Seduzione di una moglie conservatrice

336Report
Seduzione di una moglie conservatrice

Liz e io ci siamo sposati giovani, io avevo 21 anni e lei solo 18, poco più che dei bastardi in realtà. I nostri genitori non pensavano che sarebbe durata a lungo, ma in qualche modo siamo cresciuti e abbiamo costruito insieme un matrimonio solido e felice. Vorrei che potessi vedere le foto di Liz nel suo abito da sposa, sembrava una perfetta bambola di porcellana! È alta un metro e settanta, ha capelli castano scuro e occhi castano scuro, pesa 50 chili e ha una figura sinuosa e uno splendido seno 34C dalla forma perfetta che le sta bene e in alto sul petto. Ha un aspetto da ragazzina carina e anche se non è una bellezza straordinaria, gli uomini la guardano sempre due volte e il secondo sguardo è sempre lungo e persistente.

Quindi eccoci qui, 10 anni dopo, con due piccoli figli e alle prese con difficoltà a pagare il mutuo su una vecchia casa fatiscente in un grazioso villaggio. Penseresti che sarei gloriosamente felice, non è vero, ma non lo sono. Sono depresso. Perché? Beh, vedi che Liz proviene da una famiglia cattolica ed è stata educata in una scuola conventuale gestita da un severo ordine di suore, quindi fin dalla tenera età è stata indottrinata con l'insegnamento che il sesso è un peccato, che solo le ragazze malvagie fanno sesso e le brave ragazze cattoliche non indulgere. Il risultato di tutto questo lavaggio del cervello fu che Liz era molto repressa nei confronti del sesso e c'era sempre una sfumatura di senso di colpa ad esso collegata che faceva sentire in colpa anche me. Detto questo lei non mi ha mai rifiutato ed era disponibile se facevo la prima mossa ma non ha mai istigato o suggerito il sesso, sono sempre stato io a dover prendere l'iniziativa. Quando facevamo sesso era molto, diretto e stereotipato. Non le piaceva il sesso orale, veniva sempre fatto al buio e in camera da letto, e non voleva mai provare altre posizioni o essere avventurosa in alcun modo.

Ho provato molte volte a parlargliene ma lei piangeva e diceva che non poteva farci niente, era solo il suo essere lei. Tuttavia era completamente leale e amorevole ed era devota sia a me che ai c***dren e non aveva alcun vizio, quindi l'amavo veramente e profondamente e sapevo che avrei dovuto accettarla per quello che lei era.

Sentivo i ragazzi al lavoro parlare dei loro partner e di quanto fossero liberi e indulgenti e mi faceva soffrire d'invidia, quindi ho deciso di provare ad abbattere le sue ansie e darle la libertà sessuale che ero sicuro volesse e mi piacerebbe, ma come farlo? Le ho comprato della lingerie sexy e una sera l'ho convinta a indossarla, ma era così imbarazzata che non è riuscita a portarla fino in fondo e mi ha tenuto il broncio per un paio di giorni dopo. Mi sentivo terribile per averla obbligata a provarci. Ho trovato il coraggio di riprovare più tardi e ho comprato un piccolo vibratore, ma ancora una volta si è rivelato un disastro imbarazzante e imbarazzante. Ero a corto di idee e stavo diventando sempre più disperato.

Poi la stazione di rifornimento locale ha iniziato a noleggiare videocassette e avevano una sezione soft per adulti, quindi ne ho noleggiato uno che sembrava abbastanza audace ma comunque piuttosto mite e l'ho portato a casa. Quella sera, dopo cena e dopo l'omicidio, eravamo a letto ed eravamo seduti sul divano a guardare un programma televisivo quando dissi che avevo un video da guardare.

"Quindi cos'è?" chiese Lisa.

"Beh, è ​​una specie di film d'azione." Ho mentito.

"OK, allora indossalo e faremo un tentativo." disse allegramente.

Ho caricato il nastro e ho premuto il pulsante di riproduzione. C'era una trama vera e propria su un detective alla ricerca di una ragazza scomparsa, ma la recitazione, la trama e la qualità erano tutte terribili.

"Questa è spazzatura! Vuoi davvero guardarla?" lo sfidò Liz.

"Oh, andiamo, diamogli una possibilità." ho supplicato.

All'improvviso il tono del film è cambiato con una scena in camera da letto di una coppia che cade su un letto, si spoglia nuda e pomicia con entusiasmo. Era tutto sfocato e piuttosto innocuo, ma era comunque piuttosto carico ed eccitante e ovviamente era la prima volta che Liz vedeva qualcosa di simile. Mi sono preparato alla reazione.

"Questo è disgustoso." ma la sua voce non era dura e arrabbiata, era invece sommessa e scioccata.

"Vuoi che lo spengo?" Ho chiesto.

"No, no, va bene, lascialo correre." arrivò la risposta sorprendente.

Mentre il film andava avanti c'erano più scene di sesso gentile ma vigoroso in varie combinazioni durante le quali Liz sedeva in completo silenzio ma ero consapevole di quanto intensamente stesse guardando le scene di sesso. Il video è finito e l'ho spento.

"Cosa ne pensi?" chiesi esitante.

"Sì, era OK, un po' noioso forse ma buono." fu la sua risposta ponderata. Un po' addomesticato, ho pensato? Questo è stato sorprendente! Ho deciso di spingermi oltre.

"Ti piacerebbe vederne un altro qualche volta?" Ho azzardato: "forse qualcosa di un po' più forte?"

"Forse, beh OK, perché no." Lei sorrise. La mia mente correva a questo pensiero, forse il porno era la chiave che stavo cercando.

Subito dopo andammo a letto. Dopo che ci fummo sistemati con la luce spenta Liz ridacchiò.

"Immagino che quel film ti abbia emozionato allora? Ho visto il rigonfiamento crescere nei tuoi pantaloni, vuoi che ti allenti la pressione?"

L'ho fatto? L'ho mai fatto. Ero già gonfio e rigido quando lei mi afferrò l'asta e cominciò a stuzzicarla. Ora, anche se Liz aveva molti problemi con il sesso, era un'esperta, stuzzicatrice di livello mondiale, sapeva esattamente dove e quanto duramente lavorarmi. Poteva giudicare esattamente quando ero al limite e poi si fermava e mi lasciava calmare prima di lavorarmi di nuovo. Mentre mi prestava la sua attenzione esperta, mi chiese.

"Quale parte del film ti è piaciuta di più?"

"L'inseguimento in macchina."

"Non è una sciocchezza, voglio dire, quale delle parti volgari ti è piaciuta di più?" Era tranquillamente insistente.

"Mi è piaciuta la parte in cui il ragazzo era a letto con le due ragazze" provocai.

Lei sussultò e strinse forte la mia asta finché non sussultai, ma poi ridacchiò di nuovo.

"Maiale! Ma suppongo che sia la fantasia di ogni uomo." ha concluso.

"E tu? Qual è stata la tua parte preferita allora?" Ho chiesto.

"Umm, non lo so. Era tutto piuttosto emozionante vedere quelle persone fare l'amore, ti dà le idee, vero?"

Che cosa? Idee? Anche se ero sull'orlo di un enorme orgasmo, la mia mente si concentrava su ciò che aveva detto. Sapevo che dovevo sfruttare questa cosa il prima e il più possibile.

"Dimmi che mi ami." sussurrò mentre mi portava a un finale esplosivo.

Più o meno in questo periodo si trasferì da noi un nuovo vicino. La casa era vuota da qualche tempo ed era in uno stato ancora più fatiscente della nostra. Attraverso la finestra abbiamo visto il furgone parcheggiato fuori mentre veniva scaricato, quindi li abbiamo lasciati fare, ma il giorno dopo dovevamo camminare lungo la strada verso i negozi e Liz ha detto che dovevamo bussare alla porta e presentarci. La giornata è stata aperta da un ragazzo sulla cinquantina. Era abbronzato e aveva un aspetto magro e aveva una criniera di capelli grigio argento e barba e baffi argentati abbinati. Sembrava molto distinto, ma le caratteristiche più evidenti erano i suoi occhi scuri e penetranti.

" Salve, come posso aiutarla?" lui sorrise.

La sua voce era profonda e ricca, ma c'era una risata in essa. Ci guardò entrambi dandomi solo una rapida occhiata ma i suoi occhi si posarono su Liz e rimasero su di lei.

"Ciao, sono Liz e questo è mio marito Alec, siamo tuoi vicini."

Gli offrì la mano per stringerla e lui la prese ma sembrò trattenerla per un attimo di troppo. Lui e io poi ci siamo stretti la mano. La sua stretta di mano era molto ferma e la sua pelle sembrava vecchia.

