Io e i miei fratelli Capitolo IX

80Report
Io e i miei fratelli Capitolo IX

IX. Spettacoli di sesso

Non appena tornai in cucina, arrivarono Marty e Donny, poco dopo che Louise e Bobby si presentarono. Quasi subito stavamo mangiando e ridendo perché sembrava che tutti avessimo qualcosa di stupido da dire. Louise ha detto qualcosa su Bobby che si è aggrovigliato nel lenzuolo e le è sembrato così divertente che riusciva a malapena a spiegarlo. Marty disse: "Mi sarebbe piaciuto averlo visto?" Da lì siamo entrati in una discussione sulla visione del porno.
"Quello che voglio vedere", disse Louise, "è un vero spettacolo di sesso, non uno di quegli spettacoli porno".
"Louise, guardi molto porno?" chiese Bruce.
"Beh, non molto ma sembra tutto finto", ha risposto.
"Quello che sta cercando di dire è che il porno è sempre orchestrato", intervenne Marty.
"Beh, non so dove potremmo andare a vedere uno spettacolo di sesso", ha detto Bruce.
“Nemmeno io,” dissero all'unisono Louise e Marty.
Donny ha parlato per dire: "Lo so". Tutti tacquero mentre lo guardavano. Mi chiedevo come potesse sapere di un posto dove c'era uno spettacolo di sesso e penso che tutti gli altri pensassero la stessa cosa. Poi ha detto: "Potremmo organizzare il nostro spettacolo di sesso".
C'erano diversi "Cosa c'è" e "No", espressi prima che Bruce dicesse: "Non è una cattiva idea".
"Sì, pensaci", iniziò Donny, "Una di noi coppie potrebbe mettere su uno spettacolo per il resto."
"Sì," Bruce guardò Louise con quello che potevo solo descrivere come uno sguardo lascivo.
“Oh no, non io,” disse Louise con la faccia rossa.
"E tu, Marty?" chiese Bobby.
"Non davanti a mio fratello", rispose lei guardando Bruce.
Bobby, che fino a quel momento era rimasto in silenzio, disse: “Ecco il punto. Se vogliamo farlo, dobbiamo essere tutti d'accordo. Per farcela ognuno di noi deve accettare di partecipare. E sappiamo che Carly è bloccata con Bruce dato che io e Donny siamo suoi fratelli…”
"Bloccato eh", intervenne Bruce.
Bobby ha continuato con solo una leggera pausa, "... e Bruce e Marty non possono mettere su uno spettacolo così bene, penso che Carly e Bruce dovrebbero fare il primo spettacolo e poi il resto di noi farà spettacoli."
Ho guardato Bruce che mi stava guardando. Il suo sguardo mi ha mostrato che potrebbe voler mettere su uno spettacolo, ma non ha detto nulla. Ho pensato di mettere su uno spettacolo. Mi ha emozionato. Guardo intorno a tutte le facce che mi guardano. Mi è sembrato che quello che abbiamo fatto questo pomeriggio dipendesse dalle mie prossime parole. Pensavo di aver sempre voluto essere osservato. Ho guardato negli occhi di Bruce e ho detto: "Dipende da te".
Prima che Bruce potesse rispondere, Donny disse: "Ciò che intende è che lo farà se lo desideri".
«Non ho detto questo» ribattei a Donny.
“Oh, lo voglio”, disse Bruce, “ma voglio essere sicuro che ciò che Bobby ha detto poco fa vada bene. Cioè, non partecipo a meno che tu Louise e tu Marty ", indicò ciascuno di loro," prendete parte ai vostri spettacoli. Bene?"
Louise e Marty si guardarono. Marty guardò suo fratello e tornò a Louise e disse: "Non lo so".
Louise, che aveva iniziato questa conversazione, disse: "Andiamo Marty.".
"Non lo so... guardare mio fratello... mio fratello che mi guarda... mi sembra strano", disse Marty mentre si guardava attorno, come se volesse aiuto nella sua decisione. Chiuse gli occhi e si accigliò.
Toccava a me aiutarla. "Pensa a me. Mi mostrerò ai miei fratelli e poi li guarderò. Se c'è qualcosa che non dovrebbero sapere su di me o c'è qualcosa che non dovrei sapere su di loro... beh, visto una volta, conosciuto per sempre. Comunque sono disposto. Mi eccita. Sono così eccitato che potrei saltare Bruce in questo momento.
"Sì, eccita anche me... comunque..." Sembrava che non fosse in grado di dire di sì.
