Nuovo in città_(1)

2.6KReport
Nuovo in città_(1)

L'ultimo anno se la mia vita è stata un disastro. Nel giro di dodici mesi ho perso la mia ragazza da tre anni, sono stato licenziato dal mio lavoro, sono stato cacciato dal college della comunità locale a causa del mancato pagamento delle tasse scolastiche, e ora in un coraggioso tentativo di prendere il controllo della mia vita apparentemente drammatica mi sono trasferito quasi a mille miglia di distanza dalla mia famiglia a Chicago e mi sono stabilito a Dallas, in Texas. Si potrebbe dire che è stata una decisione molto drammatica, probabilmente impulsiva da parte mia, ma in mia difesa ho pensato di trasferirmi in una parte del paese dove sapevo assolutamente che nessuno era il modo migliore per ricominciare. Ma sto divagando, ho fatto una scelta per farlo e sono troppo ostinato nell'ammettere alle persone giocattolo che questo è stato un errore e che volevo disperatamente tornare al rifugio sicuro che era la loro casa.
Ho preso i 3000 dollari che avevo a mio nome, mi sono procurata una stanza di motel in cui stare finché non avessi trovato un lavoro che mi pagasse l'affitto e il cibo, e articoli da toeletta, tutta quella roba buona. Dopo circa una settimana di rigorose ricerche su Internet, sono riuscito a ottenere un colloquio di lavoro con una società di pubblicità. Era una posizione di assistente di ufficio di fascia bassa, ma avrebbe tenuto il cibo sul tavolo, quindi ho pensato che diavolo. Inoltre, se rimango in giro abbastanza a lungo, forse potrei trasformarmi in una grande opportunità per me. L'intervista era fissata per il prossimo venerdì, dandomi tre giorni per ripulire il mio curriculum e trovare un abbigliamento da ufficio adatto. Trovare un altro che mi si adattasse correttamente è sempre stata una rottura di coglioni. Non sono molto alto in piedi a soli 5'6 in una buona giornata, ma ero molto muscoloso. Non ci sono molte camicie fuori dal rack che si adattano al mio petto e alle mie braccia grandi, mentre allo stesso tempo non sembrano un vestito. Ho passato i due giorni successivi a fare dei tour nel mio nuovo quartiere, uno dei quali mi ha fatto passare una palestra. Stavo cercando una palestra nelle vicinanze e ho pensato di andare a dare un'occhiata.
Era un edificio dall'aspetto molto carino, molto moderno nel suo design. Non era molto grande, ma non era affatto piccolo. Dopo aver parlato con il simpatico addetto alla reception per alcuni minuti, ho appreso che offrono abbonamenti ai sentieri. Non ha dovuto dire molto dopo. Tornai di corsa nella stanza del motel, presi il primo paio di pantaloncini che riuscii a trovare e mi affrettai a tornare ai pesi. Ero da trenta minuti all'inizio del mio allenamento quando ho guardato alla mia sinistra e ho visto una bellissima giovane donna due panchine nella sua piccola zona. Era alta circa 5'0, un bel seno vivace con coppa C, che avrebbe potuto essere il suo reggiseno sportivo, ma quelle gambe e quel bel culo erano tutto lei. E i pantaloni a compressione che indossava li mostravano meravigliosamente. Potrei aver guardato un po' troppo a lungo comunque. Mi ha beccato a fissarlo mentre cercavo di sdrammatizzare, ma senza successo. Fece un sorrisetto furbo mentre continuava con il suo set successivo. Rimasi per un'altra ora o giù di lì, tenendola sempre d'occhio. Non lo sapeva, ma mi stava motivando ad allenarmi più intensamente di quanto non facessi da un po' di tempo. So cosa stai pensando. Sì, sono un verme, ma in mia difesa non ho toccato una donna da quando io e il mio ex ci siamo lasciati, quindi i miei ormoni erano fuori controllo per non dire altro. Mi asciugai, mi vestii e iniziai a tornare nella mia stanza di motel. Una volta uscito, una voce sommessa venne da dietro di me.
"Nuovo in città?"
Mi sono girato verso una bella vista. Il suo viso ancora più bello da vicino. La sua pelle color caramello luccicante, mi ci volle un secondo per riprendermi.
"qualcosa del genere."
"Mi chiamo Adrienne e il tuo è..."
“Roger” risposi timidamente. Mi ha reso nervoso, non so spiegare perché.
“Beh Roger, non posso fare a meno di notare che sembri sapere cosa stai facendo in palestra. Non vedo molte persone in questa palestra che lo facciano".
"Immagino che tu possa dirlo."
"Non parli molto, vero Roger?"
“Sembri un conversatore. Ti lascerò guidare da te". ho risposto furbescamente.
