Ragazza con un segreto

803Report
Ragazza con un segreto

Copyright, 2012 Castlequeen

Mio dio, che brutta esperienza. Ballo dei diplomandi. Un bel mese di preparazione, un vestito da duecento dollari che mi farà lavorare per la mamma tutta l'estate, un paio di scarpe da trecento dollari che mi vedranno schiavo del suo negozio di posta/spedizioni/caselle postali fino a quando avrò cinquantasei anni, e non possiamo dimenticare il taglio di capelli da novanta dollari. Cosa ne ho ricavato? Una cena piuttosto mediocre, dei bei balli, una bella foto e il mio ex ragazzo che ora cerca di farmi spegnere. Non sono un pudico, tutt'altro, ma non sarebbe successo.

Sono ancora vergine. Diciotto anni e ho ancora la mia ciliegia. Perché?
Volevi che inventassi qualcosa? O il fatto che "non ho incontrato il ragazzo giusto" sarà accettabile per te?

Oh no, non fraintendermi, non sono lesbica. Sì, ho fatto un bacio con la lingua alla mia amica Jenna a una festa, ma è stato per dividere i venti dollari che i ragazzi hanno speso per la sfida. Veramente. Io non sono gay. Sul serio. Non guardarmi così!

Arriverà il ragazzo giusto, solo non so quando. Deve essere super gentile, super stupendo e... deve sciogliermi il cuore.
Non sto trattenendo il respiro in attesa. Vedremo cosa succede quando arrivo al college, nel frattempo, ho del lavoro da fare.

"Darcy! Prendimi altri rullini!"

Questo è stato urlato da mio fratello Stuart. È il mio... capo quando la mamma non è al negozio. Prendo dell'altro nastro adesivo e glielo lancio. Il mio tiro è scarso, come al solito, ma la sua grazia atletica gli permette di fare una bella presa con un'estensione completa del suo corpo alto due metri. Faccio il segnale per primo e lui ride.

"Se solo potessi avere un quarterback migliore, non dovrei fare così tante giocate a bordo campo e vinceremmo più spesso!"

Accolgo il mio rimprovero con una risatina e torno ai libri. Sta finendo gli ultimi pacchi per l'ultimo ritiro e io devo sbrigare le scartoffie per la mamma. Non è poi così male lavorare per lei, soprattutto d'estate perché di solito usciamo di qui alle sette al massimo. È venerdì ed è stato piuttosto dolce. I miei piani prevedevano un'ora o due in piscina con un paio di bibite fredde, un film e una buona notte di sonno. Tutti i miei amici erano fuori con i loro fidanzati ed essendo tra quelli scaricati di recente, non avevo posto con loro.

Finiamo e invece di dover tornare a casa in autobus (non prendo un'auto finché non inizio il college), Stuart mi offre gentilmente un passaggio. Di solito esce dalla porta in un lampo, quindi mi prendo una pausa.

"Perché il passaggio? Di solito te ne vai non appena usciamo dalla porta?" Chiedo.

"Versione breve, Holly è incazzata con me. Lei è al cinema con i suoi amici e io sono a casa da solo finché non mi perdona." Sembrava depresso.

"Che cosa hai fatto?"

Fa una smorfia. "Io uh, stavo aiutando Mia. Con un massaggio alla spalla."

"Holly sa che sei a scuola a studiare massoterapia, vero? Perché dovrebbe essere arrabbiata?"

"Ehm, perché odia Mia, e perché Mia aveva un debole per me prima che io e Holly ci mettessimo insieme. Da qui la cuccia."

Non è bello ridere, ma dovevo farlo. "La chiamerò io stesso e metterò una buona parola per te, le dirò solo che sei una vera testa di cazzo. Imbecille."

"Accidenti, grazie, Darcy, sei così gentile con me." lo disse con sarcasmo, ma potevo dire che sperava che la mia garanzia per lui sarebbe stata d'aiuto. Farei quello che potevo, tutto sommato, era un bravo fratello maggiore.

"Vedendo come tornerai a casa stasera, vuoi ordinare la pizza? Stavo solo per buttare giù qualcosa, ma se ci sei, avremo l'intero affare, grissini, ecc."

Lui sorrise. "Ci sei, ma per favore, fammi scegliere il film, non voglio vedere un film per ragazze!"



PIzza è stata ordinata e mangiata, il film era una commedia piuttosto divertente e ci stavamo divertendo. Faceva ancora un po' caldo quindi saremmo andati in piscina dopo il film.

Bzzzz!!!!!! Nessun film. Niente luci. Senza energia.

"Aw, merda. Spero che non esca per così tanto tempo." Ho detto.

"Non so, se è qualcosa di semplice, si accenderà velocemente, se troppi condizionatori d'aria lo spingono oltre il limite, potrebbe volerci un po'. Vuoi un'altra soda? Non apriamo il frigo troppo spesso nel caso sia fuori da molto tempo."

"Sì, prendimene uno. Grazie!"

Tornò un attimo dopo, ma non con la soda promessa. Ha una birra per sé e una cantinetta per me.

"Ehi, bevitore minorenne qui, fratello?"

"Sì, giusto," sorrise, "come se non ne avessi mai avuto uno."

"Va bene, uno o due, forse. Ma teniamolo segreto."

Dopo venti minuti e un'altra cantinetta, un vicino è venuto a dirci che aveva controllato con la compagnia elettrica e che ci sarebbero volute circa due o tre ore. Lo ringraziammo, prendemmo un nuovo giro di drink, ci cambiammo i vestiti e ci dirigemmo verso la piscina. Faceva fresco vicino all'acqua, e mamma e papà non avevano badato a spese per i mobili del patio, era molto comodo. Abbiamo messo le nostre sedie l'una di fronte all'altra e abbiamo appena iniziato a parlare.