Bruce allungò la mano attraverso il tavolo per afferrare la mano di Marty e disse: "Ricordi la volta in cui abbiamo giurato di non tenerci mai segreti l'un l'altro?" Lei annuì. Ha continuato: "Ricordi cosa ci ha spinto a farlo?" Lei annuì. “Beh, questo è un po' così. Pensaci. Non vedi che abbiamo più da guadagnare che da perdere?
Lei allontanò la mano e disse: "Dio Bruce, non devi diventare così serio". Guardandomi ha detto: "Facciamolo".
«Va bene», disse Bobby, «penso che dobbiamo essere tutti d'accordo sul fatto che ognuno di noi manterrà il segreto solo tra noi e non lo dirà mai a nessun altro. So di sentirmi in obbligo verso mia sorella e mio fratello e credo che Marty e Bruce si sentano allo stesso modo, quindi Louise," si voltò verso di lei e le prese la mano, "visto che qui non hai legami di sangue, accetti di essere fottuto da entrambi? di noi ragazzi come spettacolo che manterrai il segreto?
"Oh cielo", disse. Prima di continuare si guardò intorno e quando arrivò a Bruce i suoi occhi si fermarono. Guardandolo negli occhi lei chiese: "Come spettacolo di sesso?"
Bobby disse semplicemente: "Sì".
Continuando a guardare Bruce negli occhi, disse: "Sì... va bene... sono d'accordo". Si è girata verso di me e ha detto: “Mi sento proprio come te. Potrei saltare Bruce in questo momento.
"Va bene", disse Bobby, "Bruce, Carly, voi due andate per primi, vero?"
Ho afferrato la mano di Bruce e lui ha detto: "Immagino di sì".
Bobby ha continuato: "Penso che la sala ricreativa sia dove dovremmo mettere in scena gli spettacoli, quindi voi due", ha indicato me e Bruce, "Andate lì e pianificate cosa farete. Il resto di noi pianificherà l'ordine in cui sarà ciascuno dei nostri spettacoli. Oh, e penso che qualcosa di meno di dieci minuti non sia uno spettacolo. Marty, tu…”
Non appena Bobby disse che dovevamo andare nella stanza dei giochi, Bruce mi stava trascinando con sé. Accese tutte le luci in modo che la stanza fosse ben illuminata. Era una stanza molto grande. In un angolo c'era una panca pesi e tutto l'armamentario che ne consegue. Una seconda curva aveva un tapis roulant e una bicicletta reclinata. Un terzo angolo aveva un tavolo da biliardo e il quarto angolo era allestito come un teatro dove almeno otto persone potevano guardare una TV a grande schermo. Il lato della stanza opposto all'ingresso aveva un caminetto con una piccola pista da ballo.
"Penso che sul pavimento davanti alla TV sarebbe un buon posto", ha detto Bruce.
"Non lo so", dissi mentre guardavo il grande divano di pelle. "Mi piace il divano."
"Potremmo gettare dei cuscini sul pavimento."
“Ieri sera quando eravamo sul divano volevo restare lì ma avevo paura che arrivasse tua sorella…”
Mi interruppe: “Il divano andrà bene. Possiamo spostarlo in questo modo. Il divano era a rotelle e lui lo fece girare in modo che fosse sotto la TV.
Ho guardato la disposizione e sembrava che i due divani corti e le altre sedie fossero stati sistemati proprio per questa situazione. Ho detto: "Penso che Bobby volesse che decidessimo cosa avremmo fatto nel nostro spettacolo".
"Possiamo iniziare spogliandoci a vicenda", disse Bruce.
"È facile, tutto quello che abbiamo addosso sono le magliette."
«Allora puoi prenderti gioco di me per un po'», disse.
"Sì e poi puoi scendere su di me", ho detto.
"Poi quando ti ecciti, te lo infilo dentro", ha detto.
“Va bene, allora prima di girare la tua roba, faremo una pausa per baciarci, puoi succhiarmi le tette e dopo un po' puoi scendere di nuovo su di me. Quando comincio a urlare, fermati e dammi il tuo peter. Poi ti succhierò finché non spari. Dovrebbero volerci più di dieci minuti.»