“Beh, visto che a quanto pare sto facendo la strada, lascia che ti mostri in giro per la città più tardi oggi. Ci vediamo qui tra un'ora?"
"A presto."
Ho cercato di mantenere la calma mentre prendevamo strade separate. Ero sfigato. Sono quasi corso al motel e sono saltato sotto la doccia. Un'ora sembrava trascinare. Ho indossato il mio vestito più attillato, alcuni pantaloni aderenti e un bel paio di Oxford. Sono tornato in palestra dieci minuti prima che fosse trascorsa un'ora. Ho usato il tempo extra per mettere insieme un piano di gioco. Si è presentata circa cinque minuti dopo con un aspetto migliore rispetto a un'ora fa. Indossava un paio di jeans attillati, che le accentuavano la magnificenza della sua parte inferiore del corpo. La t-shirt aderente con scollo a V che mostrava molto bene il suo décolleté. Sarebbe stato difficile distogliere lo sguardo da lei. Ho la strana sensazione che non le dispiaccia se guardo. Abbiamo passeggiato per circa un'ora, chiacchierando, conoscendoci, ma soprattutto lanciandoci degli sguardi furtivi. Mi sono offerto di accompagnarla a casa sua, sperando che la notte non finisse così presto. Mi ha chiesto dove alloggiavo. Le ho detto del motel in cui ero stato da quando sono arrivato in Texas.
“Beh, solo perché tu sappia che il complesso in cui soggiorno ha alcuni appartamenti aperti se sei interessato.”
"non farebbe male a guardare."
"Allora è deciso, tornerai a casa mia e ti mostrerò il complesso e ti presenterò il gestore del leasing."
"Suona come un piano." Ho risposto cercando di non farlo sembrare un grosso problema.
Rimase a una decina di minuti dalla palestra, a una ventina dal motel. Il complesso era molto carino. Aveva una piscina, diverse aree barbecue all'aperto, un parco per bambini, diverse attrezzature sportive. Sembrava molto costoso.
" Vivi da solo?" ho chiesto con cautela.
"Sì signore lo so."
"Non ci si sente soli?" Ho chiesto ancora più cautamente di prima.
“A volte può. Mi tengo occupato abbastanza da non pensarci troppo però."
Ha aperto la porta per prendere un appartamento con una camera da letto. Era ben arredato. Tutto era molto pulito e... femminile. Ho tolto le scarpe alla porta e mi sono lasciata cadere sul suo divano.
"Certo, mettiti a casa" disse scherzando
"Non importa se lo faccio." ho scherzato
Abbiamo parlato fino a tarda notte. Godersi la reciproca compagnia. Ridere avvicinandosi l'uno all'altro, sia mentalmente che fisicamente. Dopo un po', però, la conversazione sembrava svanire e ho iniziato a pensare di partire per non rovinare la fantastica giornata che abbiamo passato insieme. Fuori da dove lei dice,
"Quindi vuoi guardare Netflix e rilassarti finché non sei pronto a lasciarmi?"
"Saremo a corto di cose da guardare prima che ciò accada."
"Aww non sei dolce."
Ha scelto uno spettacolo, ha preso una coperta e del vino e si è seduta accanto a me sul suo divano. Ha preso tutto in me non accarezzare la sua coscia. Il suo profumo era allettante, la sua pelle irradiava ancora nonostante il bagliore della TV. Si era cambiata con dei vestiti più comodi, quindi ogni volta che si alzava per andare in cucina o in camera da letto, davo una bella occhiata al suo culo perfetto. Ci sono volute tre volte per accorgersene, ma è andata a prendere degli snack in cucina e ho notato che non indossava le mutandine. La fissai mentre si allontanava. I suoi fianchi ondeggiano ritmicamente. Ero stordito. Ho sentito il mio cazzo iniziare a sollevarsi. Mi sono rapidamente adattato come meglio potevo. Quando è tornata si è seduta proprio accanto a me e ha appoggiato la testa sulla mia spalla. I successivi quindici minuti consistevano in me che mi agitavo goffamente per evitare che lei notasse la mia crescente elezione. Si è alzata per andare in cucina quando è scivolata e mi è caduta in grembo, la sua mano è caduta sul mio cazzo, cosa che ha fatto rinascere di nuovo. Ci fu un silenzio imbarazzante tra noi prima che lei entrasse nella sua stanza. Tornò qualche minuto indossando una coperta aderente e si sedette di nuovo sul divano, ma questa volta disse più lontano. I minuti continuavano a scorrere. Ci siamo scambiati occhiate furtive, ogni tanto ridacchiando quando ci siamo beccati. In qualche modo siamo finiti uno accanto all'altro, la mia mano sulla sua coscia. La sua mano accarezza la mia nuca. La mia mano iniziò lentamente ad avvicinarsi di un centimetro ai suoi pezzi femminili.