Andiamo molto d'accordo, ma in qualche modo non ci stavamo davvero aprendo l'uno con l'altro. era strano, e ho avuto la brillante idea di sfidarlo a obbligo o verità.

"Va bene, sorellina, accetto, obbligo o verità?"

"Verità!"

"Perché sei qui con me, quando due settimane fa eri pronto per il ballo di fine anno con Nicholas?"

"Mi ha scaricato perché non mi sono spento."

Annuì. "Non posso arrabbiarmi per questo, ma non avrebbe dovuto scaricarti per quello."

"Dirò. Obbligo o verità?"

"Osa!" disse con un sorriso malvagio.

"Sali in cima allo scivolo, lancia un sasso contro la finestra della signora Willard, attira la sua attenzione e regalale la luna piena."

La parte superiore del nostro scivolo aveva una vista perfetta della camera familiare della signora Willard, ed era sicura che fosse seduta lì a leggere. Mi ha lanciato un'occhiataccia ed è salito in cima allo scivolo con me proprio dietro di lui per guardare. Mi ha guardato e ha lanciato un piccolo sasso contro la sua finestra, lei ha alzato lo sguardo e lui le ha mostrato un flash. Ci ha lanciato uno sguardo indignato e ha aperto la porta del patio per gridare "Hooligans!" e sbatterla. Siamo quasi caduti dallo scivolo che stavamo ridendo così tanto.

"Avevo dimenticato quanto è divertente far incazzare il vecchio pipistrello!" ha riso. "Va bene, obbligo o verità?"

"Verità."

Per qualche istante sembrò pensieroso. "Perché non ce l'hai con Nicholas? Pensavo che l'avessi già fatto."

Non è quello a cui volevo rispondere, ma ero stato io l'idiota a suggerire il gioco.

"Io.....non mi sono ancora innamorato di lui...o di qualcun altro." dissi con un filo di voce.

"OH." Sembrava sbalordito dall'ammissione. "Voglio dire, eri con Nicholas, e prima di lui, Stephen, e prima ancora, Bryan, quindi ho pensato... scusa."

"Perchè sei dispiaciuto?" Ho chiesto.

"Beh, sembravi un po' imbarazzato ad ammetterlo. Avresti dovuto osare, ti avrei fatto sorseggiare dalla bottiglia di Jack Daniels di papà."

"Credimi, Stuart, c'è tempo in cui voglio rimproverare Jack quando si tratta di sesso."

"Perché dovresti volerlo quando si tratta di...santa merda! Non mi stai dicendo che sei una lesbica??"

Potevo solo ridere di quello. Sembrava mezzo inorridito, mezzo eccitato al pensiero.

"No, non una lesbica, e se hai sentito quella storia su me e Jenna è stato solo per vincere i venti dollari."

"Allora... allora perché il sesso ti dà così tanti problemi, sorellina? Dubito che sia la mancanza di interesse da parte dei ragazzi. Sorella o no, la mia vista va bene, e tu sei piuttosto carina."

Sospirai. "Vorrei che non avessimo mai iniziato questo stupido gioco. Vorrei che la corrente fosse tornata."

Mi ha sorpreso allungando la mano e prendendomi la mano. "Sorellina, va bene, non vuoi parlarne, lascia perdere allora. Sai, comunque, che puoi dirmi qualsiasi cosa. Sai che non strillerò a mamma o papà."


"Vuoi davvero sapere perché non ho rinunciato? Davvero, onestamente e veramente vuoi saperlo?"

Annuì. "Sì, se vuoi dirmelo. Solo se vuoi dirmelo."

"È perché.......non riesco a trovare il ragazzo giusto." Ecco, l'avevo detto.

Ridacchiò. "Beh, quindi stai aspettando, non è un grosso problema, in realtà è piuttosto ammirevole di questi tempi. È qualcosa di cui essere orgogliosi, sai."

Scuoto la mia testa. "Hai sbagliato. So chi è, proprio non posso."

"Cosa? Se ha una ragazza, aspettala fuori, o diamine, vai a picchiarla, sei un duro." L'ha detto sorridendo per l'ultima volta, ma io non ricambiavo.

So che volevo essere onesto, ma non potevo esserlo! Ho iniziato a piangere e sono corso in casa e di sopra nella mia stanza dove mi sono buttato sul letto in lacrime.



Pochi istanti dopo bussò dolcemente alla mia porta.

"Darcy? Stai bene? Mi dispiace per quello che ho detto che ti ha turbato così tanto. Lo sai che non sarei così cattivo di proposito."

No. Non lo sarebbe. Questo era parte del problema. Era un fratello dannatamente bravo.

"Darcy? Dai, parlami. Mi dispiace, qualunque cosa io abbia detto, me ne scuso."

Mi girai sul letto per affrontarlo. "Non è niente che hai detto, non è niente che hai fatto, è quello che non puoi dire o fare che mi fa sentire così."

"Scusa, sorellina, sono confuso qui. Qualunque cosa serva per farti sentire meglio, lo farei, lo sai." Era così sinceramente preoccupato che mi stesse facendo a pezzi.

Lo guardai, le lacrime mi scendevano sul viso come una cascata.

"Non sono ancora stata con un ragazzo, perché l'uomo migliore che conosco, quello a cui vorrei donarmi, non posso averlo perché è troppo dannatamente vicino a me." sbottai.

