Creatura della notte_(1)

174Report
Creatura della notte_(1)

La prima volta che mi sono inginocchiato per lui è stato come se fosse un nuovo giorno, ho sentito la libertà che stavo cercando. Ho sempre saputo che dovevo servire ho sempre saputo che il mio posto sarebbe stato qui a guardare un uomo così meraviglioso come potrebbe essere altrove?

Ho 16 anni "così giovane"
Ricordo che è stata la prima cosa che ha detto quando ha guardato il mio corpo valutandomi. Sono pallido così pallido che la mia pelle è più bianca di come sarebbe il normale colore della pelle. Mi sento come se fossi il disegno di un bambino che aveva solo un pastello bianco e nero "non vedo l'ora di segnare le tue cosce ragazza rossa" la seconda cosa che mi ha detto mentre mi inginocchiavo per lui. I miei capelli sono corti e neri; quasi scuro come i miei occhi, tutti dicono che i miei occhi sono tristi. Quando il mio Maestro li guardò sorrideva, bastava a farmi fermare il cuore e farmi venire voglia di continuare a fissarli anche se proprio non avrei dovuto.

È abbronzato e bellissimo, alto e potente, i suoi occhi sono la tonalità di blu più chiara che abbia mai visto. Le sue mani sono callose per il lavoro duro sulla mia pelle liscia, le sue dita lavorano sapientemente sul mio corpo come se lo avessero toccato un milione di volte come se mi avesse avuta per tutta la vita. Quando mi tocca nel modo giusto, rabbrividisco, non posso farci niente, è troppo bello stare fermi. È come se fossi fatto per lui... me lo fa credere. Ricordo che mi disse che ero dove eravamo fatti l'uno per l'altro fatti per aiutarsi a vicenda gettava il dolore della vita, mi disse che era nato prima così poteva venire e imparare per assicurarsi che fosse pronto per me. Non credo che importi che sono nato vecchio. In un certo senso sono come Gorge Bailey nato più vecchio, tutti quelli che ho incontrato mi hanno detto che sono una vecchia anima. Quindi entrambi abbiamo dolore nel nostro passato e ci riuniamo per dimenticarlo.

Oggi torna a casa e so che è di buon umore. Mi sorride quando entra lo sto aspettando come faccio sempre in ginocchio sulla soglia con il colletto e una canotta nera attillata con una gonna niente sotto nel caso volesse usarmi proprio lì. Oggi non vuole usarmi proprio lì sulla soglia, ma non oggi non ancora. Invece mi dice di alzarmi e marciare, così lo faccio. In piedi di fronte a lui mi dice di spogliarmi. Le mie dita tremano un po' nervose come sempre mentre tolgo la canottiera dalle mie mani correndo sul petto e giù fino ai fianchi Sento i suoi occhi su di me mentre lentamente mi tiro giù la gonna dai fianchi stando di fronte a lui completamente nuda Respiro profondamente e aspetto. I miei capezzoli si induriscono solo per i suoi occhi, il mio petto si agita su e giù mentre aspetto.

Sta in piedi e guarda sopra di me le sue mani scivolano sul mio corpo e sono di nuovo in paradiso sentendolo toccarmi le sue mani scivolando su di me perfettamente Mi chiudo nel puro piacere che provo dalle sue mani ruvide e lui lo sente. Lo sento ridere e arrossisco si allontana da me e devo trattenermi dal piagnucolare Lo guardo mentre si allontana.

Tira fuori la frusta ora prima la frusta e io sorrido al mio vecchio amico che prende il manico e passandomelo sulle labbra lo bacio assaporando la pelle e il sapore di sale del suo sudore l'ultima volta che me l'ha usato addosso. La sua mano scorre sopra la mia testa mentre la bacio, sentendomi già in paradiso e quasi non credendo che vada meglio.