Si è voltata verso di me e ci siamo guardati negli occhi per quello che sembrava un'eternità. I suoi bellissimi occhi marroni che scrutano nei miei. Senza un'altra parola abbiamo iniziato a limonare appassionatamente. O lingue che esplorano l'interno delle bocche l'una dell'altra, ballano l'una con l'altra, si abituano al gusto l'una dell'altra. Mi spinse giù sulla schiena e si arrampicò su di me. Abbiamo continuato a baciarci sempre più profondamente, usando le nostre mani per scoprire il corpo dell'altro. Ha usato le sue mani per massaggiarmi il petto. Uso il mio per accarezzare quel bel culo che ho fissato tutto il giorno. Il suo respiro si fa pesante. Sta cominciando a diventare ansiosa. Sta piangendo la mia maglietta tra le mani per evitare di strapparmela. Le alzo la maglietta sopra la testa. Ha ricambiato i miei sforzi e si è tolta il reggiseno. Il suo seno che sfrega contro la mia pelle. Comincia a strofinare il mio cazzo attraverso i miei pantaloni, mentre le prendo a coppa il seno e inizio a massaggiarle il capezzolo. Dopo pochi minuti mi gettò da parte la cintura e mi fece scivolare le mani nei pantaloni. Lei sussultò una volta che l'afferrò. Mi ha dato questo sguardo sexy, mordendosi il labbro e gemendo silenziosamente. Mi baciò di nuovo profondamente prima di iniziare a seguire il mio corpo. Ha iniziato dal mio collo. Calciare e mordicchiare prima di baciare il mio stomaco. I miei nervi hanno iniziato a darmi fastidio, comincio ad agitarmi mentre si avvicinava al mio inguine. Ha messo un dito sulle labbra e mi ha detto di rilassarmi. Lei striscia di nuovo verso il mio inguine e inizia a leccare lentamente il mio cazzo, dalla base della mia asta alla punta. La sensazione mi ha mandato i brividi lungo la schiena. Mi ha preso a coppa le palle e mi ha accarezzato le palle prima di inghiottire il mio cazzo nella sua interezza. Dapprima chinò lentamente la testa, aumentando il ritmo man mano che procedeva. A questo ritmo stavo per venire presto. Sta succhiando e accarezzando il mio cazzo. Ho cercato di farla smettere per evitare di venire così presto. Mi ha spinto di nuovo verso il basso e ha iniziato a succhiare più velocemente, accarezzando con entrambe le mani. Mi aveva proprio dove voleva. Era solo questione di istanti prima che le sparassi in bocca una corda dopo l'altra della mia virilità. Si sedette sorridente, si asciugò lo sperma in eccesso dall'angolo della bocca prima di succhiarlo dal dito; fissandomi per tutto il tempo. Ha ingoiato, ridacchiato e mi ha chiesto
"Com'è stato?"
non ho potuto rispondere. Invece l'ho afferrata per i rifiuti. La baciò di nuovo prima di procedere a strapparle i pantaloni. Mi metto a strati sulla schiena.
"Posso mostrarti meglio di quanto posso dirti." Ho detto con la mia migliore voce sexy.
Si mise a cavalcioni sul mio viso, già gocciolante comincio a leccare tutto intorno alle sue labbra. Mordendosi l'interno coscia, stuzzicandole la figa finché non ce la fa più. I suoi gemiti stavano diventando più forti, i suoi fianchi cominciarono a oscillare. Posso dire che non vedeva l'ora che la assaggiassi.
“ cosa… sei… tu aspetti…
Prima che potesse finire la frase ho spinto la mia lingua nel suo tunnel dell'amore, lasciando che le mie labbra sfiorassero il suo clitoride. Ha emesso un gemito profondo mentre continuavo a scoparle la figa con la lingua. Aveva un sapore così dolce. I suoi fianchi cominciarono a prendere il ritmo. Ha afferrato i lati della mia testa e ha cominciato a macinare rapidamente la sua figa contro la mia lingua. I suoi fianchi si muovono a una velocità incredibile. Volevo così tanto che mi sborrasse in bocca. Le ho dato uno schiaffo sul culo per incoraggiarla ad andare avanti. I suoi gemiti si trasformarono in respiro affannoso mentre le sue mani migravano dalla mia testa al mio petto. Ha affondato le unghie nella mia pelle mentre i suoi occhi ruotavano dietro la sua testa. Era vicina all'orgasmo e io stavo diventando impaziente. I demoni per i suoi succhi. Un altro schiaffo sul culo e il suo corpo cominciò a piegarsi. Le sue unghie diventano un tutt'uno con il mio pettorale.
"Oh mio Dio, sto venendo piccola." Disse mentre i suoi succhi mi riempivano la bocca. Onda dopo onda della sua dolcezza. ero in paradiso. Il suo orgasmo si è placato e lei è crollata sopra di me.
"Spero che tu abbia di più in te." dissi con arroganza.
Mi guardò con uno sguardo esausto sul viso.
"oh, ho appena iniziato."