"Eh? Il ragazzo è uno dei tuoi amici maschi? O è-"

"Lui sei tu, Stuart, sei tu. Il ragazzo perfetto, l'uomo veramente dolce, quello con cui vorrei stare, quello che prenderei felicemente tra le mie braccia, ed è mio... fratello. Io sono una persona malata. Ecco perché ho problemi con il sesso, okay? Sono un maniaco malato e pervertito.

Sono scoppiata in nuove lacrime e mi sono abbracciata forte e volevo solo che tutto andasse via. Non avevo previsto che Stuart fosse in tutto e per tutto il ragazzo che avrei voluto nella vita. Si sedette sul mio letto e mi accarezzò le spalle. Era un'agonia perché volevo che mi prendesse tra le sue braccia.

"Okay, è stata una sorpresa a dir poco. Onestamente non so cosa dire, davvero. Da quanto... tempo ti senti così?"

"Per circa quattro anni. Ero solo una ragazzina stupida quando l'hai fatto con Allison per la prima volta. Ti stava aspettando una volta e l'ho sentita al cellulare con una sua amica, descrivere la tua prima volta. Ogni due la cosa era quanto eri dolce, quanto gentile, quanto gentile, e come l'avevi reso così speciale, e così perfetto per la sua prima volta. Non so se sapeva se fosse anche la tua prima volta, ma aveva mi sono divertito molto, e lei ha scoperto quanto eri speciale. Sapevo già quanto eri gentile, quanto dolce, e ho pensato che il mio primo ragazzo sarebbe stato come te. Ci ho provato cinque volte, e tutte e cinque le volte il ragazzo era un idiota prima che ci arrivassimo. Non voglio che sia così, voglio che sia dolce e meraviglioso.

Le lacrime stavano uscendo fuori controllo ora, ma aveva un fazzoletto e le asciugò delicatamente.

"Ci possono essere altri ragazzi che sono come me, lo sai." Disse dolcemente.

"Ma se si comportassero così solo per portarmi a letto? Il primo ragazzo di Jenna è stato così dolce, finché non l'hanno fatto, e lui ha riso di lei, le ha detto che faceva schifo e non l'ha più chiamata. Io non Non lo voglio per la prima volta. Voglio che sia con un uomo di cui mi fido, che sarà gentile e mi accetterà per non sapere come fare le cose per bene.

"Posso capirlo.....Deanna l'ha apprezzato, e anche Katie. Non sono stato il primo di Holly, ma ha detto che la tratto meglio di tutti gli altri tre ragazzi con cui è stata."

Riuscii a sorridere un po'. "Non te l'ha appena detto. L'ho scoperto da lei stessa."

Sembrava confuso. "Hai parlato con Holly del fatto che io e lei facessimo sesso?"

"Le ragazze parlano, è genetico sai." dissi con un sorrisetto. "Ma lei era incantata da te, Allison lo era, Deanna lo era, e lo era anche Katie. E ora non posso concedermi a un altro ragazzo perché ho questa strana fissazione con te, e perché ho una paura mortale della mia prima volta essere orribile”.

"Ma Darcy, non potremmo... è semplicemente sbagliato. Non c'è esattamente un futuro lì, vero? Devi saperlo."

"So che non c'è futuro, ma se ci potesse essere.....l'unica volta? Quindi il mio primo è speciale come voglio che sia? Quindi il ragazzo non mi tratta di merda se sono terribile? So che è sbagliato... ma non mi interessa." Ora ero un pasticcio ufficiale. Quel poco trucco che avevo addosso era un disastro, con le lacrime che lo rigavano, e la mia faccia era tutta rossa. Mi ero aperto, gli avevo detto il mio brutto segreto, e ora, ora, probabilmente stavo per perdere l'amore di mio fratello perché era sicuramente disgustato.

Mi guardò negli occhi, un po' con pietà, un po' con comprensione. Non avevo perso il suo amore, ma stava lottando con se stesso dentro.
Alla fine sospirò e mi prese le mani.

"Come, uh, vuoi, um, fare questo?" chiese piano.

"Davvero?" Sarebbe stato mio per la mia prima volta?!?!

"Per davvero, sarà un po' strano, ma penso che tu capisca cosa intendi, sai che sarò gentile con tutto questo."

"Se aiuta, vai avanti e fantastica su qualunque top model sia attualmente sullo sfondo del tuo desktop." Ho detto.

Lui scosse la testa. "Potrei fantasticare da solo, ma quando sono con qualcuno, attirano tutta la mia attenzione. È um... disonesto il contrario."

Mio dio, era il ragazzo più dolce! Holly farebbe dannatamente meglio a perdonarlo, altrimenti è un'idiota.

"Oh... iniziamo... iniziamo così lentamente e andiamo da lì?" Non avevo idea esattamente di cosa fare e sapevo che sarebbe stato una guida gentile e amorevole. Non mi aspettavo che si alzasse però.

Sembrava ansioso. "Possiamo farlo...nella mia stanza? Inoltre è lì che ho il mio..." Non riuscivo a capire i suoi borbottii.

"Cosa hai detto?" Ho chiesto.

"Uhm, i miei preservativi..." stava davvero arrossendo. "Dobbiamo DAVVERO stare attenti, sai?" Mi ha teso la mano e io l'ho presa mentre mi alzavo. Poi mi condusse nella sua stanza, che, non a caso, era ordinata e ben organizzata. Chiuse la porta, la chiuse a chiave e mi sorrise. "Mamma e papà non dovrebbero essere a casa fino a domenica, ma non si sa mai."

Quindi spense diverse candele e le accese per dissipare l'oscurità. Proprio come lui per considerare l'umore.