"Beh, sono felice di conoscerti, mi chiamo Rob e sono così felice di avere dei vicini così amichevoli, specialmente quando sono adorabili come te Liz." Le sorrise ampiamente.

"Tu e tua moglie dovete venire a bere qualcosa una sera." Liz arrossì.

"Mi piacerebbe davvero, ma non c'è nessuna moglie, quindi mi devi sopportare, temo. Che ne dici di domani sera?" sorrise di nuovo.

Abbiamo deciso che sarebbe venuto la sera successiva, ci siamo salutati e abbiamo continuato a camminare lungo la strada.

"Sembra un ragazzo abbastanza perbene." Ho offerto.

"Mi fa venire i brividi," sbottò Liz "hai visto il modo in cui mi guardava? E quei suoi occhi! Sembra un demone."

"E allora perché lo hai invitato?" ho chiesto.

"Perché è la cosa giusta ed educata da fare." lei disse.

"Sai che un giorno il tuo senso di correttezza e decenza ti porterà dentro!" Ho avvertito. Non avevo mai realizzato quanto profetiche sarebbero diventate le mie parole.

Il giorno dopo al lavoro venne da me un collega.

"Ho sentito che hai un nuovo vicino." Egli ha detto.

"Sì, un ragazzo chiamato Rob. Come lo sapevi?" ho chiesto incuriosito.

"Oh, conosco Rob dal nostro lavoro in un gruppo giovanile. Ha appena divorziato, sai, per la terza volta! È un terribile donnaiolo, un satiro totale. Ha appena dovuto lasciare il gruppo giovanile per aver avuto una relazione con uno degli aiutanti e ha anche un ordine di paternità contro di lui dopo aver messo incinta la sua segretaria. È un mascalzone, non c'è dubbio!" sorrise. Ho deciso di tenere per me queste informazioni per il momento.

Quando sono arrivata a casa Liz era impegnata a preparare degli spuntini e a mettere in ordine la casa, aveva anche portato dei fiori freschi dal giardino, era davvero una padrona di casa perfetta. Puntualissimo, Rob ha suonato il campanello e lo abbiamo fatto entrare, gli ho stretto la mano ma aveva portato un mazzo di fiori per Liz.

"Ti ho portato questi per ringraziarti per essere stato così accogliente, significa molto per me, di solito non sono il benvenuto da nessuna parte." disse con la sua risata profonda e rimbombante.

Liz arrossì e mormorò un imbarazzato grazie, ma Rob le si avvicinò e le diede un abbraccio e un bacio sulla guancia. L'abbraccio durò un po' e immaginai che si stesse godendo la sensazione del suo corpo contro di lui, specialmente del suo seno sodo e generoso.

Ci siamo seduti tutti e abbiamo trascorso le ore successive in una serata sociale molto amichevole e piacevole. Rob era l'ospite perfetto; spiritoso, affascinante e completamente amabile. Era un bevitore di whisky come me e ha punito la bottiglia per tutta la serata. Abbiamo imparato qualcosa in più su di lui, ha detto che era divorziato ma non ha approfondito ulteriormente. Una cosa che ci ha detto molto velocemente è che era stato sterilizzato e aveva appena ricevuto i risultati dei test e che era "sicuro". Questo era ovviamente a beneficio di Liz perché a quel punto sapevo che era tutt'altro che al sicuro con mia moglie! .

Era un formatore di vendita per una grande azienda IT e trascorreva molto tempo viaggiando per il paese tenendo seminari per i team di vendita. Sicuramente ha lanciato un'offensiva di fascino su Liz, l'ha lusingata e complimentata in ogni occasione e mi sono reso conto che il suo atteggiamento nei suoi confronti stava cambiando. Dall'essere freddamente formale si è affezionata notevolmente a lui, quando hanno parlato insieme ho notato che inclinava leggermente il corpo verso di lui. So che anche lui lo notava perché anche se indossava una semplice camicetta bianca i suoi seni alti e sodi lasciavano sempre intravedere un'allettante scollatura, qualcosa che Rob ovviamente apprezzava dalla quantità di tempo che passava ad osservarli di nascosto.

Verso le 23 Rob guardò dritto verso Liz e annunciò che voleva andare a letto, la deduzione era ovvia ma Liz ridacchiò come una scolaretta. Quando si alzò per andarsene, avvolse nuovamente Liz in un altro abbraccio, molto più lungo di quello che le aveva dato quando era arrivato, e la baciò anche su entrambe le guance. Dopo che se ne fu andato, togliemmo stoviglie e bicchieri e andammo a letto. Mentre ci cambiavamo ho pensato di vedere cosa stava provando Liz.

"Beh, sembrava che fosse andata bene, non credi?" dissi con nonchalance.

"Sì, in effetti è molto affascinante, penso di averlo giudicato un po' male. Ma sapevi che quando mi ha abbracciato uscendo ho potuto sentire la sua asta premere contro di me? Era piuttosto duro! Penso che sia stato tutto quel whisky che ha bevuto." e di nuovo ridacchiò spudoratamente.

"Non ne sono sicuro, un amico comune mi ha detto oggi che è un noto donnaiolo con matrimoni e relazioni a bizzeffe alle spalle. Sembra che non riesca a lasciare sole le donne."

"Oh! Davvero! Bene, bene. Intendiamoci, non sono sorpreso dal modo in cui continuava a venire verso di me e a guardarmi con i suoi occhi da demone."

"Allora, cosa ne pensi?"

"Umm, non ne sono sicuro. All'inizio non mi piaceva ma poi ho capito che era bello avere qualcuno diverso da te che mi trovava attraente, ma non preoccuparti, è troppo vecchio per me." e lei rise allegramente. Tuttavia c'era uno sguardo pensieroso nei suoi occhi.

Mi sono sentito rassicurato dalla sua risposta ed ero fiducioso che Liz mi fosse totalmente fedele, ma quella notte e gran parte del giorno successivo ho continuato a ripensarci. Non riuscivo a capire se mi sentissi minacciato da Rob o se, come Liz, dovessi sentirmi lusingato dal fatto che trovasse mia moglie attraente, dopo tutto a ogni uomo piace essere invidiato dagli altri. Ovviamente la trovava attraente, ma fino a che punto si sarebbe spinto? La domanda mi tormentava costantemente la mente insieme a una domanda che non avrei mai pensato di farmi: fino a che punto volevo che arrivasse?

Amavo teneramente mia moglie, ma la prospettiva improvvisa e mai affrontata prima di avere una relazione era completamente confusa. Ero molto possessivo nei suoi confronti, ma anche così pensavo che se avesse voluto un amante come avrei potuto proibirglielo e avrei potuto farlo? E se lo facessi, che danno arrecherebbe al nostro matrimonio. Ho deciso di concentrarmi invece sul risveglio delle sue passioni; Ho pensato che se lo avessi fatto, lei non avrebbe voluto un altro uomo.

Ho chiamato di nuovo la stazione di rifornimento e ho cercato un videofilm adatto che potesse esplorare ulteriormente i sentimenti sessuali di Liz. Non volevo niente di hardcore, avevo già visto film hardcore ed erano poco più che lezioni di anatomia e non volevo spaventare Liz ma avevo bisogno di qualcosa di più forte per eccitarla di più. Guardando tutti i box video ne ho trovato uno con l'immagine sul retro di una scena bondage. Non male, ho pensato, spingendo oltre i limiti ma non troppo, quindi l'ho controllato in biblioteca.

Quella sera, mentre ci sedevamo di nuovo dopo aver mangiato e finito le nostre faccende, dissi: "Ho ricevuto un altro video oggi, vuoi guardarlo?"

"Oh wow, fantastico, possiamo guardarlo adesso? Tu preparalo e io preparo da bere."

Pensavo che avrei dovuto invogliare Liz a guardarlo, ma eccola qui che era impaziente ed entusiasta e stava anche bevendo qualcosa! Questo era un comportamento davvero insolito! Ci siamo seduti sul divano e io mi sono allontanato un po' da lei per poter osservare la sua reazione. Ho premuto il pulsante di riproduzione sul telecomando. Come prima, la qualità, il suono e la produzione erano pessimi, ma Liz era intenta allo schermo televisivo. C'erano un paio di scene di sesso più o meno identiche a quelle dell'ultimo film e lei ne era totalmente assorbita. Rimase in silenzio ma vidi il suo corpo irrigidirsi mentre guardava. Poi è arrivata la scena che aspettavo. Un uomo ha fatto irruzione in una casa e ha trovato una donna sola in camera da letto. Lei si voltò per vederlo ma prima che potesse urlare lui l'aveva gettata sul letto, l'aveva immobilizzata e le aveva messo del nastro adesivo sulla bocca. Liz si irrigidì e si sedette di scatto, ipnotizzata dallo svolgersi dell'azione. L'uomo ha poi legato le mani della donna alla testiera del letto con una corda opportunamente posizionata, l'ha spogliata nuda e l'ha presa con forza.