Storie simili

Il club capannone (parte 4)

Prima di tutto, scuse enormi per il ritardo nella produzione della parte 4. Crisi inaspettata con influenza familiare dappertutto. Tutti meglio ora, così posso rispondere all'ultima serie di feedback..... Trainers nel Regno Unito si riferisce a calzature sportive.....Nike, Adidas, Puma ecc. Non credo che ci siano altre domande, così via con la parte 4. Questo coinvolge Finn, che vedo ancora di tanto in tanto. In effetti, ha riparato il mio PC l'anno scorso. Progetta siti web e altre cose tecniche che mi lasciano sconcertato. Non ha idea che sto scrivendo questo, e ovviamente ho cambiato il suo nome (in qualcosa di...

2.2K I più visti

Likes 0

Pookies prima volta con papà

Ciao la storia che stai per leggere è una storia vera su di me e mio papà che amo con tutto il cuore. questa è la mia prima storia quindi i commenti sono ben accetti. Era una settimana prima del mio 21esimo compleanno e papà mi ha detto che aveva in programma qualcosa di speciale per me (adoro quando papà lo fa). Ma prima lascia che ti parli di me e di mio padre, mia madre è nera e mio padre è bianco, quindi questo mi rende birazziale. Sono 5'9 con capelli neri corti un po 'come Keyshia Cole con occhi...

1.3K I più visti

Likes 1

Io e i miei fratelli Capitolo IX

IX. Spettacoli di sesso Non appena tornai in cucina, arrivarono Marty e Donny, poco dopo che Louise e Bobby si presentarono. Quasi subito stavamo mangiando e ridendo perché sembrava che tutti avessimo qualcosa di stupido da dire. Louise ha detto qualcosa su Bobby che si è aggrovigliato nel lenzuolo e le è sembrato così divertente che riusciva a malapena a spiegarlo. Marty disse: Mi sarebbe piaciuto averlo visto? Da lì siamo entrati in una discussione sulla visione del porno. Quello che voglio vedere, disse Louise, è un vero spettacolo di sesso, non uno di quegli spettacoli porno. Louise, guardi molto porno?...

1.2K I più visti

Likes 0

DOMENICA SEXY>

“È davvero alto nove pollici e spesso? Pensi che gli piacerebbe un pompino da una donna sulla cinquantina? Ero molto bravo a farlo nel fiore degli anni, anche se non ho mai avuto un uomo con un'erezione di nove pollici. Ti piacerebbe vedermi soffiare la sua erezione di nove pollici, ha chiesto percependo il mio interesse. Glielo chiederò e ti risponderò, le ho detto eccitato al pensiero di guardare una donna di dieci anni più grande, ancora sessualmente attraente, portare all'orgasmo la spessa erezione di nove pollici del mio uomo mentre guardavo. Più tardi, lo stesso giorno, Sarah si è emozionata...

1.3K I più visti

Likes 0

Notte silenziosa...