Infilò una mano sotto il letto e tirò fuori una piccola cassetta degli attrezzi. L'ha aperto per rivelare un vassoio superiore di strumenti informatici, che è stato rimosso per rivelare preservativi e alcune bottigliette. Tirò fuori una striscia di tre preservativi e li mise sul comodino, quindi guardò le bottiglie e ne scelse con cura uno che mise accanto ai preservativi e tirò fuori anche un tubo di qualche tipo. Gli rivolsi uno sguardo interrogativo.

"Diversi preservativi, nel caso si rompa, un po' di... olio riscaldante, che penso ti piacerà e un po' di uh, lubrificante, nel caso um, beh, lo sai."

Ho sorriso dolcemente e ho fatto finta di niente perché sembrava così imbarazzato. "No, non lo so, sono vergine, ricordi?" Sapevo che era un po' scomodo per lui, quindi ho pensato che qualche risata avrebbe potuto aiutarlo.

"È nel caso tu sia uh, davvero, ehm, teso." Era rosso vivo, ed era così carino. Un motivo in più per amarlo. Rimasi accanto al letto e aspettai. Non ero sicura se dovevo baciarlo o cosa. Mi fece un sorriso dolce e mi prese entrambe le mani. Mi attirò a sé e per la prima volta sentii le sue labbra sulle mie.



Il bacio è durato diversi secondi e mi stavo davvero divertendo, ho osato aprire le labbra e allungare la lingua. Ho sentito la sua e abbiamo giocato delicatamente un po' mentre esploravo la sua bocca e poi lui esplorava la mia. Le sue braccia si avvolsero intorno a me e mi tenne per la vita mentre mi baciava ed era incredibile. Gli tenevo le mani intorno al collo e gli accarezzavo i capelli mentre la nostra passione cresceva e lui mi sollevò dolcemente tra le sue braccia e mi adagiò sul letto. Lo guardai e il mio corpo stava iniziando a rispondere mentre mi guardava con un sorriso seducente, poi si sdraiò accanto a me e mi prese di nuovo tra le sue braccia.

Per una decina di minuti ci siamo baciati, e sebbene avessi baciato molto, non mi ero mai sentito così, le sue labbra erano morbide, dolci e mentre mi faceva strada, non mi sono mai sentito costretto, mi sembrava che mi stesse guidando con tanta tenerezza che mi ha davvero sciolto il cuore.

Non mi ha afferrato, mi ha toccato dolcemente, e le sue dita hanno sfiorato leggermente i miei capezzoli, e sapevo che mi stavo bagnando. Mi ha baciato profondamente, e poi si è tirato indietro mentre le sue dita mi accarezzavano, e poi ha allungato la mano e ha tirato giù la spallina sinistra del mio vestito, e poi ha scambiato le mani e ha agganciato l'altra per rivelare il mio seno a malapena a coppa e Ho sentito il suo respiro bloccarsi in gola.

"Oh... sei così... bella sorellina, così incredibilmente perfetta!" e lui prese delicatamente il mio capezzolo sinistro in bocca e lo succhiò leggermente mentre la sua mano accarezzava quello destro e pizzicava con cura l'altro capezzolo. Ho avuto uno spasmo un po' perché mi sentivo così fottutamente bene! Il suo respiro si fermò di nuovo, e lo sentii mormorare "..così sensibile....mi piace...." mentre passava al mio seno destro. Feci scorrere le dita tra i suoi capelli castani ribelli, mentre mi mostrava cos'era il piacere e allungò la mano per afferrare la bottiglia. Ha gocciolato alcune gocce sul mio capezzolo destro e l'ha fatto roteare con la lingua, all'inizio formicolava un po' ma poi l'ho sentito riscaldarsi man mano che ci prestava più attenzione, e ha reso la mia figa dolorante ancora più bagnata!

Altro olio riscaldante sul lato sinistro e io fui inondato da una piacevole foschia di calore e amore, e lui si prese il suo tempo, assaporandomi mentre procedeva. L'olio è stato applicato generosamente e mi ha baciato dappertutto, e mi ha fatto ridere mentre mi soffiava un lampone sull'ombelico, da cui si è tirato su per baciarmi di nuovo e scusarsi per essere stato sciocco. L'ho perdonato perché mi sentivo troppo bene! Poi ha tirato i bordi della mia tuta e io mi sono alzata per sfilarmela e per la prima volta mi ha vista tutta. A differenza di alcune ragazze, non mi ero rasata, ma avevo tagliato i miei capelli quasi neri in una piccola striscia in modo da poter indossare più facilmente il bikini. Sorrise e mi lanciò uno sguardo interrogativo come per dirmi che potevamo tirarci indietro se volevo, ma non lo feci, e si spostò sul letto e cominciò a baciarmi su tutto il ventre, e poi si mosse lentamente modo per la mia figa. Avevo sentito storie di ragazzi che non l'avrebbero fatto e non sono stato sorpreso di scoprire che l'avrebbe fatto, non avevo idea di cosa aspettarmi. Ha spinto le mie gambe in su e in parte per darsi più spazio, e ha afferrato la bottiglia di olio e ne ha versato solo una piccola linea che porta al bordo del mio clitoride.