"alzarsi"
"sì maestro"
”palmi al muro ragazza”
"sì maestro"

Chiudo gli occhi trattenendo il respiro, sentendo il mio calore come se potesse smettere di aspettare aspettando la mia mente che urlava per averne bisogno... poi silenziare il dolore portandomi lontano dalla mia mente. Io conto.
"Uno"
"Due"
"tre"
così buono così libero non fermarti per favore non fermarti
"quattro"
"cinque"
"sei"
ho bisogno di questo per così tanto tempo l'ho desiderato per sempre
"Sette"
"otto"
"nove"
Ora posso sentire il bruciore che mi riporta alla realtà mentre lui attacca le mie cosce comincio a sentire il bruciore di ogni striscia di materiale. Mordermi la pelle
"dieci"
"undici"
"dodici"
Più posso prendere di più per lui So che posso come posso non lui mi dà tutto è il mio lavoro prenderlo. So che ne ho bisogno.
"tredici"
"quattordici"
"quindici"
Lo sento camminare verso di me dopo e il mio respiro si ferma attraverso di me lì è dietro di me lo sento contro di me la ruvidità dei suoi jeans che premono sul mio culo in fiamme. La sua mano si avvolge intorno al mio corpo tirandomi più vicino Tengo le mani sul muro senza osare muovermi mentre la sua mano scivola più in basso sfiorandomi la fica bagnata porta le sue dita sulla mia bocca facendole scorrere sulle mie labbra. Apro la bocca per lui prendendo le sue dita nella mia bocca lasciandole scivolare dentro inizio a succhiarlo pulendolo dalla mia umidità
"mmm, questa è la mia brava ragazza" mi sussurra all'orecchio.
"Grazie Maestro" dico la mia voce che suona tremante mentre cerco di riprendere il controllo di me stesso è così difficile con lui lì che preme su di me come è ora. Sento qualcos'altro sulla mia fica ora guardo in basso e vedo il manico della frusta premere tra le mie labbra e dentro di me sussulto mentre lo guardo scivolare dentro la mia sento il calore nella pelle. Lo pompa dentro e fuori di me lentamente, mi sento gocciolare sempre di più sul manico. Ho emesso un gemito mio malgrado.
"mmm sai cosa mi fai ragazza?"
"No Master" sì amore mio.
"Ti mostrerò"

mi fa girare così velocemente che riesco a malapena a pensare, poi mi spinge forte in ginocchio e sono di nuovo a casa. Lo tira fuori e io sussulto allo stesso modo in cui lo vedo sempre, non importa quanto tempo sia passato, non perde tempo non appena la mia bocca è aperta, infila il suo cazzo prima ancora che io abbia il tempo di pensarci conati di vomito su di esso. Leccando e succhiando lo guardo e sento la sua mano sul mio viso Guardo di nuovo in basso inizia a prendermi più in profondità i miei occhi iniziano a lacrimare mentre mi muovo con lui cercando di tenere il passo.
"mmm questa è la mia piccola troia"
Mi lamento, non posso farne a meno, ma questo lo fa solo scopare la mia bocca più forte nel profondo dei miei pensieri. Quindi io
lo sento tirarsi indietro e spingermi via Lo vedo sorridere prendendo il suo cazzo strofinandomi lo sputo sulla faccia. Guardo velocemente in basso anche se so che deve avermi beccato mentre stavo sbirciando, questa volta non mi schiaffeggia anche se so che non dovrei guardare.
"Piegare ragazza"
"sì maestro"
Mi metto in ginocchio per lui e poi sento il suo piede sulla mia schiena che mi spinge verso il basso. Mi sdraio a pancia in giù respirando lentamente mentre lui si accovaccia accanto a me le sue mani mi afferrano le braccia velocemente allacciandole insieme gemo i miei occhi si chiudono per il piacere di essere legato di nuovo sento qualcosa di freddo e umido sul mio culo emetto un sospiro di piacere mentre inizia a lubrificarmi il culo.
"mm sei una brava troia"
Sento un dito scivolare dentro il mio culo mentre gemo contorcendomi un po' nei legami il mio corpo è ancora totalmente indifeso mentre mi scopa il puro piacere correre mi ha lanciato per quella che sembra la milionesima volta oggi, ma perché non mi prende il mio corpo sta urlando fuori.
"per favore" sussurro e suono molto più pietoso di quanto avrei voluto.
"Per favore, quale ragazza?"
"Per favore, prendimi maestro"
le sue mani corrono sulle mie gambe fino alle mie cosce separandole facendomi allargare il più lontano possibile, sento la testa del suo cazzo che corre su e giù per la mia fessura.
"Sei così bagnata mia piccola troia"
“Sì Maestro solo per te”
Lo sento scivolare dentro di me così lentamente che quasi fa male, ma è così bello così bene che lo sento così lentamente scoparmi sapendo che si sta trattenendo. Due delle sue dita scivolano nel mio culo facendomi gemere e tutto il mio corpo si stringe, eccolo sussultare sapendo che la mia fica deve tirargli il cazzo ora. Lo sento scopare il mio più forte e più a fondo da dietro, colpendomi più profondamente dentro ogni volta.