"Suona bene", disse mentre si avvicinava a me per darmi un bacio. Le sue mani scivolarono sulla mia schiena fino all'orlo della maglietta. Sotto la maglietta mi strinse le guance e poi fece scivolare lentamente le mani lungo la mia schiena. Mi strinse a sé e sentii il suo duro peter che tentava di infilarsi tra le mie cosce. Per tutto il tempo le nostre lingue duellavano mentre ci baciavamo appassionatamente. Le mie mani stavano facendo lo stesso delle sue, tranne che le mie erano rimaste fuori dalla sua maglietta.
Mi staccai dal bacio e mi staccai dal suo abbraccio. Corsi verso la porta e chiamai: "Ehi ragazzi, se non entrate qui adesso, inizieremo senza di voi". Ho sentito un coro di voci. Tornai di corsa da Bruce e dissi: "Cominciamo". Afferrai la sua maglietta e gliela tirai sopra la testa. Stava nudo davanti a me con il suo corpo peloso rosso brillante che brillava nella luce intensa. Mi chiedevo se Louise sarebbe stata attratta dal suo corpo peloso.
Mentre mi toglieva la maglietta ho sentito gli altri entrare nella stanza. «Aspetta un attimo», disse Bobby. Quando ha iniziato a rivedere le regole, ho guardato le ragazze mentre guardavano Bruce. Sembrava che entrambi stessero soddisfacendo una curiosità di lunga data che avevano. Bobby stava spiegando che sarebbe stato impostato un timer per dieci minuti, non dovevamo fermarci prima che il timer suonasse, e dopo che il timer fosse suonato avevamo due minuti per finire. Non dovevano essere indossati vestiti. Ha menzionato una mezza dozzina di altre cose, ma nessuna di queste mi importava. Alla fine disse: "Va bene, ora sto impostando il timer".
Misi le mani sulle spalle pelose di Bruce e le feci scivolare lentamente sul suo petto. Piegai le ginocchia mentre le mie mani scivolavano sul suo stomaco. Continuai ad abbassarmi lentamente mentre facevo scivolare le mani sulle sue cosce. Quando le mie ginocchia raggiunsero il pavimento ero faccia a faccia con il suo peter. Ho lisciato i capelli all'indietro con le mani e ci ho avvolto una mano intorno. Mentre prendevo in bocca la testa grassa, ho dato un'occhiata per vedere i quattro membri del pubblico che guardavano attentamente. Marty si stava sporgendo in avanti. Louise stava cambiando posizione per avere una visuale migliore. I miei fratelli avevano il sorriso sui loro volti. Spostai la mano e seppellii il viso tra i suoi capelli. Ho mosso la testa in modo che il suo peter entrasse e uscisse dalla mia bocca. Bruce ha messo in scena uno spettacolo di piacere proclamando ad alta voce: "Oh, è così bello". Dopo circa un minuto mi ha tirato in piedi e mi ha sussurrato all'orecchio mentre mi baciava sul collo: "Siediti sul divano".
Mi rilassai e mi sedetti sul bordo del divano. Come ho fatto Bruce è sceso con me. Ha preso una tetta in bocca e ho sentito la mia figa svegliarsi. Fece scivolare la lingua sulla mia pancia tra i peli tagliati sopra la mia figa. Mi ha sorriso. Ho notato che il pubblico si muoveva per vedere meglio poiché la loro visuale era bloccata dal mio partner. Bruce ha trovato il mio pulsante e ho gemuto involontariamente. Si è tuffato e mi ha dato il passaggio che amavo. Ho espresso il mio piacere con un forte gemito. Ben presto, con l'aggiunta dell'eccitazione di essere osservato, mi ritrovai a perdere il controllo. Ho cercato di trattenermi dallo sbattere contro la sua faccia mentre gli gridavo di andare avanti. Quando si è tirato indietro, l'ho rimesso a posto mentre insistevo perché non si fermasse. Ho gridato il mio piacere mentre mi inasprivo in alto. Ho perso il senso del tempo e del luogo. Bruce usò la sua forza per allontanarsi. L'ho sentito salire su di me e lui in un colpo ha seppellito il suo pisello nella mia figa. "Oh sì", ho gridato e lui mi ha colpito ripetutamente. Stavo scendendo da uno dei miei picchi quando mi sono ricordato dov'eravamo. Diedi un'occhiata e c'era Marty, a meno di mezzo metro di distanza, seduto accanto a me sul divano. Donny era dall'altra parte di lei che succhiava una delle sue tette scoperte e mi guardava. Ho guardato dall'altra parte e c'era Louise con le mani sui seni. Bobby non si vedeva da nessuna parte.