Ha leccato e baciato un po' più violentemente, ma quando l'olio si è riscaldato io sono diventato sempre più caldo, e quando è arrivato al mio clitoride me lo ha succhiato più forte che poteva e io ho emesso un piccolo guaito come non avrei mai fatto sentito niente di simile! Mi sono anche sentito lasciare uscire un po 'di umidità che mi ha fatto sentire abbastanza bene! Non si concentrava solo sul mio clitoride, lo baciava tutt'intorno e ci passava sopra la lingua ogni pochi secondi, ma poi apriva delicatamente le mie labbra e spingeva la sua lingua dentro di me e leccava e succhiava la mia figa. Avevo sentito parlare di ragazzi che sembravano odiarlo, ma non Stuart, il suo respiro e piccoli rumori eccitati mi dicevano che forse si stava divertendo tanto quanto me! Prendeva delicatamente un labbro tra le labbra e lo leccava, e poi lo succhiava in bocca, e si sentiva bene, così bene. Sapevo di avere una specie di labbra grandi, ma lui era deciso a godersele ogni minimo dettaglio, e nemmeno le sue mani si fermavano mai, mi accarezzava il sedere, le cosce, o si allungava per accarezzarmi i capezzoli, e una volta che metteva le dita alla mia portata e li presi e li succhiai solo per sentirlo emettere un forte gemito e un "....oh yeaaahhh....."

Stavo iniziando a contorcermi mentre stavo diventando incredibilmente caldo, e lui ha iniziato a usare le dita con la lingua, toccando la mia clitoride mentre leccava più profondamente che poteva e sapevo che sarei venuto come non avevo mai fatto, e lui si è calmato un po', ed è tornato ai suoi tocchi più leggeri finché non mi sono calmato un po', e poi si è messo in moto e questa volta mi ha guidato finché non ho tremato in modo incontrollabile e poi sono venuto con un grido di pura gioia! Ho sentito la mia figa liberarsi e ho pensato di avergli pisciato addosso, ma lui grugniva e leccava e non avrebbe urlato '.....ooooh FUCK yeah....!" se avessi fatto pipì Succhiò e leccò finché non riuscii a sopportare un'altra raffica di piacere ei miei gemiti di piacere si placarono e poi si tirò indietro.


"Oh, dio, oh dio, oh......doooo che è stato fantastico!"

Abbassai lo sguardo per vederlo con un sorriso felice. Era anche fradicio.

"COSÌ." disse casualmente: "Com'è stato?"

"Quello... era più di quanto avessi mai immaginato potesse essere... sembrava così perfetto, ma ti ho pisciato addosso?"

Rise maliziosamente. "No. Non l'hai fatto. Comunque, ti bagni molto, molto, quando vieni. Si dà il caso che sia qualcosa che mi piace molto."

"Stavi facendo tutti i tipi di rumori anche tu?"

Si sollevò in modo che potessi vedere la macchia bagnata sul davanti della sua tuta. "Mi diverto, che dire? Non sono venuto, ma è già successo."

"Togliteli. Voglio vedervi. Per favore."

All'improvviso arrossì. aveva appena mangiato la mia figa fino a raggiungere incredibili orgasmi e stava arrossendo per avermi mostrato il suo cazzo? Si strinse nelle spalle e se li sfilò per rivelare il suo pene molto eretto. Non ne avevo mai visto uno da vicino, ma non sembrava piccolo, sembrava... capace... e lo volevo in bocca. Sapevo che sarebbe stato gentile con la testa, non avrebbe riso se avessi imbavagliato o non ce l'avessi fatta. L'ho afferrato e ci ho messo dolcemente le dita intorno. Era caldo, ma nonostante fosse duro come una roccia, sapevo che mi avrebbe fatto sentire bene. Ho allungato la mano per prenderlo in bocca e lui mi ha spinto via.

"È più tardi. So che ti è piaciuta la prima parte, vero?"

L'ho baciato dolcemente per mostrare quanto mi piacesse.

"Allora rilassati e sarò molto gentile con te, voglio mostrarti quanto può essere bello..."

Mi sono sdraiato e lui ha srotolato il preservativo su se stesso. Nonostante la serietà, il fatto che fosse blu brillante suscitò una risatina.

"Cosa c'è che non va?" chiese, tutto preoccupato.

"Io... non mi aspettavo che fosse di quel colore..."

"Oh. Posso cambiarmi se vuoi."

Feci scorrere le dita sulla sua guancia, "No, va benissimo, mi ha solo sorpreso... qualsiasi cosa tu faccia per me va bene..."

"Bene allora...."

Lui ed io abbiamo ricominciato a baciarci profondamente e potevo sentirlo, toccarmi la coscia, sfiorarmi delicatamente la figa, mentre eravamo uniti alle labbra. Ci siamo persi nella passione, e poi ne ho sentito la testa contro di me, e lui ha tirato indietro la testa.

"Sarò molto gentile, ma potrebbe pizzicare un po' mentre entra, sei ancora molto bagnato..."

L'ho sentito spingerlo dentro il più lontano possibile, e poi ha incontrato il mio imene, ci ha spinto contro per un secondo o due, e poi si è tirato indietro solo un po'. Ho trattenuto il fiato mentre spingeva, e lui mi è entrato profondamente dentro mentre ha fatto scoppiare la mia ciliegia e ho emesso un piccolo grido perché pungeva, ma è stata una bella puntura!

"Oh mio Dio, sei dentro di me... sei dentro di me così profondamente... oh, è bello!"

C'era preoccupazione sul suo volto. "Sei sicuro di stare bene?"

"Uh-huh! Ci si sente bene, ora fottimi....fottimi dolcemente, per favore?"