Osservavo Liz attentamente, mormorava in silenzio "Oh mio Dio" ancora e ancora. Le sue dita erano strette saldamente nei palmi e le sue cosce si sfregavano insieme. Alla fine della scena si è girata verso di me e ha detto: "Mi farai questo? Adesso, proprio adesso?"

E detto questo mi ha preso la mano e mi ha trascinato di sopra. Quando siamo entrati in camera da letto sono andato al cassetto dei vestiti per trovare un paio delle mie cravatte con cui legarla e quando mi sono voltato Liz era già nuda sul letto con le gambe divaricate.

"Presto amore, presto, ne ho tanto bisogno."

Detto questo alzò le braccia sopra la testa e le tenne lì mentre io cercavo di fissarle con la cravatta. Mi spogliai più velocemente che potevo e mi inginocchiai a cavalcioni di lei. Respirava molto velocemente con i pantaloni corti e poco profondi, i suoi capezzoli erano gonfi e duri ed era arrossata intorno alle guance e al collo. Ho preso la seconda cravatta e gliel'ho legata intorno alla testa come una benda. Stava piagnucolando come una piccola stronza. Mi sono chinato e l'ho baciata sulla bocca e poi le ho morso forte ciascuno dei capezzoli. Ansimò ad alta voce e si contorse sotto di me, tirando inutilmente i suoi legami.

"Oh mio Dio, oh mio Dio, prendimi tesoro, prendimi adesso più forte che puoi, per favore prendimi adesso." balbettò.

Invece presi la punta della mia asta e la tenni contro la sua bocca. Immediatamente sussultò e aprì la bocca per accettarlo. Mentre spingevo delicatamente oltre le sue labbra, sentii la sua lingua sfiorare la punta gonfia e le sue labbra chiudersi attorno alla mia asta mentre iniziava a succhiare delicatamente. Lei piagnucolò di nuovo e mentre lo faceva mi allungai dietro e cominciai a stuzzicarle il clitoride con le dita.

Ero così eccitato che sapevo di essere molto vicino, quindi mi sono staccato dalla sua bocca e mi sono spostato tra le sue gambe. Mentre lo facevo lei inarcò la schiena e sollevò entrambe le gambe in aria. Scivolai dolcemente dentro di lei, mio ​​Dio era bagnata, davvero bagnata, quindi al mio primo colpo la colpii completamente. Emise un lungo gemito profondo di pura estasi. Mi sentivo un dio. Ho provato a controllare il mio bisogno di esplodere cercando di concentrarmi sul lavoro, sulla riparazione del tetto, sullo scoperto in banca, qualsiasi cosa pur di distrarmi e rallentarmi, ma il suo splendido corpo era travolgente e dopo solo poche spinte non sono riuscito a trattenermi non piu. Liz mi sentì tendere e inarcò di nuovo la schiena, gemette forte e sentii i muscoli della sua figa afferrarmi forte. Ci siamo uniti in modo potente.

Successivamente siamo rimasti immobili in una sorta di silenzio scioccato. Le ho sciolto le mani e lei me le ha avvolte attorno al collo mentre mi avvolgeva le gambe intorno alla vita.

"Ummmm, è stato un amore incredibilmente buono, sono stato così duro per te." faceva le fusa come un gattino contento.

Non ricordo di essermi addormentato, ma ero così stanco che il mattino dopo ho dormito fino alla sveglia. Ho iniziato a pensare che essendo legata e indifesa Liz si stesse assolvendo da ogni responsabilità per il suo comportamento sfrenato, era tutto fuori dal suo controllo, quindi come poteva sentirsi in colpa per questo? Sentivo che la chiave che cercavo cominciava a girare nella serratura.

In qualche modo sono riuscito a rimanere sveglio durante il lavoro il giorno successivo e sono tornato a casa barcollando sentendomi come se qualcosa avesse trascinato dentro il gatto. Quando sono arrivato Liz è corsa ad incontrarmi.

"Ho avuto una visita oggi." ha annunciato.

"Oh sì, chi era quello?"

"Rob, è venuto a ringraziarti per l'altra sera."

"È stato carino da parte sua."

"Sì, ma appena l'ho invitato a entrare mi ha fatto delle avance, mi ha stretto il sedere e ha detto che gli sarebbe piaciuto conoscermi meglio, MOLTO meglio."

"Allora cosa hai fatto?"

"Ho riso, ma era serio."

Immediatamente i pensieri che stavo cercando di perdere tornarono inondati e di nuovo ero confuso e incerto su come mi sentissi esattamente. Dovrei essere arrabbiato per il suo comportamento? Pensavo che avrei dovuto esserlo ma non lo ero, anzi mi sentivo stranamente emozionato. Dio, cosa c'è che non va in me!

"Allora, come ti senti riguardo a tutto questo?" ho chiesto a Lisa.

"Questa è la cosa strana, non lo so. All'epoca ero scioccato ma ora mi sento un po' emozionato. È molto lusinghiero essere inseguita da un uomo attraente anche se è un po' vecchio! I suoi occhi sembrano come gli occhi del diavolo! Penso che dovrei stare attento con lui però."

Un uomo attraente? Un po' emozionato! Cos'è questo? E ora non è troppo vecchio ma solo un po' vecchio!

"Penso che dovresti farlo anche tu." Ho detto più a me stesso che a Liz.

"Oh, e stasera vuole offrirti una birra al pub, ha detto che ci vedrà verso le 8.00. Vuole dirti una cosa ma non mi ha voluto dire di cosa si tratta."

Ciò stava improvvisamente diventando più profondo e certamente sentivo che stavo annaspando fuori dalle mie profondità. Stavano accadendo cose che stavano rovinando il mio piccolo mondo accogliente e ho iniziato a sentirmi un po’ spaventato.

Dopo cena e dopo le faccende domestiche disse: "Quando torni dal pub con Rob voglio chiederti una cosa". Ancora più di cui preoccuparsi, ho pensato.

Alle 8.00 sono andato al pub del villaggio e ho trovato Rob seduto a un tavolo nell'angolo. Si alzò e mi salutò allegramente con la mano, si avvicinò a me e mi chiese cosa volevo bere. Ha comprato un paio di birre e ci siamo seduti entrambi.

"Liz ti ha detto che sono venuta a trovarla stamattina?"

"Uh Huh." dissi con cautela.

"Beh, allora sono sicuro che ti ha detto che ci avevo provato con lei."

"Uh Huh."

"Mi piaci Alec, sei un bravo ragazzo quindi te lo dirò direttamente in faccia. Penso che Liz sia una donna molto attraente e desiderabile, il tipo di donna che mi piace davvero e ho intenzione di sedurla e farti cornuto."

"Cosaa? Mi scusi?"

"Ho avuto moltissime donne nella mia vita, sono la mia debolezza, vivo per inseguire e godere delle donne e per me non c'è niente di più eccitante o che mi faccia sentire più vivo che sedurre una donna. Sedurre una donna sposata è la cosa più emozionante di tutte e averli nel loro letto coniugale è la massima eccitazione per me. Ho una vita di esperienza, abilità e astuzia nell'arte della seduzione e userò ogni grammo di ciò per sedurre tua moglie. Quando Rompo le sue difese, la userò senza pietà, la userò come una bambola del sesso, la userò finché non sarò sazio e questo non accadrà mai, le farò cose che tu non hai mai fatto e le darò esperienze e sentimenti che non ha mai sognato e non solo sarà una conquista volontaria ma mi implorerà di darle piacere. Non mi fermerò finché non avrò banchettato con lei, fatta mia e dato le esperienze sessuali della sua vita e lì non puoi fare assolutamente nulla per fermarmi."

OK, allora è tutto. Mi sta avvisando. Cosa dico?

"Bene Rob, capisco perché vuoi Liz, dopotutto è per questo che l'ho sposata e non posso impedirti di provarci per lei, ma non credo che ci riuscirai, lei è molto conservatrice, sessualmente innocente, ingenua e molto leale."

"Molto bene, allora devi aiutarmi a sedurla."

"Perché dovrei farlo, per l'amor del cielo."

"Perché, come la maggior parte degli altri uomini che hanno vissuto un matrimonio sicuro per alcuni anni, trovi l'idea stranamente avvincente ed eccitante. Ammettilo, da quando ho mostrato interesse per Liz ci hai pensato, vero? "

"SÌ." risposi debolmente.