Mentre pompava il suo peter dentro e fuori dalla mia figa, Bruce ha iniziato a succhiare una tetta e massaggiare l'altra. Ho iniziato a sentire un altro sballo in arrivo, quindi mi sono riposato e mi sono divertito. Più o meno nel momento in cui mi resi conto di nuovo di dove mi trovavo, Bruce si tirò fuori e ci baciammo un lungo bacio sciatto. La sua bocca era piena dei miei succhi e la sua faccia era coperta. Devo essere stato davvero molto succoso. Mi ha mordicchiato l'orecchio e mi ha baciato in gola e poi è andato dietro alle mie tette, prima l'una e poi l'altra. Ho cercato di ricordare la sceneggiatura. avevo perso le tracce. Ho pensato, vabbè qualunque cosa faccia andrà bene. Muovendo la testa da una parte all'altra vidi che le ragazze erano ancora sedute dov'erano state. Donny non stava più succhiando la tetta di Louise. Adesso Bobby era accanto a Marty.
Bruce è sceso di nuovo a leccarmi la figa. L'ha inseguito con tutto quello che aveva e io stavo perdendo di nuovo il controllo. Presto stavo saltando e contorcendomi in ogni modo. Ho gridato quanto pensavo fosse meraviglioso Bruce nel leccare la figa. Poi mi sono sentito andare in un altro posto. Il momento successivo mi resi conto di essere scivolato giù dal divano in modo che la mia testa fosse sul sedile e il mio sedere sul pavimento e c'era il peter di Bruce sulla mia bocca. Bruce ha iniziato a fottermi la bocca. Volevo aprire gli occhi per vedere dove fossero gli spettatori, ma non si aprivano. Ho fatto schioccare le labbra e fatto roteare la lingua mentre il suo peter passava da superficiale a profondo e viceversa. Ho sentito il tintinnio, il tintinnio, il tintinnio dell'allarme e Bobby ha annunciato due minuti per fermarsi. Aumento la pressione delle labbra sul suo peter e in breve tempo sono stato ricompensato con un carico di roba calda. Si è tirato fuori con un paio di spruzzi rimasti e ho avuto roba in uno dei miei occhi. Mi aspettavo che bruciasse ma non è stato così. Mi ha solo offuscato la vista in quell'occhio.
Ci sono stati degli applausi e qualcuno ha detto: "Bravo".
Marty ha detto: "Bruce è stato fantastico".
"È stato incredibile", ha detto Louise.
Ho sentito Donny chiedere: "Carly, ti arrabbi sempre così?"
"Tipo cosa?" chiesi mentre mi asciugavo la roba dall'occhio.
"Non ho mai visto una ragazza scatenarsi così prima d'ora", ha detto.
“Non fare storie, Donny. Dovresti dirle quanto è sexy», disse Bobby.
“Tu sei Carly. Sei un fanatico di Peter. Penso che dovremmo fare una sorta di eccezione alla regola in modo che io possa farmi risucchiare da te ", disse Donny mentre cercava di farcela.
“Va bene, è abbastanza Donny. Tu e Marty avete due minuti per decidere dove mettere in scena il vostro programma», annunciò Bobby.
"Dove?" chiese Donny come se non ci avesse pensato.
"Cosa c'è che non va proprio qui sul divano?" chiese Marty.
"Per me va bene", convenne Donny.
Ero ancora sdraiato lì con la testa appoggiata allo schienale del divano. Sentii Marty sdraiarsi dietro di me. "Fai partire l'orologio", disse Donny.
«Fare partire l'orologio», disse Bobby.
Mi voltai a guardare mentre Donny apriva la vestaglia di Marty. L'avevo visto molte volte andare per le mie tette, ma quello era sempre stato seguito da sensazioni elettrizzanti. Questo era diverso; ancora sentivo la mia figa formicolare. Bruce mi ha consegnato la mia maglietta. Mi sono seduto per indossarlo. Poi sono andato in giro così ho potuto guardare lo spettacolo mentre ero seduto sul pavimento. Mi sono reso conto che il pavimento di legno duro era piuttosto freddo contro il mio sedere nudo. Ero ancora così caldo che mi sentivo bene.