Ha iniziato ad accarezzarmi, il suo cazzo si spingeva in profondità dentro di me, e si tirava quasi completamente fuori e poi si tuffava di nuovo dolcemente in profondità. Ho assorbito il suo cazzo mentre lui e io diventavamo una cosa sola, i nostri corpi si univano nel piacere in una danza di amore e sensazioni, e continuavamo a baciarci, cosa che alcuni dei miei amici avevano detto non fosse quasi mai accaduta. Non so quanto tempo abbiamo trascorso mentre ci godevamo il nostro amore, passavamo alcuni minuti nella posizione del missionario, e poi rotolavamo sui nostri fianchi e lui mi teneva su la gamba mentre mi pompava la figa fino in fondo come poteva, e poi rotolavamo di nuovo, e lui mi lasciava esplorare prendendo il comando mentre cavalcavo il suo cazzo in cima e l'ho preso da ogni angolazione e l'ho preso il più forte e veloce possibile, e saremmo tornati indietro nel missionario con le sue braccia avvolte intorno a me e le sue labbra incollate alle mie....

Lui gemeva come me, e tra una spinta e l'altra uscivano i miei soffici rantoli di gioia, ed entrambi diventammo più accesi man mano che la nostra passione cresceva. Cominciò a emettere un gemito continuo mentre le sue pompe diventavano più frenetiche e io sapevo che sarebbe venuto, e anche il mio piacere era a pochi secondi di distanza! Mi ha tirato giù sulle spalle con le mani mentre iniziava a sbattere contro di me, e ha ricevuto solo tre di quei colpi incredibilmente duri prima che arrivassi con un altro urlo! Mi sono bagnata di nuovo così tanto, ma lui ha continuato ad andare avanti e anche altri dieci colpi profondi prima di aggrapparsi a me freneticamente e grugnire ad alta voce ".......oooooooohhhhhhHHHHHH SÌ SÌ !!...." mentre si bloccava posizione! Ho sentito il suo cazzo pulsare mentre veniva, ed è stato così bello, il mio orgasmo, mescolarsi con il suo mentre ci tenevamo vicini!

Espirò lentamente e si rilassò e mise con cura la mano laggiù per tenere il preservativo mentre lo tirava fuori da me. Ci siamo sorrisi mentre lui si sdraiava su un fianco accanto a me.

Ho iniziato a parlare, ma lui mi ha zittito con le dita. Mi prese le mani tra le sue e mi baciò dolcemente e mi avvolse di nuovo tra le sue braccia. Chiusi gli occhi e mi godetti il ​​suo calore così vicino a me. Potevo sentire il battito del suo cuore, che stava ancora accelerando e sapevo che il mio batteva una controparte del suo mentre scendevamo entrambi dall'alto della nostra beatitudine. Rimanemmo lì in silenzio per circa cinque minuti.

"Um. Com'è stato per te? Sono abbastanza sicuro che tu sia tornato di nuovo, ma voglio assicurarmi che ti sia piaciuto tanto quanto me." È stato quel tipo di preoccupazione e amore che ci ha portato a questo punto. Gli importava davvero, e questo rendeva ancora di più ciò che era già speciale.

"Oh non preoccuparti, penso che il, uh, zampillo ti abbia avvertito. È stato così incredibile essere fottuto da te, in realtà no. Non mi hai fottuto, hai fatto l'amore con me, che è quello che volevo per il mio prima volta....sei così dolce....."

"Mmmmm....non capisco perché tutti i ragazzi non ci provino in questo modo. Il tuo arrivo per primo ha reso il mio molto migliore. Spero di non essere stato troppo rumoroso."

ridacchiai. "Siamo entrambi un po' chiassosi. Cosa di famiglia, secondo te?"

Entrambi ci siamo dissolti in una risatina. Ci siamo sistemati mentre giacevo tra le sue braccia e ho capito che c'era dell'altro da esplorare.

"Beh, è ​​'più tardi' no? Sono piuttosto curioso di provare le altre cose....come il tuo cazzo. Nella mia bocca."

"Oh. Sei sicuro? Non devi."

"Stuart, sei il ragazzo più dolce, ed è per questo che volevo questo. Provarlo in una situazione in cui se ho problemi o non posso farlo, o qualsiasi altra cosa, e so che non riderai o proverai a costringermi. Il che mi rende più determinato a farlo, e anche a farti sentire davvero bene".

"Mi sento già bene!" disse con un sorrisetto.

"Ma ti sentirai meglio! Ora togliti la gomma e riordina un po', e sarò pronto per imparare."

È decollato per il bagno e io sono rimasto lì felice e contento. Ero stato divorato fino a raggiungere un orgasmo strabiliante, mi ero fatto una scopata che mi aveva fatto urlare e stavo per succhiare il mio primo cazzo. Non male per un venerdì sera che avevo considerato un fallimento!

Proprio in quel momento le luci si sono riaccese quando l'ho sentito emettere un "Era ora!" dal bagno. è emerso pochi istanti dopo e il suo cazzo sembrava pulito poiché il residuo del suo orgasmo era sparito, ma abbastanza presto sarebbe stato di nuovo tutto disordinato come lo era nella mia bocca.

Si sdraiò di nuovo accanto a me. Ho abbassato la mano e l'ho preso tra le dita. Stava lentamente diventando duro e gli ho chiesto di dirmi cosa mi faceva sentire bene e cosa no. L'ho preso in bocca e mi è sembrato un po' gommoso. L'ho risucchiato e potevo metterlo tutto dentro, ma stava diventando più difficile di secondo in secondo. Mi sono tirato un po' indietro e ho continuato a succhiarlo e poi gli ho leccato tutto intorno alla testa e lui ha emesso un piccolo gemito. "va bene!"