Nicole era sdraiata sul letto quando suo marito, Rick, è tornato a casa dal lavoro venerdì sera. L'unica cosa che indossava era un reggiseno nero, perizoma nero e calze a rete abbinate. Quando entrò in camera da letto, la vide sdraiata lì profondamente addormentata. Mentre stava lì e guardava quanto fosse bella, iniziò ad eccitarsi. Si spogliò e salì sul letto accanto a lei. Il suo movimento nel letto la fece semplicemente allontanare da lui. Si sentiva in colpa per aver impiegato così tanto tempo in ufficio, ma c'era un incontro importante a cui doveva partecipare. Cominciò a farle scorrere le...

1K I più visti

Likes 0

Lana vuole condividere

PRIMA PARTE: Signore, è una specie di scherzo malato? Oh merda. Jake si era svegliato e si era ritrovato legato a braccia aperte sul letto nella sua stanza del dormitorio. Erano le vacanze di primavera, il suo compagno di stanza non c'era più, il campus era vuoto... il che poteva essere una cosa molto positiva o molto CATTIVA. Si leccò le labbra mentre la sua ragazza Lana e la migliore amica della sua ragazza, Jessica, incombevano su di lui. Perché sono nudo? Lana? Alzò lo sguardo sulla sua ragazza. Era bellissima, una mora alta e dalla pelle pallida con seni di...

669 I più visti

Likes 0

Realizzare la sua fantasia

L'ho osservata dalla finestra. Era appena arrivata a casa e stava scendendo dalla macchina. Percorse il vialetto e in pochi secondi sarebbe stata davanti alla porta. Pochi secondi dopo era in casa. Conoscevo la sua routine: uscire di casa alle 6, tornare a casa alle 17,30, doccia, cena, tv, letto. Immancabilmente, ogni notte. Non aveva un marito, né un fidanzato, né animali domestici, questa signora era chiusa in se stessa... il che era perfetto per me. Vedi, avevo dei progetti per lei. Ho sentito la porta d'ingresso chiudersi dalla sua camera da letto al piano di sopra. Mi diressi dolcemente verso...

629 I più visti

Likes 0

Mia figlia Miriam cap06

Capitolo 6 Jen era più che pronta a mettere in atto il piano di Dave. La volta successiva che i suoi genitori Barry e Cathy uscirono e la lasciarono sola, lei si precipitò dritta verso la scatola nascosta dei film sporchi. Ha scelto il film tra ragazze e ha iniziato a guardarlo. La settimana scorsa, quando l'ha visto per la prima volta, non era molto interessata a guardarlo. Ora non vedeva l'ora di vedere l'azione. Stava per organizzare uno spettacolo per i suoi genitori che li avrebbe fatti eccitare moltissimo. Mentre guardava quel film, l'azione la stava davvero facendo eccitare. Stava...

560 I più visti

Likes 0

Il giorno più grande

Questa mattina è iniziata alla grande. Meglio allora che avrei mai potuto immaginarlo. Avevo fatto un patto con mia moglie. Se avesse voluto che usassi i soldi che avevo vinto alla partita di poker di questa settimana per andare a Columbus e vedere la nuova discoteca che avevano costruito, avrebbe dovuto darmi un'intera giornata di piacere sessuale ogni volta che ne avesse avuto la possibilità. Questa mattina è iniziata svegliandomi con la sua figa scintillante che si librava a pochi centimetri dal mio viso. Lei sa quanto mi piace mangiare la sua figa. Deve essersi svegliata molto prima perché la sua...

2.4K I più visti

Likes 1

L'emicrania di mio figlio (cap. 3)

Questa storia è un'opera di fantasia. Nulla di ciò è vero. Non usarlo per l'ispirazione. Non ferire le persone che ami. [Leggi i capitoli 1 e 2 prima di procedere] Capitolo 1: sexstories.com/story/104332/ Capitolo 2: sexstories.com/story/104363/ Alex e io ci siamo stabiliti in una nuova normalità nelle settimane e nei mesi successivi. Sarebbe stato privo di sintomi per un po' e poi sarebbe stato colpito da un'altra emicrania. Una pillola dopo e si sarebbe addormentato pacificamente mentre gli succhiavo il cazzo dolce e alla fine ingoiavo il suo sperma mentre mi masturbavo con una gamma crescente di giocattoli sessuali. Se avessi...

3.7K I più visti

Likes 6

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.