Bruce si sedette accanto a me e mi circondò con un braccio. Sussurrò: "Dio, mia sorella ha delle belle tette".
Quando abbiamo visto la veste di Donny aperta per rivelare il suo peter, ho sussurrato: "Dio, mio ​​fratello ha il peter più grande che abbia mai visto".
"È piuttosto grande", sussurrò Bruce in risposta.
"È un bavaglio, ma scommetto che mi riempirebbe la figa", sussurrai e poi aggiunsi: "... ma non lo saprò mai".
Eravamo solo a un paio di metri dal punto in cui il peter di Donny stava scivolando dentro e fuori dalla figa di Marty. "Dio, guarda un po', lo sta infilando fino in fondo. È come una porno star", ha detto Bruce mentre vedevamo l'intera lunghezza del peter di Donny scomparire dentro di lei.
Ben presto i due sul divano si mossero e per non intralciarli dovemmo indietreggiare di una trentina di centimetri. Donny è salito sul fondo e Marty si è accovacciato sul suo peter e l'ha inserito nella sua figa. È riuscita a pompare rapidamente su e giù. Non avevo mai immaginato di fare quello che stava facendo lei. Mi sono detto che è qualcosa che avrei provato la prossima volta che io e Donny ne avessimo avuto la possibilità. In pochi minuti Marty cambiò di nuovo posizione scendendo sul peter di Donny mentre allo stesso tempo gli offriva la figa per farla godere. La lingua di Donny serpeggiò fuori per leccare ogni parte della sua figa. Allo stesso tempo gli stava facendo un bel pompino, prendendolo davvero in profondità.
"Dio", disse Bruce, "non posso credere che stia ingoiando tutto."
“Dio sì”, dissi, “mi verrebbe da vomitare. Lei è brava."
Mi voltai indietro e vidi Bobby che osservava. I suoi occhi si spostarono per incontrare i miei e ci scambiammo un sorriso. Louise stava guardando l'azione mentre era rannicchiata vicino a Bobby. Tornai a guardare Donny che leccava intensamente la fica premuta contro le sue labbra. Dopo qualche altro minuto ho iniziato ad annoiarmi, quindi ho allungato la mano per tirare su il peter di Bruce. Mi ha abbracciato forte e ci siamo voltati per baciarci. Presto ho sentito la sua mano trovare la mia figa. Pensavo che se non ci fossimo fermati saremmo stati nel bel mezzo di un nuovo spettacolo non programmato ma ho pensato, che diavolo...chi se ne frega?
Successivamente Donny e Marty si sono trasformati in una posizione da cagnolino ed erano in una posizione in cui potevo guardare il suo sacco di palle che le schiaffeggiava la figa ad ogni colpo. Avevo spesso desiderato guardarlo, ma fino ad ora non ne avevo mai avuto la possibilità. Entrambe le palle di mio fratello sono rimaste basse fino a poco prima di esplodere. Mi chiedevo se tutte le palle degli uomini si alzassero come le loro quando erano pronte a soffiare. La circondò con entrambe le mani per massaggiarle i seni.
Poco prima che cambiassero di nuovo posizione mi chiesi quanto tempo fosse rimasto sul timer. Guardai, ma dal mio angolo non riuscivo a vedere. La posizione in cui si sono trasferiti era con Marty sulla schiena che prendeva il suo peter in bocca. All'inizio Donny glielo infilò lentamente in gola e poi lo tirò fuori. Ha accelerato un po' il ritmo quando è scattato l'allarme. Bobby annunciò che mancavano due minuti alla fine. Donny le ha dato molti altri colpi prima di tirarsi fuori e spararle su tutto il seno. Sono rimasto sorpreso che non abbia sparato di più.
Louise andò in bagno a prendere un asciugamano per Marty e Bruce andò a prendere una bibita per ognuno di noi. Bobby iniziò a parlare in modo cospiratorio mentre diceva: “Carly e Marty, mettete l'allarme. Farò Louise per dieci minuti e poi Bruce si trasferirà e prenderà il sopravvento anche se non ho finito. Se dura dieci minuti, quando suona la sveglia Donny, ti trasferirai per dieci minuti. Se ci chiede di fermarci, lo faremo, ma se non lo fa, cercheremo di continuare a cambiare ogni dieci minuti. Carly, lo dirai a Bruce? Ho annuito.