L'ho leccato lungo l'asta e tutt'intorno alla base e l'ho preso più in profondità che potevo di nuovo. Ho soffocato un po' perché era completamente eretto, e l'ho sentito dirmi che andava bene, e che stavo bene. Ho provato di nuovo, e questa volta l'ho preso più a fondo, e l'ho succhiato più forte che potevo, e la sua voce mi ha detto che stavo bene! Ho provato a prendere la testa solo dentro e fuori il più velocemente possibile, e sono stato ricompensato da lui che me l'ha spinta più in profondità che poteva nella mia bocca! Sono riuscito a non vomitare, ma l'ho spinto indietro e ci sono tornato, ma solo un po' più in profondità della testa ei suoi grugniti di piacere significavano che stava funzionando bene. Andai avanti e indietro, dondolando su e giù su di esso, leccando l'asta, accarezzandogli le palle, prima di tornare indietro per prenderlo più in profondità che potevo. Si stava divertendo e piccoli schizzi di gocciolio fuoriuscivano mentre succhiavo, e ho scoperto di amarne il sapore! Salato andava bene nella mia bocca! Proprio in quel momento ha iniziato a gemere e mi ha detto che non dovevo deglutire, ma ho continuato a succhiare mentre mi esplodeva in bocca! Era più di quanto pensassi, e ho avuto un po' di vomito, ma l'ho tenuto tutto in bocca e l'ho succhiato più che potevo. Poi ho alzato lo sguardo su di lui e l'ho lasciato uscire dalla mia bocca prima di ingoiarlo tutto con un sorriso. Ho imbavagliato un po' di più, ma andava bene. L'avevo tirato fuori con la bocca e sembrava che gli piacesse davvero.

"Uh... era dannatamente caldo... davvero non dovevi inghiottire."

"Lo so, ma volevo, grande differenza lì."

"E grazie per averlo fatto" e con questo mi ha baciato profondamente! Presumibilmente i ragazzi non avrebbero mai baciato una ragazza dopo che lei gli aveva fatto un pompino, ma Stuart non era il tuo ragazzo tipico! Non è stato nemmeno solo un bacio veloce, ci siamo baciati profondamente e appassionatamente mentre ci sentiamo di nuovo sul letto.

Ci siamo coccolati felicemente per un po', ma poi ho capito che dovevamo discutere l'intera faccenda. Sapevo cosa poteva e non poteva essere e sapevo anche che aveva fatto qualcosa per me, che non poteva sopportare, e che tecnicamente era un tradimento di Holly.

"Stuart, questa era ed è una cosa bellissima. Lo so, non potrà mai più esserlo. So che sarà difficile per QUALSIASI ragazzo essere dolce come te, ma dovrò accontentarmi. Questo lo farà essere il ricordo più dolce che io abbia mai conosciuto e ti ringrazio per tutto quello che hai fatto Significa così tanto per me, che tu l'hai fatto, mi hai mostrato quanto mi ami, e dal profondo del mio cuore, Ti amo....."

"Hmmm..... sì, non può essere di nuovo, e c'è il fatto che sta ancora tradendo Holly. Devo affrontarlo, ma questo è un mio problema, non tuo. Sai però, che lo farò fare qualsiasi cosa per te, e suppongo che lo farò sempre. Questo è stato il favore più piacevole che ti abbia mai fatto, comunque." disse con un sorriso.

"Tu, non hai NIENTE di cui preoccuparti a letto. Per la prima volta, è stato un pompino impressionante. Anche tutto il resto è stato incredibile. Sei un gran baciatore, e beh, hai una figa molto gustosa."

Sono arrossito. "Anche tu eri abbastanza bravo, lo sai."

Mi ha baciato di nuovo. "Sai cosa penso faccia la differenza nel sesso e nel fare l'amore?"

"No, cosa fa la differenza?"

"Amare il tuo partner. Amarlo davvero. Amo moltissimo Holly, ed è stato incredibile ogni volta. Ti amo, anche se in un modo diverso, e questo ha reso tutto questo dannatamente speciale. Tienilo a mente prima di buttarti a letto con un ragazzo, vuoi?"

Gli ho promesso che l'avrei fatto, e ci siamo baciati ancora un po', ma con riluttanza ci siamo separati. La nostra notte era finita, ma i ricordi felici sarebbero rimasti per sempre.

Storie simili

Dominazione_(2)

I due guidarono in un silenzio a disagio finché Frank non offrì imbronciato: Non vedo perché continui a vedere questo ragazzo! Non ti rendi conto di quanto sia degradante per me? Mi dispiace, rispose Dana, ma sai che non c'è niente da fare e, a proposito, oggi Jack vuole che tu guardi. Che cosa!?! suo marito da quindici anni urlò indignato. “Certamente non lo farò!!!” Dipende da te, ovviamente, rispose lei in modo pacato, ma ha detto che se non ti fossi presentato sarebbe passato nel tuo ufficio e ti avrebbe picchiato a morte. Frank se ne accorse mentre parcheggiava l'auto...

9 I più visti

Likes 0

Mentore di Brandon Capitolo 6

MENTORING BRANDON Di Bob Capitolo 6: Il grande gioco, parte 2 Questa era la pratica che poneva fine a tutte le pratiche, o almeno così ci è stato detto. Gli allenatori si sarebbero assicurati che fossimo tutti pronti per la partita con Oskie. Coach Kistner, l'allenatore della linea difensiva/linebacker, lavorava nel gruppo universitario, mentre Coach Marsh era con Jerry e Brandon, insegnando loro le loro responsabilità nel nuovo sistema. Dopo 45 minuti abbiamo fatto la nostra prima pausa. Brandon si avvicinò e ci inginocchiammo tutti cercando di riprendere fiato. Abbiamo iniziato a parlare con Tom e Jerry delle chiamate difensive che...