"Non sto cercando di mandare in pezzi il tuo matrimonio e non sto nemmeno cercando di portartela via. Non hai assolutamente nulla da temere da me a questo riguardo. E sai che l'idea di me che dà piacere a tua moglie ti eccita oltre ogni ragione. allora mi aiuterai?"

Ho pensato intensamente per un momento.

"Non posso credere che quello che sto dicendo, ma sì, ti aiuterò ma non sarà facile, resisterà alle tue avances."

O almeno penso che lo farà comunque. Ora non ne sono così sicuro.

"Intanto devi raccontarmi tutto di lei, i suoi segreti più intimi, le cose che la eccitano, le sue fantasie e le sue debolezze, tutto ciò che posso usare per abbattere la sua resistenza nei miei confronti."

Quindi gli ho detto tutto quello che potevo. Non provavo alcun senso di tradimento, solo una crescente eccitazione per aver pianificato la sua seduzione con un metodo e un intento così freddi. Dopo abbiamo parlato di case, lavoro, macchine e quant'altro ma ormai era cosa fatta. Cosa stavo facendo, per pietà?

Era piuttosto tardi quando tornai a casa ma Liz iniziò a parlarmi non appena entrai.

"Ti ricordi che abbiamo fatto l'amore l'altra sera?"

"Non credo che lo dimenticherò mai, è stato fantastico, fantastico, meraviglioso."

Lei sorrise e ridacchiò provocatoriamente: "Beh, ho pensato che la prossima volta mi piacerebbe legarti e farti godere," poi con voce più tranquilla "e voglio filmarlo." Abbassò la testa e alzò gli occhi verso di me con civetteria.

Da piccola Liz continuava a filmare gli omicidi, così ho messo insieme i soldi per comprare una videocamera di seconda mano. Ora avremmo realizzato il nostro film porno!

Maledizione, potrebbero esserci altri shock stasera! Adesso mi sembra di aver trasformato mia moglie da puritana conservatrice in una maniaca sessuale dilagante e il mio vicino arrapato vuole depravarla. Tutto questo stava diventando un po' troppo perché potessi ragionare.

"A proposito, cosa voleva dirti Rob?"

"Oh, andrà via per qualche giorno e voleva che tenessi d'occhio la casa per lui." Ho mentito. Non avrei mai potuto dirle quello che aveva detto veramente.

L'entusiasmo di Liz per la realizzazione del nostro film è stato travolgente e ha insistito affinché mi prendessi un pomeriggio libero dal lavoro in modo da poter girare il film alla luce del giorno e mentre i ragazzi erano a scuola. Appena sono arrivato a casa Liz mi ha fatto fare una doccia e poi ha sistemato la videocamera nella nostra camera da letto sopra l'armadio guardando il letto. Poi mi ha legato con cura le mani e i piedi al telaio del letto (sorprendentemente stretto) in modo che fossi effettivamente a gambe divaricate. Indossava il suo caftano preferito e quando la luce rossa iniziò a lampeggiare sulla videocamera aprì la cerniera e la lasciò cadere a terra.

Indossava la lingerie sexy che le avevo comprato in precedenza! Una figura che abbraccia un basco nero che le stringe i seni insieme e verso l'alto, calze nere attaccate alle spalline del reggicalze, minuscoli slip neri e un delizioso girocollo di velluto nero con una piccola spilla cammeo. Sembrava assolutamente stupenda, terribilmente bella e senza alcun pensiero cosciente la mia asta si sollevò alla sua vista.

"Mio Dio, ma sei un ragazzo affamato, non è vero?" fece le fusa.

Poi si è arrampicata sul letto accanto a me, assicurandosi di non oscurare la visuale della telecamera, e ha iniziato ad accarezzarmi l'asta dolorante.

"Mmmmm, penso che mi divertirò a farti soffrire per il mio piacere e tutto sarà per il mio piacere."

Senza aggiungere altro, prese la mia asta in bocca e cominciò a succhiarla, girarla e leccarla. Quello fu l’inizio dei due minuti più sorprendenti e divertenti della mia vita. Ha stretto, stuzzicato e compiaciuto finché ho potuto sopportarlo e per tutto il tempo ha fatto i commenti sessuali più allusivi. Quando finalmente mi lasciò, rise di gioia delle mie convulsioni.

All'improvviso mi sono reso conto che quella non era più Liz, la mia modesta e timida mogliettina, ma Liz, la porno star dominatrice, che si comportava con entusiasmo davanti alla telecamera! Finalmente avevo trovato quali pulsanti premere per suscitare le sue passioni, ma ora cominciavo a pensare che forse non sarebbe stata una buona idea, dopotutto. Ero completamente esausto.

Quella sera abbiamo guardato il video che avevamo realizzato e invece di vergognarsi vedendosi comportarsi in quel modo ha gioito del suo comportamento sottolineando i momenti in cui la sua prestazione le era particolarmente piaciuta. Quando ebbe finito mi guardò e disse

"Voglio farne un altro, ma questa volta un po' più audace." I suoi occhi brillavano.

"Cosa intendi per più audace?" chiesi esitante.

"Non lo so ma sei bravo in questo genere di cose, suggeriscimi qualcosa."

Ho deciso in un batter d'occhio di fare il grande passo: "OK, che ne dici di fare lo stesso ma con un altro uomo al posto mio?"

Mi sono preparato per quello che ero sicuro sarebbe stato un attacco sibilante.

"Chi?"

Non "Sei pazzo", "Assolutamente no" o "Cosa pensi che io sia" solo "Chi?"

"Beh, ho pensato che forse Rob." ancora una volta mi sono preparato.

Un silenzio pensieroso, nessuna protesta, shock o indignazione, solo un silenzio pensieroso.

"Secondo te sarebbe d'accordo? Devo dire che sono curioso di lui." la sua risatina era piena di intenzione.

Curioso di lui, eh? Beh, una cosa che sapevo delle donne era che la curiosità era la loro rovina. Erano morte più donne a causa della loro curiosità che per qualsiasi numero di cene a lume di candela, passeggiate al chiaro di luna lungo la spiaggia o gioielli con diamanti. Quando una donna si incuriosiva nei confronti di un uomo era una certezza che le cose sarebbero accadute. Ora Liz era curiosa riguardo a Rob. Sapevo esattamente dove sarebbe andata a finire.

"Oh sì, sono sicuro che sarebbe d'accordo, qualunque cosa lo avvicinerebbe a te accetterebbe, sai già che ti vuole."

Lei ridacchiò di nuovo, questa volta era un suono puramente sessuale.

"Come funzioneremmo allora? Non voglio che mi veda o mi tocchi. Voglio solo godermi lui."

"Comunque vorrà vedere il video, allora ti vedrà comunque?"

"È diverso, è un video, semplicemente non voglio che mi veda mentre lo sto avendo, sarebbe sbagliato."

Oh mio Dio, la situazione si sta muovendo più velocemente di quanto io possa sopportare, lei vuole davvero dare piacere all'uomo che è intento a sedurla ma non vuole che lui la veda in carne e ossa? La logica di una donna era sempre stata al di là delle mie capacità. Stavo impazzendo per tutto questo.

Ho detto che vivevamo in una vecchia casa bizzarra e una delle sue idiosincrasie era un loft al primo piano che era piuttosto grande e aveva travi ad arco, quindi pensando velocemente ho deciso che sarebbe stato l'ideale.

"OK, lo giriamo nel solaio. Possiamo legargli le braccia alle travi del soffitto e farlo stare lì. Con una benda sugli occhi non potrà né vederti né toccarti. Entra dopo che è stato appeso e lascia di nuovo la stanza prima che lo deluda. Quello che gli farai dipende interamente da te, mi limiterò a lavorare con la telecamera. "

"Quando gliene parlerai?"

"Appena torna dal viaggio, vuole comunque che usciamo di nuovo a bere una birra. Gli dirò le regole di base: non toccarsi né sbirciare e che deve accettare qualsiasi cosa tu voglia fargli . È ok?"

"Mmmm sì, ma voglio anche che sia oliato, oh non vedo l'ora, per favore fallo accadere amore." ha messo il broncio.

Avevo davvero risvegliato le sue passioni assopite.

Rob è tornato dal suo viaggio e mi ha chiamato subito per organizzare un drink. Quando arrivai al pub ci stava aspettando al tavolo con due pinte. Si è lanciato subito.

"Bene, sei arrivato a qualcosa con Liz? Hai lavorato su di lei? Sono più vicino ad averla?"

"Sì, lo sei, ma il percorso è a dir poco insolito."

"Spiegatemi, non capisco." sembrava perplesso.

Così gli ho parlato del video e del bondage e di come questo avesse infiammato i desideri di Liz e che ora fosse culminato nel suo desiderio che lui si sottomettesse alle sue fantasie.