Continua nel capitolo X. Una gang bang

Storie simili

Wendy e Miss West iii

Il terzo di tre Wendy è stata condotta con gli occhi bendati dalla signorina West verso una porta sul retro dell'ufficio. La signorina West inserì una chiave e aprì la pesante porta di quercia di quello che dall'esterno sembrerebbe essere un magazzino vicino all'ufficio principale. Entrando, se Wendy avesse potuto vedere, avrebbe visto una piccola stanza, circa 6 piedi quadrati, dipinta di nero con anelli di metallo fissati a varie altezze lungo le pareti e in vari punti al soffitto. La stanza era illuminata con faretti orientati in tutte le direzioni. Wendy era in piedi al centro della stanza molto illuminata...

1.1K I più visti

Likes 2

Vacanza tropicale_(1)

Vacanza tropicale È stata una notte tranquilla al resort, essendo fuori stagione ea metà settimana. Ma è per questo che eravamo lì: abbiamo risparmiato un sacco di soldi in questo modo. Dopo cena abbiamo deciso di prendere un paio di drink tropicali e dirigerci verso la vasca idromassaggio sul lato nudo del resort. Quando siamo arrivati ​​c'era già un'altra coppia lì, il che mi ha un po' deluso: speravo di fare sesso con mia moglie sotto le stelle. Ma li abbiamo riconosciuti come Tom e Nancy, che si erano conosciuti il ​​giorno prima alla piscina per nudisti, quindi ci siamo salutati...

1.6K I più visti

Likes 2

Naked Day - parte 7

Allora, Sandy vuole un po' di cazzo. Ci sono stato, l'ho fatto, dissi con un sorriso. Sandy mi ha puntato il dito medio e ha riso. Beh, ho bisogno di una pausa, ho annunciato. Ho preso un asciugamano per Cindy per pulire il viso dal suo doppio viso, poi ho portato una sedia in fondo al letto. Penso che mi siederò qui e dirigerò. Dannazione, tutti e tre i fratelli Monroe nudi sul mio letto. Cominciamo. Johnny alzati sulla tua schiena e lascia che le tue sorelle lavorino per farti diventare duro di nuovo. Sandy, guarda quanto di questo puoi scendere...

1.1K I più visti

Likes 1

The Switch (modificato e ripubblicato)

INTRODUZIONE: Mi scuso per tutti gli errori. In realtà non avevo intenzione di pubblicarlo quando l'ho fatto. Stavo ancora modificando quando l'ho postato per sbaglio. Ho avuto alcune difficoltà con il computer. Ringrazio quasi tutti per i loro commenti (l'eccezione sono le persone che usano le storie per pubblicare commenti in cerca di ragazze? Davvero! Funziona anche così??) Ho quasi finito con il capitolo 2 (che ha dei bei colpi di scena che spero tu mi piacerà) ma mi sono fermato a ripulire un po' il capitolo 1 e a ripubblicarlo. Spero che questo sia più facile da leggere. Grazie ancora...