Questo è dove appartengo sotto di lui il mio corpo indifeso per lui per il suo tocco legato e scopato mostrando il mio amore nell'unico modo in cui so davvero servire, essendo lì per lui ogni giorno quando vuole per quello che vuole; e lui che mi mostra quanto mi ama mostrandomi il mio posto più e più volte. Questo è il mio posto.

Storie simili

Naked Day - parte 7

Allora, Sandy vuole un po' di cazzo. Ci sono stato, l'ho fatto, dissi con un sorriso. Sandy mi ha puntato il dito medio e ha riso. Beh, ho bisogno di una pausa, ho annunciato. Ho preso un asciugamano per Cindy per pulire il viso dal suo doppio viso, poi ho portato una sedia in fondo al letto. Penso che mi siederò qui e dirigerò. Dannazione, tutti e tre i fratelli Monroe nudi sul mio letto. Cominciamo. Johnny alzati sulla tua schiena e lascia che le tue sorelle lavorino per farti diventare duro di nuovo. Sandy, guarda quanto di questo puoi scendere...

946 I più visti

Likes 1

Jason capitolo finale

CAPITOLO VENTUNESIMO L'e-mail di Betty diceva: Sono appena uscita dall'ospedale dieci giorni fa e dovevo dire a qualcuno cosa mi è successo. Dal momento che sei sempre stato un buon ascoltatore e non hai mai dato giudizi. Ricordi che ti ho detto che io e mio marito abbiamo allevato alani puri? Bene, ora abbiamo una sessantina dei migliori danesi del mondo. Comunque circa tre settimane fa mio marito mi ha svegliato verso le sei del mattino scopandomi nel culo (amava scoparmi lì e lo faceva abbastanza spesso). Non facevamo sesso da circa cinque giorni e quando è venuto si è davvero...

1.3K I più visti

Likes 0

Nato di nuovo parte 2

Alle tre abbiamo ricominciato e Marie ha portato fuori il brandy. Roy disse: Un barilotto di whisky e un buon drink sarebbero più adatti a questo pantano. Va bene, ragazzi, avete il vostro brandy, lasciatemi pensare, e mentre pensavo, mamma e Mary risero vedendo uscire il blocco stenotico e le palline di carta cadere sul pavimento come pioggia. Marie e Mary raccolsero le palle e si guardarono scuotendo la testa e dissero: Non può, non lo farebbe. Ho finito e sono tornato al tavolo Mary ha detto: Mio marito, non puoi, saremo famosi ma non in senso positivo. Ho detto: Sono...

1K I più visti

Likes 0

Maturo per la raccolta - Parte 4

Maturo per la raccolta - Parte 4 Di Kevin Moore Bryan mi ha legato al letto in un tempo doppio, e poi ha recuperato una fotocamera Pentax Spotmatic dall'armadio - in seguito ho scoperto che quell'uomo era un fotografo professionista e che i bum-boy e la pornografia erano le sue due principali passioni nella vita. Mentre armeggiava con la telecamera, un uomo di colore nudo è entrato nella stanza. «Piacere da parte tua a presentarti finalmente, Lloyd», disse Bryan. Kevin avrebbe potuto essere sdraiato qui per ore, in attesa di un vero furto reale da parte del mamba nero. «Culo con...