"Capisco cosa intendi con insolito. Quindi per avvicinarmi a Liz devo accettare di essere la sua schiava sessuale mentre lo filma? Mmmm non è qualcosa che ho mai provato prima ma mi interessa ed eccita immensamente. Dimmi lei sono d'accordo. Questa sarà una conquista ancora più soddisfacente di quanto pensassi."

Finiamo le nostre birre e torniamo a casa. Liz mi si avventò addosso non appena entrai nella porta: "Beh, glielo hai chiesto?"

"Sì e lui accetta questo e le tue condizioni. Te l'avevo detto che lo avrebbe fatto per avvicinarsi a te, verrà domani sera per discutere i dettagli e gli accordi."

Lei rise forte: "Lui non si sta avvicinando a me ma sicuramente mi avvicinerò a lui, povero stupido! Gli uomini sono così ingenui quando si tratta di sesso, credono in quello che vogliono credere!"

Sono rimasto molto silenzioso.

La sera seguente, quando Rob arrivò da Liz, lo salutò calorosamente e con grande fiducia, riconobbi il cambiamento totale nel suo atteggiamento nei suoi confronti.

"Ciao Rob, sono così felice che tu abbia accettato la mia proposta, non vedo l'ora di farlo." e così dicendo gli gettò entrambe le braccia al collo e gli diede un lungo bacio sulle labbra e spinse con forza i fianchi contro di lui.

Sapevo cosa stava facendo, indossava un top attillato con una scollatura rivelatrice e lo stava mettendo alla prova per vedere che effetto aveva su di lui. L'effetto è stato immediato e altamente visibile.

"Mio Dio, sei felice di vedermi." lei lo stuzzicò e poi, con mio shock e sorpresa di Rob, abbassò la mano, afferrò la sua asta e lo strinse. Poi all'improvviso si staccò e rise.

"Non di più, è solo un assaggio di quello che otterrai." il suo sorriso era pura cattiveria. Il sorriso di Rob era da un orecchio all'altro.

"Non vedo l'ora neanche io, Liz, ma ti avverto che non sarò facile, dovrai lavorare molto duro con me."

"Oh Rob, penso che sarai tu quello che sarà molto duro!" Entrambi risero.

Il momento è passato e abbiamo deciso una data, un'ora e come sarebbe andata. Non ricordo molto di ciò che è stato discusso; Ero ancora fissato alla vista della mia giovane e splendida moglie che accarezzava l'asta di un altro uomo.

Per i due giorni successivi Liz camminò in onda, era piena di aspettativa ed eccitazione. She went to the hairdressers and took herself off shopping for 'things' she needed for the big day. Also, for those two nights she became the passionate sensual woman I'd always dreamt of but I had a nasty nagging feeling she was using me for practice in preparation for her adventure with Rob.

Came the day and Liz spent all morning preparing herself to look her best. We had some old blackout curtains which I rigged in the loft as a background and floor covering, I'd bought a clothes rope and some screw eyes to rig up two ropes from the ceiling beam. I also fixed an angle poise lamp to the ceiling beam shining directly down and a second stand type lamp with two spotlights to one side to give oblique lighting for modelling. I had the camcorder on a rickety old tripod to one side, the mains lead was connected to prevent a battery failure at the wrong moment and I was set.

Rob arrived right on time, he let himself in the backdoor and climbed the stairs to the loft. We greeted each other as he looked around at the set up, glanced at his watch and said "It's time, I've been thinking about this constantly and now it's time, I think Liz is going to enjoy me more than she expects."

"You realise the longer you hold out the more adventurous Liz will have to become?" Ho detto.

"I'm well prepared," he grinned "I took a Viagra earlier."

He stripped naked and as he began to oil himself with the baby oil we'd bought I looked at his shaft. He didn't look any bigger than me but he was massively thick and heavily veined, something I knew Liz appreciated in a man. I gave him a clean white towel that he wrapped round his waist and tied it at the back then I guided him to the spot under the ropes. He raised one arm and I tied the rope to his wrist and then his other hand the same. Finally I put the blindfold around his eyes.

"Siete pronti?" Gli ho chiesto. He nodded his head.

I walked to the door of the loft and called Liz. She came in wearing a bath robe and stopped still when she saw Rob restrained and presented for her pleasure. She gave me a smile of pure lust. I started the camera running and turned the lights on. The oblique lighting angle lit Rob's body in a very flattering way highlighting his muscles and bone structure and his skin glistened from the baby oil.

Liz slipped the robe off onto the floor. She was wearing the same black lingerie that she had worn for me but with the addition of black high heels and a delicate filigree mask that concealed the top of her face. She looked more beautiful than I had ever seen her before and I wanted to take her myself there and then.

She walked up to Rob's left side, leaned up and kissed him on the cheek, she then nipped his ear lobe between her lips. Her left hand was resting on his chest running through the mass of hair.

"You are not allowed to speak, you may cry out in pain or pleasure but if you speak I will punish you, do you understand?"

He nodded his head silently, he was certainly going along with his role.

Liz circled round him dragging her sharp nails across his body as she did so, she pressed so hard it left red weals in his skin. When she stood in front of him again she placed her hand behind his head and kissed him lovingly on his lips.

"Now we begin." lei sussurrò.

She gently ran the fingertips of both hands very gently across his chest moving them in circles, his skin had started to goose pimple in the cool loft and was already sensitive and his body hair rose to her touch. Then she took his nipples between the thumb and forefinger of each hand and tweaked them until they hardened, as soon as they had responded to her touch she lowered her head and flicked her tongue over each nipple in turn. His shaft started to grow beneath the towel, something that Liz immediately noticed.

"Mmm, you are a big boy aren't you." she purred.

But she didn't touch him there instead she started to nibble at his nipples while continuing to gently stroke his chest. His arousal continued until his shaft was fully erect beneath the towel. Liz stood back for a moment still running her hands through his chest hair to admire his length.

"My my, you could do some damage with that couldn't you." she cooed.

And at that moment the tip of his shaft poked through from the top of the towel. He was fully swollen and a deep purple colour and as I zoomed the camera in on it Liz put her hands on his hips and lowered herself to her knees, then she brought her mouth close to his tip.

"I can feel the heat coming from you and I can see your veins throbbing, I wonder what you taste like?"

She flicked her tongue over the soft purple flesh, at first just a slight lick and then she pushed her tongue right out and began to swirl it around him. Rob uttered a soft groan, tipped his head back and pulled hard on his bonds. They held firm and I could see them biting into his wrists. Liz licked that most sensitive part of his shaft for a full two minutes gradually applying more and more pressure.

"I love the taste of your shaft, I can't wait to feel it in my mouth." lo prese in giro.

Rob's groans were becoming louder and more frequent and suddenly he pushed his hips forward into Liz's face. She sprang back and stood up.

"Oh no, you're not horny enough for that yet. You need to suffer a lot more first." she laughed.

She walked round him again until she stood on his left side, then she slowly ran her left hand down his chest and slowly, very slowly lowered her hand until it covered his shaft over the towel.

Then she started to rub her hand over it very gently and slowly from the tip to the root, occasionally she slipped her fingers over his girth and squeezed gently. His erection grew even more in response to her massaging and he started to gasp in time to her stroking. She realised he was getting too aroused so she walked round behind him and released the towel from around his waist and threw it to one side. Still standing behind him she slid her hands round his waist, down his thighs and then inwards to his groin. Carefully she took one of his balls in each hand and began squeezing and separating them in a circular rhythm. She was stopping his balls from rising up into him so he couldn't climax. She knew exactly how to work him. As soon as he had calmed down she walked round to stand before him again, sank to her knees and taking his shaft in her left hand and cupping his balls in her right hand she pulled the tip of his shaft downward and very slowly placed it into her mouth. She pushed her head downwards until most of it was deep inside and then she started to suck it. Again I zoomed in to show her cheeks hollowing with the power of her sucking. Her head started moving up and down in a deliberate calculated rhythm as she twisted her head from side to side.

Even though I was watching all this through a grainy tiny black and white viewfinder the vision of my soul partner pleasuring another man, delighting in inflicting cold blooded pain and pleasure on him drove my own excitement to the limit. I desperately wanted to grab my swollen shaft and give myself relief but my job was to record this for Liz for her to relish and enjoy later so I concentrated on the camerawork as best I could. I remembered that it was at this point that I had given way to her caresses and I marvelled at Rob's control but then I saw her holding his balls very tightly together denying him the release he so desperately needed.

She must have felt he was getting near again because she lifted her head from him, raised herself on her knees and placed his shaft between those wonderful breasts. Rob realised straight away what she was doing and started to rub himself up and down in the soft billowing flesh of her cleavage. His rubbing became faster and faster but again at the critical moment she released him and left him untouched. She was 'edging' him expertly. He gave a long desperate groan of despair.