106 I più visti

Likes 0

Racconti di campagna: il cambiamento

Switch fece scattare una seconda lama con un clic e io tornai al mio camion. Non sembravano nemmeno notarmi molto. Avevano tutti tra i diciassette ei ventisei anni. Condividevano tutti una figura massiccia e forte, occhi e capelli scuri e morti e un carattere meschino. Che cazzo ci fate qui ragazzi? Disse Reed Hardy, il maggiore. Switch sbuffò rumorosamente. Ha picchiato a sangue tuo fratello. Quello era Switch. Jim si fece avanti. Non sono affari tuoi, Reed, lascia perdere. Disse con calma. Ho aperto la portiera del mio furgone. Ancora nessuno mi ha notato. Davvero? La vedo diversa. Ho sentito che...

1.5K I più visti

Likes 0

LA VENDETTA È DOLCE???

Ehi, Peg, vieni qui e aiutami per un minuto, per favore, gridò suo marito John dall'interno del garage!?! Peg Burton si alzò dalle ginocchia mentre stava piantando alcune giovani piante di pomodoro nel suo giardino , e dopo essersi alzata e aver lasciato cadere i guanti a terra, ha camminato per una decina di piedi fino al garage in cerca di suo marito!!! John, chiese piano, dove sei, perché le luci sono spente, vieni avanti adesso, smettila di scherzare!!! Si voltò con cautela, guardando in ogni angolo e fessura del grande edificio a due stalli, ma proprio quando stava per sgattaiolare...

1.5K I più visti

Likes 1

Impegnando Alpha Kappa Betta Sorority

Finalmente ho finito di trasferirmi nella mia stanza del dormitorio! Sono così entusiasta di ricominciare finalmente da capo e di lasciarmi alle spalle il liceo e tutte le persone che mi hanno maltrattato. Il mio migliore amico Casey è uno dei miei coinquilini, siamo stati accoppiati con altre due persone a caso. Spero che non siano cretini. Comunque, io e Casey siamo migliori amici da quando ho memoria. Ha già finito di fare le valigie e stiamo per andare a esplorare l'università una volta uscito dalla doccia. Sono così eccitato, non vedo l'ora! Lo sento finalmente finire in bagno e ne...

1.4K I più visti

Likes 0

Un'avventura inaspettata con Robin e Olivia - Capitolo 6

Capitolo sei: La luce rossa La colazione era proprio quello di cui avevo bisogno. Toast, pancetta e uova. Tutto fatto con i giusti condimenti. La pancetta croccante e con un pizzico di zucchero di canna è deliziosa. È facile da rivestire e mettere in forno per un gusto ricco. Il toast è stato realizzato utilizzando un pane francese tagliato di sbieco. È stato tostato leggermente su entrambi i lati e poi il burro è stato spalmato su un lato e sciolto. Le uova devono essere cotte lentamente e soffici. E con un pizzico di formaggio aggiunge un bel sapore. Certo, potrei...

1.4K I più visti

Likes 0

Nato di nuovo parte 2

Alle tre abbiamo ricominciato e Marie ha portato fuori il brandy. Roy disse: Un barilotto di whisky e un buon drink sarebbero più adatti a questo pantano. Va bene, ragazzi, avete il vostro brandy, lasciatemi pensare, e mentre pensavo, mamma e Mary risero vedendo uscire il blocco stenotico e le palline di carta cadere sul pavimento come pioggia. Marie e Mary raccolsero le palle e si guardarono scuotendo la testa e dissero: Non può, non lo farebbe. Ho finito e sono tornato al tavolo Mary ha detto: Mio marito, non puoi, saremo famosi ma non in senso positivo. Ho detto: Sono...

1.2K I più visti

Likes 0

Un discorso di papà e figlia.. Parte 1

Un discorso di papà e figlia Di Sugar Daddy 8/03/15 Tutte le opere sono scritte in copia Non giudicarmi. So che dopo questa storia non diventerò il padre dell'anno, ma è così. Sono sempre stato attratto dalle ragazze più giovani. Non ho mai veramente assecondato i miei impulsi, tranne una volta con mio cugino più giovane. Ma questa è una storia per un'altra volta. Ma tornando a questa storia, sono un uomo divorziato con due figli. Entrambe sono ragazze una otto Julie e Brandy la più grande. Mia moglie ed io abbiamo divorziato circa un anno fa. Le ho lasciato la...

1.6K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.