315 I più visti

Likes 1

Le feste della porta accanto

Storia di Fbailey numero 777 Le feste della porta accanto Crescendo, la mia famiglia viveva proprio accanto a una taverna selvaggia. La mamma ha cercato di classificarlo chiamandolo bar, ma il cartello diceva Taverna. La nostra vecchia recinzione stava cadendo a pezzi, quindi una primavera ho aiutato papà a installarne una nuova. Il miglior prezzo per la recinzione della privacy era per sezioni alte un metro e mezzo. Non sarebbe servito a mio padre, ma finanziariamente ha ceduto. Quello che ha deciso è stato di alzarlo a diciotto pollici da terra. In questo modo solo persone alte sette piedi potevano guardarci...

2.7K I più visti

Likes 0

Osa in una relazione pt.3

Era sabato mattina e il sole splendeva nella nostra stanza. Ho guardato di lato e ho potuto vedere la mia bellissima ragazza che dormiva accanto a me, e i ricordi della scorsa notte hanno iniziato a riaffiorare, il che mi ha fatto arrapare. Questo mi ha fatto venire in mente un'idea, iniziare la giornata con una delle cose che voleva provare. Ho preso le lenzuola da sopra di lei e ho iniziato a baciarle i piedi. Hmm baby, bel modo di svegliarsi... mi sorrise con gli occhi semiaperti Pensavo di iniziare la tua giornata adorando i tuoi piedi come volevi, cosa...

1.1K I più visti

Likes 0

Tre volte parte 2 (Anche da Julius ovviamente & Copyright anche aprile 2008) Si sedettero e mangiarono il loro pranzo. Gli occhi di Paul si staccavano raramente i suoi seni e Marsha li mostravano deliberatamente lui. Si sedette con loro appoggiandosi sul tavolo con loro capezzoli molto in vista. Quando è andata a prenderli altro caffè, è stata premiata con una vista del suo cazzo, completamente eretto e sporgente dall'inguine. È stato pronto di nuovo e Marsha si meravigliò della resilienza di gioventù. Mentre gli versava il caffè, disse: “Penso che sia mio girati per essere soddisfatto; stai rimanendo indietro con...

706 I più visti

Likes 0

La richiesta di Sabrina_(1)

Le estati sono sempre state una seccatura per me. Non fraintendetemi, ho fatto delle cose divertenti con la mia famiglia crescendo, ma non sono mai uscito con i miei amici, la maggior parte delle volte o ero troppo occupato o loro erano occupati, quindi non mi sono allenato. Ora ho diciannove anni e ho finito il mio primo anno di college e un'altra estate si sta trascinando. Sono solo a casa mia a rilassarmi mentre la mia famiglia è fuori a fare le proprie cose. Guardando un episodio in replica di CSI avevo visto una cinquantina di volte che il mio...

772 I più visti

Likes 0

Racconti di campagna: il cambiamento

Switch fece scattare una seconda lama con un clic e io tornai al mio camion. Non sembravano nemmeno notarmi molto. Avevano tutti tra i diciassette ei ventisei anni. Condividevano tutti una figura massiccia e forte, occhi e capelli scuri e morti e un carattere meschino. Che cazzo ci fate qui ragazzi? Disse Reed Hardy, il maggiore. Switch sbuffò rumorosamente. Ha picchiato a sangue tuo fratello. Quello era Switch. Jim si fece avanti. Non sono affari tuoi, Reed, lascia perdere. Disse con calma. Ho aperto la portiera del mio furgone. Ancora nessuno mi ha notato. Davvero? La vedo diversa. Ho sentito che...

2.3K I più visti

Likes 0

Un sabato di piacere da cheerleader Ch. 08

La luce del sole si riversava dalle mie finestre e nella mia camera da letto mentre mi svegliavo in un tipico sabato mattina. Ho tolto la coperta dal mio corpo nudo e ho tolto i pantaloni blu di Becca dall'inguine mentre mi alzavo dal letto. Gli slip erano ancora ricoperti dal mio sperma della notte precedente. Gettai da parte le mutandine umide e mi avvicinai alla mia scrivania. Mi sono seduto sulla sedia, ho preso il mio laptop e ho acceso il computer. Ho aperto la mia e-mail e ho guardato la nuova posta che era arrivata. Avevo solo una nuova...

2.2K I più visti

Likes 0

Il giorno più grande

Questa mattina è iniziata alla grande. Meglio allora che avrei mai potuto immaginarlo. Avevo fatto un patto con mia moglie. Se avesse voluto che usassi i soldi che avevo vinto alla partita di poker di questa settimana per andare a Columbus e vedere la nuova discoteca che avevano costruito, avrebbe dovuto darmi un'intera giornata di piacere sessuale ogni volta che ne avesse avuto la possibilità. Questa mattina è iniziata svegliandomi con la sua figa scintillante che si librava a pochi centimetri dal mio viso. Lei sa quanto mi piace mangiare la sua figa. Deve essersi svegliata molto prima perché la sua...

2.3K I più visti

Likes 1

Mia nipote Sally, abbiamo avuto giorni migliori

Mi sono svegliato la mattina dopo, una tazza di caffè sul comodino e il giornale ai piedi del letto. Strano. Ho pensato. Leesha si era già alzato e di solito la domenica ero il mattiniero. Erano appena passate le otto. Non troppo presto, ma nemmeno troppo tardi. Mi alzai, mi infilai l'accappatoio, mi misi il giornale sotto il braccio e scesi le scale sorseggiando il mio caffè. Buongiorno testa assonnata. disse Leesha con un'aria un po' imbarazzata per tutte le cose. Mi dispiace per ieri sera piccola. Si avvicinò a me e mi diede un bacio sulla guancia. “Non so se...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.