Liz laughed at his frustration long and loud, lifted his head and kissed him on the lips again.

"Am I working hard enough yet Rob? How hard are you hmm?" she ran a fingernail along the thick vein on the front of his shaft, "No, you're not hard enough yet."

Then she reached down and pulled a length of thin black ribbon from the top of her stocking, looped it around the base of his shaft tying it into a bow and snatching it as tight as she could. Immediately his shaft turned bright red and swelled thicker than before, his veins swelled up as the blood flow was restricted until they looked like they must burst. Liz admired her handiwork with a delicious smile. Then she gently reached out her fingers and stroked the swollen veins with loving care. After she was satisfied that Rob was suffering exquisitely she turned and went to her discarded robe, carefully reached into the pocket and pulled out a sprig of Urtica dioica or stinging nettle leaves. Without a word she jammed them onto his balls forcing the spines into his flesh. Rob cried out in pain but Liz just laughed and then drove the leaves onto his erection before finally moving them up his shaft and onto the wildly sensitive tip. Again Rob cried out in genuine pain. I couldn't believe she could be so cruel but her sadism was obviously exciting her enormously. Rob whimpered softly.

"Now I'm going to finish you." lei disse.

She dropped the nettles on the floor, released the ribbon cutting deep into his shaft, then stood to his left side so the camera got a good clear view and gripped his erection with her left hand. Holding his shaft out straight in front of him she began to work it back and forth with just her thumb and index finger grasped around the bottom of the tip. He immediately became rock hard again and he began to drive his shaft through her fingers, as forcefully as he could thrusting his hips forwards and backwards. After perhaps a minute Liz tightened her grip using all her fingers and his body stiffened, he gasped aloud and a thick string of seed shot from him with enormous force. He jerked convulsively a few times and then collapsed hanging from the ropes.

Liz kept her grip on him sliding her hand up and down him gently but firmly until she was sure she had drained him of every last drop of seed. As she released her grip she noticed some of his seed had splashed onto her finger. Carefully she raised her finger to her mouth and licked it up.

I stopped the camera recording.

Liz picked up her robe and walked out. I took off Rob's blindfold and released his wrists.

"Stai bene?" Ho chiesto.

"Bloody hell that was the most incredible hand job I've ever had, she is utterly fantastic and I want her more than ever. Now for pity's sake give me a whisky to stop me shaking."

He dressed slowly struggling to keep his balance then we went downstairs to the lounge and I poured him two fingers of Teachers, he downed it in one. I poured him a second and he settled himself onto the sofa. Just then Liz came downstairs, she had changed into jeans and sweatshirt but I could still see the flush of excitement on her face and neck. Rob turned to face her.

"Did you enjoy that Liz? Did I match up to expectation? I have to say it was the most amazing experience for me."

Liz looked embarrassed by both the situation and the question.

"Yes Rob, I did enjoy that and yes, you did come up to expectation, in fact you exceeded it by far, you were magnificent and I'm sorry if I hurt you." she said sincerely.

"Oh don't worry about that, it was all part of the deal wasn't it." he laughed but then his devil eyes narrowed as he fixed them on her before continued , "but talking of the deal I expect you to give me a rematch but this time you will be the one who is bound and blindfolded and I shall be the one enjoying myself."

Liz's eyes opened wide and her jaw dropped.

"But, but I..." she started.

"No buts," Rob interrupted, "I played the game for you, now it's only right that you play the game for me, after all that's only fair and I know what a fair person you are."

So that was his scheme! I'd told him about Liz's exaggerated sense of fairness and now he was using it as a lever to blackmail her into submitting to him. Clever, clever Rob. Liz turned her head to look at me and her expression was that of a rabbit caught in a car's headlights. She had no words, she was dumbstruck. Rob hesitated a moment as he could see her consternation and confusion and I think he sensed he was in danger of getting an outright "NO" in reply so he backed off and gently let her off the hook.

"I'll tell you what. I have to go away on business again for three days; I shall expect your answer when I return. Now I need to go and shower and rest." Egli ha detto.

He got up to leave and I walked him to the back door. He paused in the doorway and said to me, "She's wavering but I expect you to do absolutely everything you can to get Liz to agree. After this afternoon I want her more than ever. Pressure her at every opportunity, she will listen to you, she trusts you, convince her to submit to me."

When I returned to the living room Liz had gone back upstairs and when I called her she told me she needed to be alone. When the k**s came home from school she reappeared to cook supper and play with them as if nothing had happened but later when we were sitting on the sofa again she said, "Well, are you going to show me the video of this afternoon or not?"

I loaded the tape into the machine and started it rolling, it lasted less than 10 minutes but Liz sat through it all in silence watching the screen intently. As the tape finished I looked at her and said, "Tell me what you're thinking?"

"I don't know, I'm really confused. What should I do?"

"Well, if you agree to submit to Rob you know exactly what will happen. He is a sexual predator who has had dozens of women so he will know exactly what to do to you to make you want him, he will use his undoubted skills to tease and arouse you until your body takes over from your mind and you won't be able to stop yourself from surrendering to him"

"But I love you." she said tearfully.

"And I love you too but this is not about love, this is about lust. Rob doesn't love you and he isn't interested in loving you. He lusts after you, he wants your body for his sexual gratification and to use you purely for his pleasure. You will just be the latest notch on his headboard. Now if the idea of another man having you just for the thrill, excitement and experience of pure sex interests you then this is the perfect opportunity. I'm sure Rob is a highly skilled lover who would give you enormous pleasure but without any messy emotional entanglements. I'm OK with you having another man because I think you deserve that experience and I know that we will still be happy and secure together afterward. But ask yourself honestly, do you think you would enjoy Rob having you?"

She looked away and whispered very quietly, "Yes, yes I think I would especially after seeing and enjoying his massive shaft today. I kept wondering how it would feel having it deep inside me, driving me crazy and making me come. Am I wicked for feeling like this?"

My heart began to pound and I felt dizzy hearing her say this. It was curiosity you see, it's their downfall every time.

"No my love, you are a wonderful woman who has a woman's feelings. If you want Rob to make love to you it's as natural and as understandable as your love for me, in fact I think it would make our love stronger." I said and I genuinely meant it.

She leaned over and gently kissed me.

"I love you with all my heart," she said "but I so want him to have me"

"Then it's agreed." was all I could say.

We didn't speak about it anymore that day or the next. Liz had looked into her heart and made her decision, she was sure in it and she knew that I was OK with it so there really was nothing more to say. During the next day Liz was very attentive and affectionate to me but I don't think she was feeling guilty or trying to make it up to me, I think she was genuinely happy and content. Seeing her so relaxed and settled reassured me that I was doing the right thing by her and that she had now become a whole and confident woman totally free of anxieties and guilt. I was so pleased that she had now become absolute and complete and utterly happy in herself.

That night the phone rang and I answered it, "Hello Alec, its Rob. How are you and Liz?"

The question was loaded and he was obviously desperate for the answer.

"Hold on Rob, I'll pass you over to her."

She had already got up and was making her way across the room when I handed the receiver to her.

"Hi Rob, how are you today?" she answered brightly. Her voice was full of confidence and strength.

Mumble mumble mumble from the phone.

"Yes I have decided and I will be very happy to give you the rematch you want."

Mumble mumble, mumble mumble mumble. She laughed, it was carefree and full of joy.

"I'm very excited about it too and I can hardly wait either, when do you want this to happen?" she turned and flashed me a truly happy smile.

Mumble mumble mumble.

"Friday afternoon when you get back is fine."

Mumble mumble mumble.

"Yes, OK, I understand and I will do as you say."

Mumble mumble mumble. Again that carefree laugh.

"You b**st, you say the most dreadful things to me and there is no need, I so want this too you know."

Mumble mumble mumble.

"OK."

Mumble mumble.

"Yes I will, see you on Friday. Bye."

After she hung up she came back and sat beside me.

"E?" ho chiesto.

"OK, he wants me in our bedroom on our bed, he wants full daylight and he will supply what he wants me to wear, I'm not to wear a mask or blindfold but I must wear my wedding ring and you and I are not to have any kind of sex until after he's finished with me."

"Are you OK with all that?" I asked uncertainly.

"I will do whatever he wants because I told him I would." was her flat reply.

Her face then became serious, "There is one thing though. I think Rob is the kind of man who in his passion may lose all control so if he tries to be kinky you must promise me you will step in and stop things."

"What exactly do you mean by 'kinky'?" ho chiesto.

