likes 0

Allenatore Kristen

Mia nipote gioca a softball in una piccola lega sponsorizzata dalla città in cui viviamo. Il suo allenatore, Kristen (non è il suo vero nome), è davvero l'unica cosa divertente delle partite. Kristen è sul lato grosso. Ha una specie di viso grosso su cui si trucca e labbra imbronciate dello stesso colore rosso scuro dei suoi lunghi capelli ricci. Non è quella che definirei una bellezza classica, ma è decisamente fattibile. E se dovessi indovinare, direi che probabilmente aveva tra i primi e i 30 anni. Kristen emana anche l'atmosfera che quando è fuori dal campo, è selvaggia come un...

2.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.