1.3K I più visti

Likes 0

Rigorosamente di testa

QUESTA E' FANTASIA QUESTO NON E' SUCCESSO DAVVERO. QUESTA E' LA MIA PRIMA STORIA!!! era una calda giornata estiva, stavo appena uscendo dal lavoro e vedo un vecchio amico. era in piedi vicino alla sua macchina. il suo nome è volontà. ora sarà molto facile per gli occhi. è alto circa 6 piedi 2, molto muscoloso, di carnagione scura e carino. ha un sorriso molto caloroso e dà abbracci incredibili. sono alto circa 5 piedi e 5, un po' spesse, tette di taglia 38f, pelle bianca e cremosa molto pallida e ho una personalità straordinaria. Corro da Will e gli do...

1.1K I più visti

Likes 0

LA VENDETTA È DOLCE???

Ehi, Peg, vieni qui e aiutami per un minuto, per favore, gridò suo marito John dall'interno del garage!?! Peg Burton si alzò dalle ginocchia mentre stava piantando alcune giovani piante di pomodoro nel suo giardino , e dopo essersi alzata e aver lasciato cadere i guanti a terra, ha camminato per una decina di piedi fino al garage in cerca di suo marito!!! John, chiese piano, dove sei, perché le luci sono spente, vieni avanti adesso, smettila di scherzare!!! Si voltò con cautela, guardando in ogni angolo e fessura del grande edificio a due stalli, ma proprio quando stava per sgattaiolare...

1.3K I più visti

Likes 1

Migliori amiche moglie incinta Pt 1

Avevo sempre sentito dire che le donne si arrapavano di più durante la gravidanza, ma non mi rendevo conto di quanto fosse brutto fino a quando il mio migliore amico e sua moglie non rimasero incinta. Da quando sono stato licenziato l'estate scorsa, pago i conti facendo lavori saltuari in giro per la città; tinteggiatura di case, tettoie e falciatura dei prati. Michael, il mio amico, lavora in una fabbrica molto ben pagata, e immagino che abbia deciso di aiutarmi assumendomi per dipingere la sua cucina e il suo bagno, anche se non c'era niente di sbagliato nella vernice. Ero felice...

1.4K I più visti

Likes 1

Cat Fight 7 (Amici)

Spettro - 2 1/2 minuti minton -  2 1/2 giorni quant  -  2 1/2 anni Heckson - 2 1/2 miglia Toton -   2 1/2 ore Bill - Clan dei leoni Re Tomco - Il padre di Bill Re Tobias - Il fratello morto di Bill Twitty - Clan Grey Tabby Glenna - Clan del Bengala Mikos -  Clan Certosino Comandante dell'incrociatore stellare - Clan Wire hair Generale Roth - Clan Leopard Theta - Clan dei ghepardi Niaco - Clan della tigre Cornelius - uno degli zii di Bill Conrad - L'altro zio di Bill Gruppo di assassini - clan Jaguar Gregor...

1.4K I più visti

Likes 0

Il mio piccolo compagno di giochi

Il mio piccolo compagno di giochi Di Berkshire Ray Capitolo 1 Ci fantasticavo da anni e ora avevo deciso che era il momento giusto. Avevo comprato una casa a Hereford, un paio di miglia fuori da un piccolo villaggio e mezzo miglio dal vicino più vicino. Ho passato un mese a prepararmi per il mio compagno di giochi scelto. Avevo messo in sicurezza la cantina con una porta blindata e robuste serrature e l'avevo arredata con un letto matrimoniale che avevo scelto per la sua robusta struttura in metallo, adatto per agganciare le cinture e un tavolo imbottito con staffe e...

1.4K I più visti

Likes 0

Rinato per essere migliore. capitolo 3

*** Attenzione, il seguente lavoro tratta argomenti di incesto, sesso non consensuale, schiavitù e condizionamento mentale. Tutti i partecipanti hanno più di 18 anni e questo lavoro è un'opera di finzione completa e non ha alcuna base nella realtà per nessuna persona. *** Sua sorella sembrava che si fosse rotta ieri quando l'ultima palla le era caduta dalla figa, lui l'aveva presa ancora e ancora nelle successive 24 ore, ogni volta che si prendeva una pausa, la metteva direttamente davanti alla televisione a giocare neve e fissa le cuffie alle orecchie per riprodurre i brani più e più volte nella sua...

1.1K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.