"I don't mind him being a bit rough, in fact I hope he is because that makes me so incredibly hot as you know," and she giggled mischievously, "but I don't want him to try and have sex with my bottom. I hate that and the thought of it makes me sick. Promise me you'll tell him and you'll stop him if he tries?"

I gave her a reassuring hug and said, "Don't worry poppet I will never let anyone do anything to you that you don't want." and I meant it because I loved her so.

Until Friday came Liz was a complete nervous fidget, she was like a c***d on Xmas Eve. She didn't talk about it but her eagerness was obvious, instead she put her energy into going over every inch of our bedroom making sure it was immaculately clean and attractive looking. She even washed the windows to ensure as much light as possible came through them, she explained that she wanted the best possible recording of her seduction. During this time she was true to her promise to Rob and she did no more than give me a friendly kiss me on the cheek but I could feel her anticipation and sexual tension rising.

However, one evening as I was sitting on the sofa watching TV Liz came in wearing a very short skirt and a tight T shirt with a very low neckline, she took the room in at a glance.

"Where's the TV remote?" lei chiese. I pointed to it lying on the cushion at the other end of the sofa from me. Instead of walking round me to get to it Liz leaned across me struggling to reach it at the far end. This placed her b**sts firmly across my head.

"Oh flipping thing come here!" she complained but as she struggled to reach it her breasts jiggled firmly into my face. Now I defy any heterosexual man who still has a pulse not to be aroused by having a perfect bosom like Liz's massaging their face. Instantly I responded in a very visible fashion with an erection I could be proud of. Eventually the wriggling in my face stopped and Liz straightened up holding the remote. She immediately and deliberately looked down to see what effect her struggling had had on me. As she saw the bulge in my pants she smiled and flicked her eyes to mine in a look of satisfaction. She muttered quietly, "Mmmm, we can't have the k**s seeing that now can we?" and without warning she smacked my erection very hard with the back of the remote. I doubled up in pain but Liz just laughed, threw the remote back onto the sofa and flounced out in triumph. She was trying out her sexual powers on me and I was loving it!

Rob didn't call again and we had no contact with him until the Friday afternoon when he came to our door. Liz had been upstairs all morning in the bathroom and bedroom making sure she looked her very best so I sat him down on the sofa and gave him a whisky. He was carrying two plastic bags that had the name of a chain of high street adult shops on them. After he sat down he gave me one of them.

"Give these to Liz to put on, she must wear these and nothing else and she is not to see me until I begin her seduction."

I took the bag upstairs to Liz and relayed the message, she looked in the bag excitedly, "Oh wow, these are so sexy, they must have cost him a fortune!"

I left her to it and went downstairs again. As I sat down I said to Rob, "Listen Rob, there is one very strict ground rule today, anal sex is absolutely out, it revolts Liz and she's made me promise that I will not allow it no matter how heavy the action gets."

He smiled a gentle smile, "I quite understand and I give you my word on it. Besides, the very last thing I want to do now is upset Liz and put her off me when I'm just about to start having her."

He then went on to tell me how he wanted Liz prepared for him, what camera angles and close ups he wanted, how he would momentarily pause things to allow the camera a good angle or shot and what he particularly wanted to have recorded. He'd obviously been planning the whole thing meticulously and was intent on directing as well as starring in this film.

"This is absolutely the best thing," he grinned evilly as he drank his whisky, "I get to seduce a beautiful young woman half my age, a happily married woman at that, and I have her in her own marital bed in front of her husband who's filming it for me! God, this is the ultimate, I've never enjoyed a conquest as much as this before. I hope you have a full tape in the camera because I intend for this to take a long, long time. I've taken another Viagra so that I can ravish her better and for longer than she's ever known. I will make her so hot she will be begging me to have her." And he gave a broad leering grin, "Come on Alec, and don't look so glum, your darling wife is gagging for my shaft and I will make sure she gets more of it than her gorgeous young pussy can take. God, this is fantastic!"

I think I felt a bit sick, I had put myself in a position that I couldn't possibly win. If I tried to forbid what was going to happen then I felt certain that Liz would just go ahead regardless of what I said and simply cheat on me, at least this way I could influence or manage things to some degree. Then I felt the itch in my groin start to get worse and I knew that it was too late now and I wanted this to happen as much as Liz and Rob both did.

"I'm ready." Liz called from the bedroom. Rob gave me some handcuffs and I went up and opened the door. She was wearing the clothes Rob had bought her. It was a tight black lycra 'boob tube' type dress that hugged her figure like skin. It finished about 3 inches below her pussy and started half way across her breasts. There were no straps to hold it up and it was secured by a zip fastener that ran from top to bottom down the centre front. She also had on black latex stockings that ended about 2 inches below her skirt. It looked sensational and very expensive. Rob had chosen carefully and she looked incredible.

Then I began to position and bind her as Rob had directed. Our bed was an iron frame one with a metal bar head and foot board, she was to be kneeling at the bottom of the bed with her back to the foot board and facing the headboard. I handcuffed each of her hands slightly behind her to the foot board. I noticed she was shivering, "Are you cold? I can bring a heater." She shook her head, "No, I'm just very excited."

I checked the camera which was positioned to the side of the bed and quite high up looking down onto it and called Rob to come up. He was wearing the bathrobe he had asked for and I noticed there were some things in the pockets and that he had a small black whip like a miniature 'cat of 9 tails' stuck in the waist band. I told him that after I closed the door he should count to 30 before entering so I could get the camera running. From the cameras viewpoint Liz was in profile, her splendid breasts were outlined to perfection by the tight material of her dress and kneeling on the bed it had risen up to her hips. The door was to her right.

The door opened and Rob walked in. Liz turned her head to see him and let out a small gasp of sexual expectation at the sight of the man she was going to surrender herself too and who would take her innocence. As Rob looked back into her eyes his own narrowed into dark slits, he looked for the entire world like a tiger about to pounce on a young deer tethered to a tree.

"Seduce me." she said simply, the pupils her dark brown eyes opening wide as she drank in the sight of him.

He walked round and stood behind her. She tried to turn her head to follow him with her eyes but could only go so far and was unable to see him standing close behind. He ran a knuckle down between her shoulder blades and down her spine; she gasped and shuddered at his first touch. He turned her head towards him and leaned round to give her a long fierce kiss working his lips against hers. Liz responded passionately and pushed her tongue deep into his mouth working it around his tongue and demonstrating her complete willingness for him to possess her. Eventually they broke the kiss and he started kissing her gently on her shoulder slowly working his way along to her neck kissing and licking every inch of her flesh. He bent his head close to her ear, pulled the hair back away from it and whispered, "Are you ready for this Liz; are you ready for me to take you long and hard until you forget your name but will always remember mine." Liz shivered again, "Oh god yes, I so want you Rob. Please have me."

"Ah but I want you to beg me to have you so now I'm going to have to teach you to beg." he hissed in her ear.

He pulled the small whip from his belt and wound his other hand into Liz's hair and pulled her upwards as high as her handcuffs would allow. The dress had ridden up and the naked cheeks of her bottom were exposed. He lashed the whip across them. Liz flinched but otherwise didn't react. He ran his hand over the reddened flesh and squeezed it gently before he lashed them again with more force. Again she flinched but stayed silent so he lashed again even harder. This time she gasped and winced at the pain.

"Excellent, now I know how much pain you can endure I shall see how long you can endure it for."

He started to lash her back and forth across her cheeks maybe a dozen times, they started to become reddened and inflamed. Liz winced and cried out at every blow but the hot flush on her neck and face showed it was exciting her immensely and as she suffered the blows she pushed her bottom back towards him for more. He stopped and dropped the whip onto the floor. Moving forward to stand directly behind her he put his mouth to her ear. Her breathing had now become fast and shallow as her arousal had grown.

"Beg me to have you, beg me." he growled in her ear.

"Please, please, please have me Rob, I need you to have my pussy so much, please." she whispered desperately.

"When you really want me then you will beg properly, when your need to feel me deep inside you is at its greatest then you will know how to beg me properly." he menaced.

He began to nibble her ear lobe. I'd told him that Liz was sensitive there and he paid close attention to them. At first Liz laughed and giggled but he kept on nibbling and sucking until she began to twist, jerk, and shake gently. He continued for some minutes driving her higher and higher and then suddenly he stopped.

Without another word he took a thin black rope from his robe pocket, looped it around the headboard and then passed it through the end of each handcuff that secured Liz's wrists to the foot board. He unshackled the handcuffs from the foot board and then pulled on the ends of the rope. Liz's arms were pulled forward and she was then pulled flat and stretched out on top of the bed. He secured the rope ends to the headboard and told her to turn over onto her back. Lying there panting with lust and arousal in the sexiest of clothes with her hands bound above her head she was the most beautiful creature alive and my own lust for her made me ache.

He climbed onto the bed and straddled her sitting across her hips, his weight stopped her from trying to move away but the passion in her eyes said she had no wish to move away. He bent down and licked her neck from her collarbones up to her chin, it was an incredibly sensual act that drew a sigh of happiness from Liz. Suddenly he kissed her fiercely on the lips before gently kissing her on the forehead. She didn't know what he was going to do next, gentle or rough he gave no indication of what sensation he was going to inflict on her. I could see the anticipation and uncertainty was driving her sexual desire beyond anything I could have imagined. As her eyes widened and she stared up at his face he looked down at her coldly, looked at this the sweetest of his conquests at the moment of her surrender.

Gently he ran a finger down from her neck into the top of her cleavage Pausing for a moment to let me zoom the camera in he reached for and pulled the zipper on the front of the dress down very slowly until her ample breasts burst from the thin material.

"Nice, very nice, I've wanted to enjoy these from the first day I saw you." he murmured as he placed a hand on each of them and carefully stroked and explored their firmness and shape. Her nipples were as hard as diamonds and as red as rubies and sat high on her breasts. Silently he bent down and started to lick her breast all around the nipple being very careful not to touch it. Working slowly he traced her nipples roundness with his tongue on both her breasts and then began to kiss the around them. The gentle teasing aroused Liz's sensitivity incredibly so when he finally took one into his mou

Storie simili

Busto in bocca

Storia di Fbailey numero 168 Busto in bocca Quando ero un bambino mia zia Betty mi dava sempre grandi abbracci e mi stringeva forte dentro di lei e mi stringeva per molto tempo finché non mi dimenavo per scappare. Aveva delle tette davvero grandi e io ero troppo giovane per godermela. La zia Betty aveva o ha quindici anni più di me, quindi quando ho compiuto dieci anni aveva venticinque anni ed io ero abbastanza alta da far entrare la mia testa nella sua enorme scollatura. Anche a lei piaceva. Dopo ogni possibilità che zia Betty aveva, mi premeva la testa...

2.7K I più visti

Likes 0

La sorpresa dopo la scuola di Becky: prima parte

Oh Dio! Ho urlato di paura quando il dottor Roberts mi ha abbassato le mutandine di cotone bianco fino alle ginocchia. Mi fece chinare sulla sua scrivania con la mia piccola gonna scozzese tirata su, in modo che il mio culo bianco e nudo fosse ora completamente visibile. Ho provato ad alzarmi, ma lui mi ha messo una mano sulla schiena, tenendomi contro la scrivania. No! Ho gridato: Per favore! mentre l'altra mano si alzava e iniziava a strofinare la mia piccola figa verginale. Cosa mi stai facendo? Ho pianto, le lacrime mi rigavano il viso. All'improvviso mi lasciò andare e...

1.2K I più visti

Likes 1

Cal & Leslie

Da dove comincio? Che ne dici all'inizio. Mi chiamo Cal, sono divorziato e vivo da solo. Non sono una cattiva cattura, sono un metro e settanta, capelli neri corti, occhi verdi e nessuna cicatrice visibile. Vado regolarmente in palestra, quindi sono in forma ma non strappato. Un cazzo non tagliato di sette pollici che posso usare bene. Mi vesto bene e ho un buon lavoro. I miei amici Don e Lisa erano dispiaciuti per me, sapevano quanto fosse brutto il mio divorzio e quanto fossi solo, quindi mi hanno invitato alla loro festa in piscina lo scorso fine settimana. Hanno detto...

720 I più visti

Likes 0

2 AMORE COLOMBA AMORE SPINTA

3 PAPÀ CATTIVO Sean sposta le sue scartoffie nel patio in modo da poter tenere d'occhio Jeff e Maria mentre giocano in piscina. Presto entra suo padre. Papà, dovresti chiamare prima. Mi è capitato di essere nel quartiere e non ho un cellulare, sai. Questo non è accettabile, papà! Jeff, nel frattempo, salta fuori dalla piscina, corre verso di loro, salutando allegramente Louis, Ciao nonno! La testa di Sean affonda mentre suo padre balbetta scioccato, Sh-Sh-Sean, sei fuggito! No papà. Jeff mi chiama solo papà, quindi sei nonno! Severo, arrivando a ciò che lo preoccupa davvero, Sean, perché in nome di...

1.3K I più visti

Likes 0

Cugina Jenna

Era il fine settimana del Memorial Day e mia nonna, zia, zio, cugino Jenna, mio ​​padre e io siamo andati al nord per lavorare. Metti dentro le barche, pulisci la casa per l'estate, falcia il prato, ecc. Negli ultimi sette anni sono cresciuto sessualmente attratto da mio cugino. Forse è perché non sono mai uscito, non ho ancora fatto sesso. Jenna ha 22 anni e io quasi 22, quindi volevo vederla nuda e scoparla da quando avevo quasi 15 anni. Qualunque sia il caso, voglio scoparmela. Ovviamente ci sono anche altre ragazze che voglio scopare, ma qualcosa in Jenna mi spinge...

1K I più visti

Likes 0

The Switch (modificato e ripubblicato)

INTRODUZIONE: Mi scuso per tutti gli errori. In realtà non avevo intenzione di pubblicarlo quando l'ho fatto. Stavo ancora modificando quando l'ho postato per sbaglio. Ho avuto alcune difficoltà con il computer. Ringrazio quasi tutti per i loro commenti (l'eccezione sono le persone che usano le storie per pubblicare commenti in cerca di ragazze? Davvero! Funziona anche così??) Ho quasi finito con il capitolo 2 (che ha dei bei colpi di scena che spero tu mi piacerà) ma mi sono fermato a ripulire un po' il capitolo 1 e a ripubblicarlo. Spero che questo sia più facile da leggere. Grazie ancora...

1.1K I più visti

Likes 0

Io e i miei fratelli Capitolo IX

IX. Spettacoli di sesso Non appena tornai in cucina, arrivarono Marty e Donny, poco dopo che Louise e Bobby si presentarono. Quasi subito stavamo mangiando e ridendo perché sembrava che tutti avessimo qualcosa di stupido da dire. Louise ha detto qualcosa su Bobby che si è aggrovigliato nel lenzuolo e le è sembrato così divertente che riusciva a malapena a spiegarlo. Marty disse: Mi sarebbe piaciuto averlo visto? Da lì siamo entrati in una discussione sulla visione del porno. Quello che voglio vedere, disse Louise, è un vero spettacolo di sesso, non uno di quegli spettacoli porno. Louise, guardi molto porno?...

933 I più visti

Likes 0

Notte silenziosa...

Nicole era sdraiata sul letto quando suo marito, Rick, è tornato a casa dal lavoro venerdì sera. L'unica cosa che indossava era un reggiseno nero, perizoma nero e calze a rete abbinate. Quando entrò in camera da letto, la vide sdraiata lì profondamente addormentata. Mentre stava lì e guardava quanto fosse bella, iniziò ad eccitarsi. Si spogliò e salì sul letto accanto a lei. Il suo movimento nel letto la fece semplicemente allontanare da lui. Si sentiva in colpa per aver impiegato così tanto tempo in ufficio, ma c'era un incontro importante a cui doveva partecipare. Cominciò a farle scorrere le...

721 I più visti

Likes 0

Adam e la babysitter. _(1)

Nota: ho pubblicato questa storia su un altro account ma è stata eliminata, quindi la pubblicherò una seconda volta. Ne sono l'autore originale. Questa è la mia prima storia che scrivo, lasciate i vostri commenti e ditemi cosa ne pensate. Tutti i feedback, le correzioni, le critiche e i suggerimenti saranno apprezzati. Questa non è una storia vera, è solo una mia fantasia. Godere! ----------------------------------- Ho pubblicato un annuncio di babysitter su Craigslist. Non è che avessi bisogno di soldi, ma immagino che mi piacerebbero i soldi extra. Mi chiamo Kristen, ho 16 anni, 5'2 mora, occhi castani, ho un culo...

750 I più visti

Likes 1

Andare a vivere con Mara, parte 1.

Dichiarazione di non responsabilità: tutte le persone in questa storia hanno più di 18 anni e hanno acconsentito all'RP precedente alla storia. Stavo cercando un nuovo posto dove stare da mesi, ma non era arrivato nulla nella mia fascia di prezzo. Alla fine, mi sono imbattuto in un annuncio su una stanza singola in affitto da una coppia di bell'aspetto. Sembrava tutto a posto, quindi li ho chiamati e ho fissato un orario per guardare la stanza. Il giorno finalmente è arrivato e quando sono arrivato a casa sono stato accolto da una donna. Si presentò come Mara e mi invitò...

574 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.